Gli standard catalografici sono costituiti dalle normative, da specifici strumenti terminologici e da un insieme di indirizzi di metodo, definiti per attuare la catalogazione secondo criteri omogenei e condivisi a livello nazionale, in modo funzionale alla gestione informatizzata. Tutti i documenti relativi agli standard catalografici sono rilas…
Clone or download
Latest commit 87924ca Sep 28, 2018
Permalink
Type Name Latest commit message Commit time
Failed to load latest commit information.
authority-file AGGIORNAMENTI SETTEMBRE 2018 Sep 26, 2018
schede-di-catalogo Create readme.md Sep 28, 2018
static Aggiornamenti luglio 2018 Jul 30, 2018
strumenti-terminologici Delete ICCD_Thesaurus _categorie_settori disciplinari_tipologie di sc… Sep 25, 2018
LICENSE Initial commit Jul 5, 2018
README.md Update README.md Jul 6, 2018

README.md

Standard-catalografici

Gli standard catalografici sono costituiti dalle normative, da specifici strumenti terminologici e da un insieme di indirizzi di metodo, definiti per attuare la catalogazione secondo criteri omogenei e condivisi a livello nazionale, in modo funzionale alla gestione informatizzata. Tutti i documenti relativi agli standard catalografici sono rilasciati con licenza Creative Commons BY-SA 4.0 (“Attribution-ShareAlike 4.0 International”) Per un'introduzione alle terminologie in uso consulta il Glossario (aggiornato a maggio 2016): http://iccd.beniculturali.it/getFile.php?id=5823

Gli schemi XSD che si pubblicano in questo repository sono il frutto di una procedura di estrazione semi-automatica dal SIGECweb che ha richiesto alcuni interventi di "pulizia" manuale. Come tutti gli interventi manuali, anche questo può non essere esente da errori. Tuttavia, nella consapevolezza che questi schemi sono di importanza cruciale per chi sviluppa applicazioni e per chi produce e valida i dati affinchè essi siano importati nel SIGECweb, si sta procedendo alla loro progressiva pubblicazione. Se riscontrate inesattezze o errori, segnalateceli. In ogni caso, l'unico riferimento ufficiale per gli standard catalografici resta http://www.iccd.beniculturali.it/index.php?it/473/standard-catalografici

NORMATIVE PER LA CATALOGAZIONE: QUADRO DI RIEPILOGO (aggiornato a giugno 2018)

Per quanto riguarda i modelli catalografici rilasciati dall'ICCD e disponibili nel SIGECweb per le attività di catalogazione, si prospetta di seguito un quadro di riepilogo generale.

  • SCHEDE DI CATALOGO

Modelli che raccolgono in modo formalizzato le informazioni sui beni culturali (dati descrittivi, tecnico-scientifici, geografici, documentali); sono contraddistinti dalla presenza del codice univoco "NCT", che individua ciascun bene a livello nazionale e costituisce il punto di riferimento di tutto il processo di catalogazione.

Ad oggi l'ICCD ha definito 30 tracciati catalografici, in relazione alle differenti tipologie di beni, che fanno riferimento a nove settori disciplinari:

tipo scheda definizione settore disciplinare
A Architettura beni architettonici e paesaggistici
AT Reperti antropologici beni archeologici
BDI Beni demoetnoantropologici immateriali beni demoetnoantropologici
BDM Beni demoetnoantropologici materiali beni demoetnoantropologici
BNB Beni naturalistici-Botanica beni naturalistici
BNM Beni naturalistici-Mineralogia beni naturalistici
BNP Beni naturalistici-Paleontologia beni naturalistici
BNPE Beni naturalistici-Petrologia beni naturalistici
BNPL Beni naturalistici-Planetologia beni naturalistici
BNZ Beni naturalistici-Zoologia beni naturalistici
CA Complessi archeologici beni archeologici
CNS[^1] Centri/nuclei storici beni architettonici e paesaggistici
D Disegni beni storici e artistici
F Fotografia beni fotografici
FF Fondi fotografici beni fotografici
MA Monumenti archeologici beni archeologici
MI Matrici incise beni storici e artistici
NU Beni numismatici beni numismatici
OA Opere/oggetti d'arte beni storici e artistici
OAC Opere/oggetti d'arte contemporanea beni storici e artistici
PG Parchi/giardini beni architettonici e paesaggistici
PST Patrimonio scientifico e tecnologico beni scientifici e tecnologici
RA Reperti archeologici beni archeologici
S Stampe beni storici e artistici
SAS Saggi stratigrafici beni archeologici
SI Siti archeologici beni archeologici
SM Strumenti musicali beni musicali
SMO Strumenti musicali-Organo beni musicali
TMA Tabella materiali archeologici beni archeologici
VeAC Vestimenti antichi/contemporanei beni storici e artistici
  • SCHEDE PER GLI AUTHORITY FILE

Modelli per l'acquisizione delle informazioni che riguardano entità (es. Autori, Bibliografia) o eventi (es. Scavi archeologici, Ricognizioni archeologiche) in stretta relazione con i beni culturali.

Queste schede vengono utilizzate per registrare i dati in modo omogeneo e standardizzato, così da costituire degli archivi di riferimento, gli Authority file.

Nel processo di catalogazione sono attualmente in uso le schede di Authority file: AUT - Archivio controllato dei nomi: persone e enti; BIB - Bibliografia; DSC - Scavi archeologici; RCG - Ricognizioni archeologiche.

  • SCHEDE PER I CONTENITORI

Modelli per l'acquisizione delle informazioni che riguardano i luoghi dove sono collocati e conservati beni culturali: questi luoghi nel linguaggio catalografico vengono definiti "contenitori" e rappresentano sul territorio "nodi di aggregazione" di beni (in particolare di beni mobili).

L'ICCD ha individuato ad oggi due diverse tipologie di contenitori:

  • il contenitore fisico, definizione convenzionale che indica il luogo fisico dove si trova un bene o un insieme di beni (un edificio, un complesso architettonico o uno spazio territorial: un palazzo, un monumento archeologico, un giardino storico, una chiesa, un deposito, un sito archeologico, ecc.);

  • il contenitore giuridico, definizione convenzionale che indica la struttura conservativa giuridicamente riconosciuta nella quale è collocato un bene o un insieme di beni (museo, galleria, pinacoteca, archivio, raccolta privata, ecc.).

    In relazione a queste due tipologie sono state elaborate due distinte normative: la scheda CF per i Contenitori fisici e la scheda CG per i Contenitori giuridici.

  • MODULI

Modelli per approfondire aspetti specialistici (ad es. il modulo EP - Epigrafia per la descrizione dei documenti epigrafici, da allegare alle schede di catalogo quando utile) o per trattare aspetti particolari (ad es. il modulo MINP per l'inventariazione patrimoniale o i moduli MOPR e MOSI per le indagini di Archeologia Preventiva).

Un particolare tipo di modulo è il MODI - Modulo informativo, predisposto per l'acquisizione speditiva di dati in attività preliminari e propedeutiche alla catalogazione (censimenti, segnalazioni, organizzazione di lotti di materiali, ecc.).

NORMATIVE ICCD: LE VERSIONI

Per le normative rilasciate dall'ICCD, un importante parametro è costituito dalla versione: gli standard catalografici, infatti, hanno subito aggiornamenti e modifiche nel corso del tempo, sia per quanto riguarda la struttura dei dati (cioè la sequenza di paragrafi, campi e sottocampi con le rispettive proprietà), sia per quanto riguarda le regole di compilazione. Tali cambiamenti, legati al progredire ed all'affinarsi della ricerca scientifica nei vari settori disciplinari, nonché alle esigenze della catalogazione, sempre più complesse ed articolate, hanno portato a definire "versioni" successive: 1.00 (le prime normative strutturate dall'ICCD per l'informatizzazione dei dati); 2.00 (le normative applicate nel software T3); 3.00 (le versioni di normative elaborate in relazione alla prima fase di sviluppo del SIGEC-Sistema Informativo Generale del Catalogo negli anni 2002-2004) e 3.01 (anni 2005-2010), fino ad arrivare alla più recente versione 4.00.

Le normative di versione 1.00 (i c.d. "libretti blu" pubblicati intorno agli anni Novanta del secolo scorso), sono considerate a tutti gli effetti "obsolete" e non più utilizzate nelle attività di catalogazione.

Le normative di versione 2.00 (elencate nella tabella di seguito), sono ancora utilizzate nel SIGECweb per attività di acquisizione e revisione di schede pregresse, ma è nelle intenzioni dell'Istituto renderle al più presto "obsolete", per sollecitare l'utilizzo delle normative di versione più recente, più efficienti per l'acquisizione e la gestione delle informazioni.

Sigla Definizione Tipo
A Architettura Scheda di catalogo
AUT Autore Authority file
BDM Beni demoetnoantropologici materiali Scheda di catalogo
BIB Bibliografia Authority file
D Disegni Scheda di catalogo
F Fotografia Scheda di catalogo
MI Matrici incise Scheda di catalogo
OA Opere/oggetti d'arte Scheda di catalogo
PG Parchi/giardini Scheda di catalogo
RA Reperti archeologici Scheda di catalogo
S Stampe Scheda di catalogo

Le **normative di versione 3.00 e 3.01 **(nelle due tabelle che seguono) costituiscono l'apparato di schede ad oggi più completo ed aggiornato:

Sigla Definizione Tipo
A Architettura Scheda di catalogo
AUT Autore Authority file
BDI Beni demoetnoantropologici immateriali Scheda di catalogo
BIB Bibliografia Authority file
CA Complessi archeologici Scheda di catalogo
D Disegni Scheda di catalogo
DSC Scavi archeologici Authority file
F Fotografia Scheda di catalogo
MA Monumenti archeologici Scheda di catalogo
MI Matrici incise Scheda di catalogo
NU Beni numismatici Scheda di catalogo
OA Opere/oggetti d'arte Scheda di catalogo
OAC Opere/oggetti d'arte contemporanea Scheda di catalogo
PG Parchi/giardini Scheda di catalogo
RA Reperti archeologici Scheda di catalogo
RCG Ricognizioni archeologiche Authority file
S Stampe Scheda di catalogo
SAS Saggi stratigrafici Scheda di catalogo
SI Siti archeologici Scheda di catalogo
TMA Tabella materiali archeologici Scheda di catalogo
Sigla Definizione Tipo
AT Reperti antropologici Scheda di catalogo
AUT Autore Authority file
BDI Beni demoetnoantropologici immateriali Scheda di catalogo
BNB Beni naturalistici-Botanica Scheda di catalogo
BNM Beni naturalistici-Mineralogia Scheda di catalogo
BNP Beni naturalistici-Paleontologia Scheda di catalogo
BNPE Beni naturalistici-Petrologia Scheda di catalogo
BNPL Beni naturalistici-Planetologia Scheda di catalogo
BNZ Beni naturalistici-Zoologia Scheda di catalogo
PST Patrimonio Scientifico e Tecnologico Scheda di catalogo
SMO Strumenti Musicali-Organo Scheda di catalogo
VeAC Vestimenti antichi/contemporanei Scheda di catalogo

Le normative di versione 4.00 sono il risultato del lavoro di sistematizzazione dell'intero apparato degli standard svolto dall'ICCD in questi ultimi anni, che ha portato alla definizione di una "normativa quadro" (la c.d. "Normativa trasversale") che rappresenta ad oggi il punto di riferimento per la definizione e l'aggiornamento di qualsiasi tipologia di modello catalografico (http://www.iccd.beniculturali.it/index.php?it/473/standard-catalografici/Standard/61).

Sono stati ad oggi rilasciati dall'ICCD i seguenti standard di versione 4.00:

Sigla Definizione Tipo
AUT Archivio controllato dei nomi: persone e enti Authority file
BDI Beni demoetnoantropologici immateriali Scheda di catalogo
BDM Beni demoetnoantropologici materiali Scheda di catalogo
BIB Bibliografia Authority file
CF Contenitore fisico Contenitore
CG Contenitore giuridico Contenitore
DSC Scavi archeologici Authority file
F Fotografia Scheda di catalogo
FF Fondi fotografici Scheda di catalogo
MODI Modulo informativo Altre normative
PST[^2] Patrimonio scientifico e tecnologico Scheda di catalogo
RCG Ricognizioni archeologiche Authority file
SM Strumenti musicali Scheda di catalogo

Nel SIGECweb vengono gestite tutte le versioni delle normative rilasciate dall'ICCD nel corso del tempo: ciò consente di acquisire e consultare nella banca dati del Catalogo Generale del patrimonio archeologico, architettonico e paesaggistico, storico artistico ed etnoantropologico anche tipi di schede ormai superati o prodotti con strumenti informatici basati su versioni pregresse degli standard.

Notes

[^1]:

Per questa tipologia di scheda non è stato rilasciato nel corso del tempo un tracciato ufficiale per l'informatizzazione allineato con quello delle altre schede di catalogo; l'Istituto ha di recente avviato i lavori per elaborare una versione della normativa aggiornata direttamente alla versione 4.00 degli standard ICCD (vedi avanti).

[^2]:

La normativa PST sarà attiva in SIGECweb entro settembre 2018.