Skip to content

HTTPS clone URL

Subversion checkout URL

You can clone with
or
.
Download ZIP
Browse files

Translation gramatical error fix. it

  • Loading branch information...
commit aaeb0431db35a716fdf7f27959fc9d0ee8fa2b59 1 parent 9026a1d
@flashboss flashboss authored aslakknutsen committed
View
10 guides/getting_started_it.textile
@@ -85,7 +85,7 @@ p(info). %Da notare che il progetto è configurato con Java 1.6 e JUnit 4.8, ris
p(warning). %Arquillian supporta anche TestNG 5 ma in questa guida ci limiteremo a usare JUnit%
-*Tutti gli elementi @<dependency>@ sotto la dependency JUnit possono essere rimossi se non richiesti.* Dopo questa modifica, il file dovrebbe diventare uguale al contenuto quì in basso (leggermente riformattato):
+*Tutti gli elementi @<dependency>@ sotto la dependency JUnit possono essere rimossi se non richiesti.* Dopo questa modifica, il file dovrebbe diventare uguale al contenuto qui in basso (leggermente riformattato):
div(filename). pom.xml
@@ -216,7 +216,7 @@ bc(command). [arquillian-tutorial] arquillian-tutorial $
Per default, Forge configura il progetto con Java 1.6, la versione minima di Java raccomandata da Arquillian, piuttosto comodo.
-Bisogna ora aggiungere le API di Java EE. Viene fatto tramite il comando @project add-dependency@ mostrato quì in basso:
+Bisogna ora aggiungere le API di Java EE. Viene fatto tramite il comando @project add-dependency@ mostrato qui in basso:
bc(command). $ project add-dependency org.jboss.spec:jboss-javaee-6.0:1.0.0.Final:provided:pom
@@ -228,7 +228,7 @@ Forge aggiunge il repository della Community JBoss nel file pom.xml. Questo repo
bc(command). $ project remove-repository http://repository.jboss.org/nexus/content/groups/public
-Il risultato del pom.xml generato da Forge è mostrato quì in basso:
+Il risultato del pom.xml generato da Forge è mostrato qui in basso:
div(filename). pom.xml
@@ -582,7 +582,7 @@ bc(prettify).. <!-- clip -->
</dependency>
<!-- clip -->
-p. Per riassumere, quì in basso abbiamo le tre libreire necessarie ad Arquillian (con JUnit):
+p. Per riassumere, qui in basso abbiamo le tre libreire necessarie ad Arquillian (con JUnit):
# Arquillian JUnit integration
# Arquillian container adapter per il target container
@@ -758,7 +758,7 @@ bc(prettify).. <!-- clip -->
</profiles>
<!-- clip -->
-p. *Rimuoviamo* poi la dependency @jboss-javaee-6.0@ e le altre dependency legate al Weld EE embedded container adapter dalla sezione @<dependencies>@. Una volta rimosse, le sezioni @<dependencies>@ e @<profiles>@ risulteranno simili al codice quì in basso:
+p. *Rimuoviamo* poi la dependency @jboss-javaee-6.0@ e le altre dependency legate al Weld EE embedded container adapter dalla sezione @<dependencies>@. Una volta rimosse, le sezioni @<dependencies>@ e @<profiles>@ risulteranno simili al codice qui in basso:
div(filename). pom.xml
View
2  guides/getting_started_rinse_and_repeat_it.textile
@@ -554,4 +554,4 @@ p. Per attivare l'esportazione su un singolo test, si può usare l'argomento @ar
Ora avviamo un test e verifichiamo la directory target/deployments. Si dovrebbe vedere un file con estensione .jar, .war o .ear. (Arquillian potrebbe mettere un archivio definito nel test dentro qualche altro archivio se lo si desidera). Possiamo vedere il contenuto di questi file usando un qualunque gestore di archivi. Sperando che in questo modo sia più facile risolvere eventuali problemi di classi non trovate o risorse mancanti.
-Giunti a questo punto, abbiamo imparato come lanciare e fare il debug su container integrati, remoti e managed. Non c'è altro da vedere per ora. DIvertitevi a scrivere _test reali_ e siatene orgogliosi!
+Giunti a questo punto, abbiamo imparato come lanciare e fare il debug su container integrati, remoti e managed. Non c'è altro da vedere per ora. Divertitevi a scrivere _test reali_ e siatene orgogliosi!
Please sign in to comment.
Something went wrong with that request. Please try again.