Permalink
Branch: master
Find file Copy path
Fetching contributors…
Cannot retrieve contributors at this time
80 lines (47 sloc) 1.76 KB

Suffisso di una sequenza

Descrizione

Una sequenza di parole è un suffisso proprio di un'altra quando si può ottenere cancellando una, o più, parole (intere) dall'inizio dell'altra.

Ad esempio

mamma mia

è suffisso proprio di

ciao mamma mia

perché si può ottenere cancellando ciao da ciao mamma mia; viceversa

bella zio

non è suffisso di

ciao raga

perché non si può ottenere cancellando parole da ciao raga.

Osservate che quel che contano sono le parole, non i singoli caratteri:

un cane puzzolente

non è un suffisso di

alcun cane puzzolente

perché non si può ottenere un cancellando una parola intera da quest'ultima sequenza.

In fine,

pizza e fichi

non è suffisso proprio di

pizza e fichi

perché, essendo uguale, non si può ottenere cancellando alcuna parola.

Scrivete un programma che date due sequenze di parole su due linee successive nel flusso di ingresso comando emetta suffisso nel flusso di uscita se la sequenza sulla prima linea è suffisso proprio di quella sulla seconda, o non emetta nulla in caso contrario.

Vincoli

Per parola si intende una sequenza massimale di caratteri che non contiene lo spazio. Non è garantito che la prima sequenza contenga meno parole della seconda. Il flusso di ingresso contiene due linee, su ciascuna linea le parole sono separate da spazi (non necessariamente uno solo). Le linee sono lunghe al più 1024 caratteri.

Esempio

Eseguendo soluzione d avendo

mamma mia
ciao mamma    mia

nel flusso di ingresso, il programma emette suffisso nel flusso di uscita, mentre eseguendo soluzione e avendo

bella    zio
ciao raga

nel flusso di ingresso, il programma non emette nulla nel flusso di uscita.