Skip to content
No description, website, or topics provided.
Branch: master
Clone or download
Fetching latest commit…
Cannot retrieve the latest commit at this time.
Permalink
Type Name Latest commit message Commit time
Failed to load latest commit information.
resource
LICENSE
README.md

README.md

Alternanza Domotica

Benvenuti al corso di domotica del Marconi!!

Cosa serve per cominciare

  • iscriversi al canale Telegram del Marconi (chiedere ad un docente per l'accesso)
  • ogni partecipante deve avere un account su GitHub
  • una scheda SD da minimo 8GB (massimo 32GB), categoria 10

Preparazione della macchina di sviluppo

Installare nella propria macchina Windows:

Configurazione della Raspberry

Per cominciare, configuriamo le Raspberry in modo da poterla trasformare nel nostro server per la domotica. Seguiremo questo tutorial per configurare la Raspberry senza dover collegare né lo schermo, né un cavetto seriale.

Prima di tutto scaricate Raspbian Stretch Lite dal sito ufficiale e installatela sulla scheda SD usando BalenaEtcher che avete scaricato all'inizio.

Ricordatevi che di default la Raspberry usa i seguenti parametri:

  • login: pi
  • psw: raspberry

La procedura di configurazione è la seguente.

  1. attivare il server SSH creando un file vuoto /boot/ssh (attenzione che il file deve essere completamente vuoto, senza spazi né righe vuote)

  2. attivare la UART USB in /boot/config.txt

#enableUART
enable_uart=1 
  1. configurare la rete marconiopen della scuola con autenticazione WPA/WPA2 creando il file /boot/wpa_supplicant.conf.
ctrl_interface=DIR=/var/run/wpa_supplicant GROUP=netdev
update_config=1
country=IT

network={
    ssid="marconiopen"
    psk="marconiopen"
    key_mgmt=WPA-PSK
}

Attenzione: controllate che il terminatore di riga sia impostato su LF. Su Visual Studio Code potete facilmente verificarlo guardando se c'è scritto LF nella barra in basso a destra: se trovate scritto CRLF, cliccateci sopra e selezionate il terminatore di riga corretto.

Opzionale: se volete configurare anche una rete WiFi di casa vostra, potete usare il seguente file /boot/wpa_supplicant.conf:

ctrl_interface=DIR=/var/run/wpa_supplicant GROUP=netdev
update_config=1
country=IT

network={
    ssid="marconiopen"
    psk="marconiopen"
    key_mgmt=WPA-PSK
	priority=1
}

network={
    ssid="ssid-casa"
    psk="psk-casa"
    key_mgmt=WPA-PSK
	priority=2
}
  1. configurare le interfacce di rete nel file /etc/network/interfaces, sostituendo il contenuto del file con lo snippet seguente
# interfaces(5) file used by ifup(8) and ifdown(8)
# Please note that this file is written to be used with dhcpcd 
# For static IP, consult /etc/dhcpcd.conf and 'man dhcpcd.conf'

# Include files from /etc/network/interfaces.d:
source-directory /etc/network/interfaces.d 
auto lo

iface lo inet loopback
iface eth0 inet dhcp

allow-hotplug wlan0
iface wlan0 inet manual
wpa-roam /etc/wpa_supplicant/wpa_supplicant.conf
iface default inet dhcp
  1. abilitare l'account di root.
sudo nano /etc/ssh/sshd_config
PermitRootLogin without-password  -->  PermitRootLogin yes
/etc/init.d/ssh restart
sudo passwd root

Disclaimer: abilitare l'account di root solitamente è una cosa molto sconsigliata. Noi l'usiamo per comodità per copiare alcuni file con WinSCP. Se volete di nuovo bloccare l'account di root, usate il seguente comando:

sudo passwd -l root

Bene, ora la vostra Raspberry è configurata, complimenti!

Per ulteriori dettagli e procedure aggiuntive, rimandiamo alle guide complete del prof. Melita:

Altre risorse utili

You can’t perform that action at this time.