Skip to content
Browse files

Modifica termine: Insegnante -> Docente

  • Loading branch information...
1 parent 94b8ca4 commit 284e2b903a4f78b64a2a0a7a02d4a95fb8063dbc andreabix committed Dec 19, 2005
Showing with 396 additions and 396 deletions.
  1. +2 −2 lang/it/help/assignment/assignmenttype.html
  2. +5 −5 lang/it/help/assignment/mods.html
  3. +2 −2 lang/it/help/assignment/resubmit.html
  4. +2 −2 lang/it/help/assignment/types.html
  5. +3 −3 lang/it/help/choice/mods.html
  6. +1 −1 lang/it/help/courseavailability.html
  7. +1 −1 lang/it/help/coursegrades.html
  8. +1 −1 lang/it/help/coursenewsitems.html
  9. +2 −2 lang/it/help/coursereports.html
  10. +2 −2 lang/it/help/forum/allowdiscussions.html
  11. +8 −8 lang/it/help/forum/mods.html
  12. +1 −1 lang/it/help/forum/subscription.html
  13. +1 −1 lang/it/help/forum/subscription2.html
  14. +1 −1 lang/it/help/forum/trackingtype.html
  15. +1 −1 lang/it/help/glossary/allowprintview.html
  16. +1 −1 lang/it/help/glossary/defaultapproval.html
  17. +1 −1 lang/it/help/glossary/mainglossary.html
  18. +7 −7 lang/it/help/glossary/mods.html
  19. +2 −2 lang/it/help/glossary/studentcanpost.html
  20. +4 −4 lang/it/help/grade/preferences.html
  21. +2 −2 lang/it/help/grade/teacher.html
  22. +4 −4 lang/it/help/hotpot/mods.html
  23. +47 −47 lang/it/help/hotpot/reportcontent.html
  24. +44 −44 lang/it/help/hotpot/reportselector.html
  25. +17 −17 lang/it/help/hotpot/studentfeedback.html
  26. +1 −1 lang/it/help/index.html
  27. +1 −1 lang/it/help/journal/mods.html
  28. +1 −1 lang/it/help/lesson/handlingofretakes.html
  29. +1 −1 lang/it/help/lesson/import.html
  30. +1 −1 lang/it/help/lesson/maxanswers.html
  31. +1 −1 lang/it/help/lesson/maxattempts.html
  32. +1 −1 lang/it/help/lesson/minquestions.html
  33. +1 −1 lang/it/help/lesson/nextpageaction.html
  34. +5 −5 lang/it/help/lesson/overview.html
  35. +2 −2 lang/it/help/lesson/questiontypes.html
  36. +1 −1 lang/it/help/lesson/retake.html
  37. +1 −1 lang/it/help/quiz/export.html
  38. +1 −1 lang/it/help/quiz/formatgift.html
  39. +1 −1 lang/it/help/quiz/import.html
  40. +7 −7 lang/it/help/quiz/mods.html
  41. +1 −1 lang/it/help/resource/mods.html
  42. +2 −2 lang/it/help/scales.html
  43. +1 −1 lang/it/help/survey/mods.html
  44. +1 −1 lang/it/help/surveys.html
  45. +6 −6 lang/it/help/teachers.html
  46. +10 −10 lang/it/help/wiki/wikitype.html
  47. +1 −1 lang/it/help/workshop/addingacomment.html
  48. +1 −1 lang/it/help/workshop/agreeassessments.html
  49. +6 −6 lang/it/help/workshop/analysisofassessments.html
  50. +1 −1 lang/it/help/workshop/anonymous.html
  51. +1 −1 lang/it/help/workshop/assessmentofexamples.html
  52. +1 −1 lang/it/help/workshop/assignmenttype.html
  53. +2 −2 lang/it/help/workshop/breakdownoffinalgrade.html
  54. +6 −6 lang/it/help/workshop/calculatingfinalgrade.html
  55. +2 −2 lang/it/help/workshop/elements.html
  56. +1 −1 lang/it/help/workshop/finalgrades.html
  57. +1 −1 lang/it/help/workshop/grading.html
  58. +3 −3 lang/it/help/workshop/gradingassessments.html
  59. +2 −2 lang/it/help/workshop/gradingstrategy.html
  60. +2 −2 lang/it/help/workshop/gradingsubmissions.html
  61. +1 −1 lang/it/help/workshop/includeself.html
  62. +3 −3 lang/it/help/workshop/includeteachersgrade.html
  63. +6 −6 lang/it/help/workshop/index.html
  64. +1 −1 lang/it/help/workshop/leaguetable.html
  65. +16 −16 lang/it/help/workshop/managing.html
  66. +95 −95 lang/it/help/workshop/managing2.html
  67. +1 −1 lang/it/help/workshop/nassessmentsofstudentsubmissions.html
  68. +2 −2 lang/it/help/workshop/nassessmentsofteachersexamples.html
  69. +2 −2 lang/it/help/workshop/numberofassessors.html
  70. +12 −12 lang/it/help/workshop/releasegrades.html
  71. +2 −2 lang/it/help/workshop/resubmit.html
  72. +1 −1 lang/it/help/workshop/selfassessment.html
  73. +1 −1 lang/it/help/workshop/showinggrades.html
  74. +2 −2 lang/it/help/workshop/specimen.html
  75. +4 −4 lang/it/help/workshop/submissionofexamples.html
  76. +3 −3 lang/it/help/workshop/teachersgradings.html
  77. +1 −1 lang/it/help/workshop/ungradedassessments_student.html
  78. +4 −4 lang/it/help/workshop/ungradedassessments_teacher.html
View
4 lang/it/help/assignment/assignmenttype.html
@@ -2,5 +2,5 @@
<P>Ci sono diversi tipi di compiti</P>
<P><B>Attivit&agrave; offline</B> - questo &egrave; utile quando il compito &egrave; svolto fuori di Moodle.
Gli studenti possono vedere una descrizione del compito, ma non possono caricare files o altro.
-Comunque gli insegnanti possono dare un voto agli studenti, e gli stessi possono controllare i propri voti.
-<P><B>Caricamento di un file</B> - questo tipo di compito permette a tutti gli studenti di caricare un singolo file, di qualunque tipo. Il file pu&ograve; essere un documento Word, o un'immagine, o un sito web zippato, o qualunque cosa l'insegnante chiede di produrre e poi caricare. Gli insegnanti possono dare un voto ai compiti inviati.
+Comunque i docenti possono dare un voto agli studenti, e gli stessi possono controllare i propri voti.
+<P><B>Caricamento di un file</B> - questo tipo di compito permette a tutti gli studenti di caricare un singolo file, di qualunque tipo. Il file pu&ograve; essere un documento Word, o un'immagine, o un sito web zippato, o qualunque cosa docente chiede di produrre e poi caricare. I docenti possono dare un voto ai compiti inviati.
View
10 lang/it/help/assignment/mods.html
@@ -1,6 +1,6 @@
-<P><IMG VALIGN=absmiddle SRC="<?php echo $CFG->wwwroot?>/mod/assignment/icon.gif">&nbsp;<B>Compito</B></P>
-<UL>
-<P>I Compiti permettono all'insegnante di assegnare agli studenti un'attivit&agrave; che richiede che gli stessi preparino del contenuto digitale (in ogni possibile formato) e lo sottomettano caricandolo sul server del corso.
-Tipici Compiti sono componimenti, saggi, progetti, rapporti, e cos&igrave; via.
-I Compiti possono essere oggetto di valutazione.</P>
+<P><IMG VALIGN=absmiddle SRC="<?php echo $CFG->wwwroot?>/mod/assignment/icon.gif">&nbsp;<B>Compito</B></P>
+<UL>
+<P>I Compiti permettono al docente di assegnare agli studenti un'attivit&agrave; che richiede che gli stessi preparino del contenuto digitale (in ogni possibile formato) e lo sottomettano caricandolo sul server del corso.
+Tipici Compiti sono componimenti, saggi, progetti, rapporti, e cos&igrave; via.
+I Compiti possono essere oggetto di valutazione.</P>
</UL>
View
4 lang/it/help/assignment/resubmit.html
@@ -1,4 +1,4 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Risottomissione di compiti</B></P>
-<P>Per default, gli studenti non possono risottomettere i compiti una volta che l'insegnante ha dato loro un voto</P>
-<P>Se si mette SI in questa opzione, viene permesso agli studenti di risottomettere (ri-inviare) i compiti dopo che soto stati oggetto di valutazione (affinch&eacute; possano essere valutati di nuovo). Questo pu&ograve; essere utile se l'insegnante vuole incoraggiare gli studenti a lavorare sempre meglio in un processo iterativo.</P>
+<P>Per default, gli studenti non possono risottomettere i compiti una volta che docente ha dato loro un voto</P>
+<P>Se si mette SI in questa opzione, viene permesso agli studenti di risottomettere (ri-inviare) i compiti dopo che soto stati oggetto di valutazione (affinch&eacute; possano essere valutati di nuovo). Questo pu&ograve; essere utile se docente vuole incoraggiare gli studenti a lavorare sempre meglio in un processo iterativo.</P>
<P>Ovviamente, questa opzione non &egrave; rilevante per i compiti Offline.</P>
View
4 lang/it/help/assignment/types.html
@@ -2,5 +2,5 @@
<P>Ci sono diversi tipi di compiti</P>
<P><strong>Attivit&agrave; offline</strong> - questo &egrave; utile quando il compito &egrave; svolto fuori di Moodle.
Gli studenti possono vedere una descrizione del compito, ma non possono caricare files o altro.
-Comunque gli insegnanti possono dare un voto agli studenti, e gli stessi possono controllare i propri voti.
-<P><strong>Caricamento di un file</strong> - questo tipo di compito permette a tutti gli studenti di caricare un singolo file, di qualunque tipo. Il file pu&ograve; essere un documento Word, o un'immagine, o un sito web zippato, o qualunque cosa l'insegnante chiede di produrre e poi caricare. Gli insegnanti possono dare un voto ai compiti inviati.
+Comunque i docenti possono dare un voto agli studenti, e gli stessi possono controllare i propri voti.
+<P><strong>Caricamento di un file</strong> - questo tipo di compito permette a tutti gli studenti di caricare un singolo file, di qualunque tipo. Il file pu&ograve; essere un documento Word, o un'immagine, o un sito web zippato, o qualunque cosa docente chiede di produrre e poi caricare. I docenti possono dare un voto ai compiti inviati.
View
6 lang/it/help/choice/mods.html
@@ -1,4 +1,4 @@
-<P><IMG VALIGN=absmiddle SRC="<?php echo $CFG->wwwroot?>/mod/choice/icon.gif">&nbsp;<B>Scelta</B></P>
-<UL>
-<P>Una Scelta &egrave; un tipo di attivit&agrave; molto semplice. L'insegnante pone una una domanda e propone una scelta fra varie risposte. Pu&ograve; essere utile come un veloce sondaggio per stimolare la discussione su un argomento; per permettere alla classe di scegliere una direzione in cui far proseguire il corso; per raccogliere consensi su una decisione; ecc.</P>
+<P><IMG VALIGN=absmiddle SRC="<?php echo $CFG->wwwroot?>/mod/choice/icon.gif">&nbsp;<B>Scelta</B></P>
+<UL>
+<P>Una Scelta &egrave; un tipo di attivit&agrave; molto semplice. docente pone una una domanda e propone una scelta fra varie risposte. Pu&ograve; essere utile come un veloce sondaggio per stimolare la discussione su un argomento; per permettere alla classe di scegliere una direzione in cui far proseguire il corso; per raccogliere consensi su una decisione; ecc.</P>
</UL>
View
2 lang/it/help/courseavailability.html
@@ -1,7 +1,7 @@
<p align="center"><strong>Disponibilit&agrave;</strong></p>
<P>Questa impostazione consente di nascondere il corso alla vista degli studenti. </p>
<P>Il corso
- non apparir&agrave; nelle categorie dei corsi ma sar&agrave; comunque visibile agli insegnanti
+ non apparir&agrave; nelle categorie dei corsi ma sar&agrave; comunque visibile ai docenti
ed agli amministratori del sistema.</p>
<p>Qualora gli studenti tentino di accedere al corso inserendo direttamente la
URL, non gli sar&agrave; comunque consentito l'accesso.</p>
View
2 lang/it/help/coursegrades.html
@@ -4,7 +4,7 @@
<p>Per impostazione predefinita, i risultati delle valutazioni vengono mostrati
in una pagina dedicata raggiungibile direttamente dalla pagina principale del
corso.</p>
-<p>Qualora un'insegnante non sia interessato ad utilizzare le valutazioni oppure
+<p>Qualora un docente non sia interessato ad utilizzare le valutazioni oppure
desideri evitare che gli studenti possano accedere alla pagina contenente i
risultati delle valutazioni ricevute, &egrave; sufficiente impostare &quot;Mostra
valutazioni&quot; su &quot;No&quot;. L'impostazione su &quot;No&quot; non impedisce
View
2 lang/it/help/coursenewsitems.html
@@ -3,7 +3,7 @@
&egrave; possibile utilizzare il &quot;Forum News&quot;. Il &quot;Forum News&quot; &egrave; utile per presentare
agli studenti informazioni e novit&agrave; sul corso. (Per impostazione predefinita,
tutti gli studenti sono automaticamante iscritti al &quot;Forum News&quot; e riceveranno
-nella propra casella di email gli interventi dell'insegnante.)
+nella propra casella di email gli interventi del docente.)
<P>L'impostazione &quot;News da mostrare&quot; determina il numero di nuovi argomenti da
presentare nella home page del corso, nel riquadro &quot;Ultime notizie&quot;.
<P>Se &quot;News da mostrare&quot; &egrave; impostato a &quot;0
View
4 lang/it/help/coursereports.html
@@ -3,10 +3,10 @@
le attivit&agrave; svolte da ognuno durante il corso. Oltre all'elenco degli
interventi e delle attivit&agrave; completate, i resoconti forniscono il log
dettagliato degli accessi al corso..</p>
-<P>Gli insegnanti possono visualizzare i resoconti delle attivit&agrave; tramite l'hyperlink
+<P>I docenti possono visualizzare i resoconti delle attivit&agrave; tramite l'hyperlink
&quot;Attivit&agrave;&quot; presente nel profilo di ciascun partecipante al corso.</p>
<p>L'accesso ai resoconti delle attivit&agrave; da parte degli studenti &egrave; subordinato
- all'autorizzazione concessa dall'Insegnante nelle Impostazioni del corso. Per
+ all'autorizzazione concessa dal docente nelle Impostazioni del corso. Per
alcuni tipi di corso i resoconti possono essere utili allo studente per
permettergli di valutare il proprio coinvolgimento e partecipazione, mentre
per altri tipi di corso l'accesso ai resoconti delle attivit&agrave; potrebbe non
View
4 lang/it/help/forum/allowdiscussions.html
@@ -1,6 +1,6 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Abilitazione per nuove discussioni</B></P>
<p>Questa opzione permette di controllare l'attivazione di nuovi argomenti di discussione (threads) da parte dei partecipanti (non docenti) </p>
<P>In gran parte dei forum si vorr&agrave; dare questa possibilit&agrave; a tutti i partecipanti. Scegliendo la prima opzione tutti potranno iniziare nuovi argomenti di discussione e replicare a tutti quelli iniziati.
-<p>A volte si pu&ograve; desiderare che solo gli insegnanti possano iniziare nuovi argomenti, pur lasciando agli studenti la possibilit&agrave; di rispondere. In questo caso si sceglier&agrave; la seconda opzione &quot;Discussioni non permesse ma risposte consentite&quot;.</p>
+<p>A volte si pu&ograve; desiderare che solo i docenti possano iniziare nuovi argomenti, pur lasciando agli studenti la possibilit&agrave; di rispondere. In questo caso si sceglier&agrave; la seconda opzione &quot;Discussioni non permesse ma risposte consentite&quot;.</p>
<P>A volte, comunque, si vuole limitare ulteriormente questa possibilit&agrave; eliminando la possibilit&agrave; di replica.
-Per esempio, questo pu&ograve; essere utile per i forum di tipo News, quando si vuole che solo gli insegnanti possano inviare nuovi messaggi che appariranno sulla pagina principale del corso. In questo caso si sceglier&agrave; la terza opzione &quot;Discussioni e risposte non permesse&quot;.</p>
+Per esempio, questo pu&ograve; essere utile per i forum di tipo News, quando si vuole che solo i docenti possano inviare nuovi messaggi che appariranno sulla pagina principale del corso. In questo caso si sceglier&agrave; la terza opzione &quot;Discussioni e risposte non permesse&quot;.</p>
View
16 lang/it/help/forum/mods.html
@@ -1,8 +1,8 @@
-<P><IMG VALIGN=absmiddle SRC="<?php echo $CFG->wwwroot?>/mod/forum/icon.gif">&nbsp;<B>Forum</B></P>
-<UL>
-<P>Questa attivit&agrave; pu&ograve; essere considerata la pi&ugrave; importante - &egrave; qui che gran parte delle discussioni hanno luogo.
-I Forum possono essere strutturati in vari modi, e possono perfino includere la valutazioni di ciascun messaggio da parte dei lettori.
-I messaggi inviati possono essere visualizzati in vari formati e possono includere anche files allegati.
-Iscrivendosi a un Forum, i partecipanti riceveranno automaticamente sulla loro email una copia di ogni nuovo messaggio arrivato nel Forum.
-Un insegnante pu&ograve; imporre l'iscrizione a un Forum a ciascun allievo, perlomeno per far ricevere a ciascuno i messaggi inviati al Forum.</P>
-</UL>
+<P><IMG VALIGN=absmiddle SRC="<?php echo $CFG->wwwroot?>/mod/forum/icon.gif">&nbsp;<B>Forum</B></P>
+<UL>
+<P>Questa attivit&agrave; pu&ograve; essere considerata la pi&ugrave; importante - &egrave; qui che gran parte delle discussioni hanno luogo.
+I Forum possono essere strutturati in vari modi, e possono perfino includere la valutazioni di ciascun messaggio da parte dei lettori.
+I messaggi inviati possono essere visualizzati in vari formati e possono includere anche files allegati.
+Iscrivendosi a un Forum, i partecipanti riceveranno automaticamente sulla loro email una copia di ogni nuovo messaggio arrivato nel Forum.
+Un docente pu&ograve; imporre l'iscrizione a un Forum a ciascun allievo, perlomeno per far ricevere a ciascuno i messaggi inviati al Forum.</P>
+</UL>
View
2 lang/it/help/forum/subscription.html
@@ -2,5 +2,5 @@
<P>Quando una persona &egrave; iscritta a un forum, ricever&agrave; automaticamente, via email, copie di tutti i messaggi inviati a quel forum
(le copie sono inviate circa <?PHP echo $CFG->maxeditingtime/60 ?&gt; minuti dopo che il messaggio &egrave; stato scritto).
<P>Una persona pu&ograve; di solito scegliere se vuole o non, essere iscritta a un forum.
-<P>Comunque, se un insegnante forza l'obbligo di iscrizione su un particolare forum, allora tutti i partecipanti a un corso riceveranno comunque copie dei messaggi del forum, indipendentemente dalla loro volont&agrave;.
+<P>Comunque, se un docente forza l'obbligo di iscrizione su un particolare forum, allora tutti i partecipanti a un corso riceveranno comunque copie dei messaggi del forum, indipendentemente dalla loro volont&agrave;.
<P>Questo &egrave; specialmente utile nei forum di tipo News e nei forum all'inizio di un corso (prima che ciascuno abbia capito il significato di questa opzione).
View
2 lang/it/help/forum/subscription2.html
@@ -2,7 +2,7 @@
<P>Quando una persona &egrave; iscritta a un forum, ricever&agrave; automaticamente, via email, copie di tutti i messaggi inviati a quel forum
(le copie sono inviate circa <?PHP echo $CFG->maxeditingtime/60 ?&gt; minuti dopo che il messaggio &egrave; stato scritto).</p>
<P>Una persona pu&ograve; di solito scegliere se vuole o non, essere iscritta a un forum.</p>
-<P>Comunque, se un insegnante forza l'obbligo di iscrizione su un particolare forum, allora tutti i partecipanti a un corso riceveranno comunque copie dei messaggi del forum, anche se si inscrivono in un secondo momento.</p>
+<P>Comunque, se un docente forza l'obbligo di iscrizione su un particolare forum, allora tutti i partecipanti a un corso riceveranno comunque copie dei messaggi del forum, anche se si inscrivono in un secondo momento.</p>
<P>Questo &egrave; specialmente utile nei forum di tipo News e nei forum all'inizio di un corso (prima che ciascuno abbia capito il significato di questa opzione).</p>
<p>Se si sceglie l'opzione &quot;Si, inizialmente&quot; allora tutti gli attuali e futuri utenti del corso verranno inizialmente iscritti, ma potranno disinscriversi in ogni momento. Se si sceglie &quot;Si, per sempre&quot; allora gli utenti non potranno mai disinscriversi.</p>
<p>Da notare come si comporta l'opzione &quot;Si, inizialmente&quot; quando si aggiorna un forum esistente: cambiando da &quot;Si, inizialmente&quot; a &quot;No&quot; gli utenti esistenti non saranno disincritti, ma l'opzione avr&agrave; effetto solo sui futuri utenti del corso. Similmente cambiando successivamente in &quot;Si, inizialmente&quot; non inscriver&agrave; al forum gli utenti esistenti, ma solo quelli che si iscriveranno al corso dopo la modifica.
View
2 lang/it/help/forum/trackingtype.html
@@ -1,5 +1,5 @@
<p align="center"><b>Tipo di tracciamento</b></p>
-<p>Se l'opzione 'Lettura tracciamento' &egrave; abilitata, gli utenti possono tracciare i messaggi letti e non letti nei forum e nelle discussioni. L'insegnante pu&ograve; scegliere di forzare il tipo di tracciamento di un forum usando questa opzione.
+<p>Se l'opzione 'Lettura tracciamento' &egrave; abilitata, gli utenti possono tracciare i messaggi letti e non letti nei forum e nelle discussioni. docente pu&ograve; scegliere di forzare il tipo di tracciamento di un forum usando questa opzione.
</p>
<p>Ci sono tre scelte possibili:</p>
<ul>
View
2 lang/it/help/glossary/allowprintview.html
@@ -1,4 +1,4 @@
<p align="center"><strong>Consenti versione stampabile</strong></p>
<p>Si pu&ograve; consentire agli studenti la visualizzazione della versione stampabile.</p>
<p>Si pu&ograve; scegliere di abilitare o meno questa possibilit&agrave;.</p>
-<p>Gli insegnanti possono sempre visualizzare la versione stampabile.</p>
+<p>I docenti possono sempre visualizzare la versione stampabile.</p>
View
2 lang/it/help/glossary/defaultapproval.html
@@ -1,2 +1,2 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Stato di approvazione default</B></P>
-<p>Questa impostazione permette all'insegnante di definire cosa succede ai nuovi termini aggiunti dagli studenti. Se SI questi saranno automaticamente disponibili per chiunque, se NO, sar&agrave; necessaria l'approvazione dell'insegnante.</p>
+<p>Questa impostazione permette al docente di definire cosa succede ai nuovi termini aggiunti dagli studenti. Se SI questi saranno automaticamente disponibili per chiunque, se NO, sar&agrave; necessaria l'approvazione del docente.</p>
View
2 lang/it/help/glossary/mainglossary.html
@@ -1,4 +1,4 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Tipo di Glossario</B></P>
<P>Il sistema di gestione dei glossari permette di esportare i termini da ogni glossario secondario all'unico glossario principale (o generale) del corso.</p>
<p>Per permettere questo, bisogna specificare quale &egrave; il Glossario generale.</p>
-<p>Nota: Si pu&ograve; definire un solo glossario generale per corso e solo gli insegnanti possono aggiornarlo.</p>
+<p>Nota: Si pu&ograve; definire un solo glossario generale per corso e solo i docenti possono aggiornarlo.</p>
View
14 lang/it/help/glossary/mods.html
@@ -1,7 +1,7 @@
-<P><IMG VALIGN=absmiddle SRC="<?php echo $CFG->wwwroot?>/mod/glossary/icon.gif">&nbsp;<B>Glossario</B></P>
-<UL>
-Questa attivit&agrave; permette ai partecipanti di creare e gestire una lista di definizioni, come un dizionario.
-Le definizioni possono essere cercate e visualizzate in molti formati differenti.
-E' anche permesso agli insegnanti di esportare le definizioni da un Glossario all'altro (quello principale) all'interno dello stesso corso.
-E' inoltre possibile creare automaticamente links a queste definizioni in ogni punto del corso.</p>
-</UL>
+<P><IMG VALIGN=absmiddle SRC="<?php echo $CFG->wwwroot?>/mod/glossary/icon.gif">&nbsp;<B>Glossario</B></P>
+<UL>
+Questa attivit&agrave; permette ai partecipanti di creare e gestire una lista di definizioni, come un dizionario.
+Le definizioni possono essere cercate e visualizzate in molti formati differenti.
+E' anche permesso ai docenti di esportare le definizioni da un Glossario all'altro (quello principale) all'interno dello stesso corso.
+E' inoltre possibile creare automaticamente links a queste definizioni in ogni punto del corso.</p>
+</UL>
View
4 lang/it/help/glossary/studentcanpost.html
@@ -1,4 +1,4 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Abilitazione degli studenti</B></P>
<P>Pu&ograve; essere specificato se uno studente pu&ograve; o meno aggiungere, modificare o cancellare i propri termini..
-I termini esportati verso un glossario generale possono essere modificati o cancellati solo dagli insegnanti, per cui questa impostazione &egrave; significativa solo per i glossari secondari.</p>
-<p><b>Nota:</b> Un insegnante pu&ograve; modificare o cancellare un termine in qualunque momento.</p>
+I termini esportati verso un glossario generale possono essere modificati o cancellati solo dai docenti, per cui questa impostazione &egrave; significativa solo per i glossari secondari.</p>
+<p><b>Nota:</b> Un docente pu&ograve; modificare o cancellare un termine in qualunque momento.</p>
View
8 lang/it/help/grade/preferences.html
@@ -2,11 +2,11 @@
<p>Nella pagina &quot;Preferenze&quot; sono disponibili le seguenti impostazioni del registro delle valutazioni.</p>
<ul>
<li>Usa/Nascondi Opzioni Avanzate: Attivazione/Disattivazione delle opzioni avanzate del registro. Il modo normale mostra unicamente i punteggi e i totali senza categorie o calcoli particolari dei voti finali. </li>
-<li>Mostra Valutazioni Pesate: Determina se le percentuali pesate sono mostrate o meno. Si pu&ograve; anche definire se gli studenti possono vederle oppure solo gli insegnanti.</li>
-<li>Mostra Punti: Determina se i punteggi sono mostrati o meno. Le impostazioni sono tali per cui quello che vedono gli studenti pu&ograve; essere diverso da quello che vede l'insegnante.</li>
-<li>Mostra Percentuali: Determina se le percentuali sono mostrate o meno. Le impostazioni sono tali per cui quello che vedono gli studenti pu&ograve; essere diverso da quello che vede l'insegnante.</li>
+<li>Mostra Valutazioni Pesate: Determina se le percentuali pesate sono mostrate o meno. Si pu&ograve; anche definire se gli studenti possono vederle oppure solo i docenti.</li>
+<li>Mostra Punti: Determina se i punteggi sono mostrati o meno. Le impostazioni sono tali per cui quello che vedono gli studenti pu&ograve; essere diverso da quello che vede docente.</li>
+<li>Mostra Percentuali: Determina se le percentuali sono mostrate o meno. Le impostazioni sono tali per cui quello che vedono gli studenti pu&ograve; essere diverso da quello che vede docente.</li>
<li>Mostra Valutazioni Alfabetiche: Determina se la lettera corrispondente alla valutazione alfabetica &egrave; mostrata o meno nel voto finale.</li>
<li>Valutazioni Alfabetiche: Determina se la valutazione alfabetica &egrave; calcolata usando la percentuale grezza o pesata.</li>
<li>Ristampa titoli di testa: Determina quante volte i titoli di testa vanno ristampati. Questo pu&ograve; aiutare nella visualizzazione dei risultati di una classe molto numerosa.</li>
-<li>Mostra Attivit&agrave; da valutare nascoste: Permette di mostrare o nascondere quelle attivit&agrave; impostate a 'nascosta'. Si applica solamente alla visualizzazzione per l'insegnante. Gli studenti non vedranno attivit&agrave; del registro delle valutazioni che non sono loro permesse. Se questa opzione &egrave; impostata a SI, i voti finali degli studenti includeranno anche le attivit&agrave; nascoste.</li>
+<li>Mostra Attivit&agrave; da valutare nascoste: Permette di mostrare o nascondere quelle attivit&agrave; impostate a 'nascosta'. Si applica solamente alla visualizzazzione per docente. Gli studenti non vedranno attivit&agrave; del registro delle valutazioni che non sono loro permesse. Se questa opzione &egrave; impostata a SI, i voti finali degli studenti includeranno anche le attivit&agrave; nascoste.</li>
</ul>
View
4 lang/it/help/grade/teacher.html
@@ -1,9 +1,9 @@
-<p align="center"><b>Valutazioni (Insegnante)</b></p>
+<p align="center"><b>Valutazioni (docente)</b></p>
<p>La prima volta che si visita il registro delle valutazioni, questo sar&agrave; mostrato nel modo normale o semplice.
Si potranno vedere tutti gli studenti, i loro voti per ogni attivit&agrave; oggetto di valutazione, e un totale per ogni studente. </p>
<ul>
<li>L'elenco degli studenti pu&ograve; essere ordinato per cognome o nome cliccando i relativi link in testa alla colonna Studente o a destra o a sinistra. L'elenco inizialmente &egrave; ordinato per cognome.</li>
-<li>I nomi degli studenti sono link che permettono di visualizzare solamente i singoli studenti e i loro voti. Questo &egrave; utile quando uno studente guarda il registro con l'insegnante e si vuole proteggere la riservatezza dei voti degli altri studenti.</li>
+<li>I nomi degli studenti sono link che permettono di visualizzare solamente i singoli studenti e i loro voti. Questo &egrave; utile quando uno studente guarda il registro con docente e si vuole proteggere la riservatezza dei voti degli altri studenti.</li>
<li>I pulsanti nella parte alta permettono di scaricare sul proprio computer un foglio Excel o un file testo tabulato contenenti tutte le valutazioni del corso.</li>
<li>Il titolo principale &egrave; 'Valutazioni' se si utilizza il modo normale (default). Altrimenti &egrave; 'Valutazioni per categoria' se in Preferenze si &egrave; impostato 'Usa Opzioni Avanzate' e possono essere visualizzate tutte o le sole categorie scelte.</li>
<li>Nella parte centrale sono mostrate tutte le valutazioni delle attivit&agrave; di un corso (o solo una particolare categoria nel modo avanzato).
View
8 lang/it/help/hotpot/mods.html
@@ -1,5 +1,5 @@
-<p><img src="<?php echo $CFG->wwwroot?>/mod/hotpot/icon.gif" alt="Hot Potatoes" />&nbsp;<strong>Hot Potatoes</strong></p>
-<p>Il modulo &quot;HotPot&quot; permette agli insegnanti di gestire in Moodle i quiz generati con <a href="http://web.uvic.ca/hrd/halfbaked/" target="blank">Hot Potatoes </a>.<br />
-I quiz una volta creati sul computer dell'insegnante, devono essere caricati nel corso di destinazione.
-Dopo che gli studenti hanno eseguito i quiz, sono disponibili una serie di report che mostrano le risposte date ad ogni singola domanda e una serie di dati statistici relativi alle valutazioni ottenute.
+<p><img src="<?php echo $CFG->wwwroot?>/mod/hotpot/icon.gif" alt="Hot Potatoes" />&nbsp;<strong>Hot Potatoes</strong></p>
+<p>Il modulo &quot;HotPot&quot; permette ai docenti di gestire in Moodle i quiz generati con <a href="http://web.uvic.ca/hrd/halfbaked/" target="blank">Hot Potatoes </a>.<br />
+I quiz una volta creati sul computer del docente, devono essere caricati nel corso di destinazione.
+Dopo che gli studenti hanno eseguito i quiz, sono disponibili una serie di report che mostrano le risposte date ad ogni singola domanda e una serie di dati statistici relativi alle valutazioni ottenute.
</p>
View
94 lang/it/help/hotpot/reportcontent.html
@@ -1,48 +1,48 @@
-<p align="center"><strong>Tipi di rapporto</strong></p>
-<p>Sono selezionabili diverse tipologie di rapporto:</p>
-<div class="indent">
- <p><strong>Sommario</strong><br/>
- Il Sommario mostra l'elenco dei tentativi fatti: sono compresi quelli non completati, ma non quelli ancora in corso. Sono mostrati l'immagine e il nome di ogni utente, la valutazione massima assegnata al quiz, il punteggio ottenuto e il tempo impiegato per ogni tentativo. Tramite gli appositi bottoni i tentativi possono essere cancellati completamente o dopo aver operato una selezione.</p>
- <p><strong>Statistiche semplici<br/>
- </strong>Mostra l'elenco di tutti i tentativi completati relativi al quiz. I tentativi con lo status &quot;non completato&quot; o &quot;in corso&quot; non sono inclusi in questa statistica. Vengono mostrati l'immagine e il nome di ogni utente, la valutazione massima assegnata al quiz, il punteggio ottenuto per ogni domanda in ogni tentativo. Viene anche fornita una media delle valutazioni ottenute per ogni singola domanda e per l'intero quiz.</p>
-</div>
-<div class="indent"><strong>Statistiche dettagliate</strong> <br/>
- Mostra i dettagli di tutti i tentativi completati del quiz, quelli con lo status &quot;abbandonato&quot; o &quot;in corso&quot; non sono inclusi in questa statistica. Il rapporto mostra le seguenti tabelle:
- <ul>
- <li><a href="http://cvs.sourceforge.net/viewcvs.py/*checkout*/moodle/moodle/lang/en/help/hotpot/help.php?module=hotpot&amp;file=responsestable.html">Risposte dei singoli ad ogni elemento</a>: come ogni utente ha risposto ad ogni domanda in ognuno dei tentativi fatti per quel quiz.</li>
- <li><a href="http://cvs.sourceforge.net/viewcvs.py/*checkout*/moodle/moodle/lang/en/help/hotpot/help.php?module=hotpot&amp;file=analysistable.html">Analisi delle risposte agli elementi </a>: elenca tutte le risposte date ad ogni domanda e la frequenza di ogni risposta.</li>
-</ul></div>
-<div class="indent"><strong> Rapporto dei click per tentativo</strong> <br/>
-Mosta i dettagli di ogni click per ogni studente per ogni tentativo completato. Il rapporto pu&ograve; risultare molto vasto e pu&ograve; essere scaricato e visualizzato con un foglio di calcolo come Microsoft Excel. Dettagli delle colonne di questo rapporto sono disponibili nel file di help <a href="http://cvs.sourceforge.net/viewcvs.py/*checkout*/moodle/moodle/lang/en/help/hotpot/help.php?module=hotpot&amp;file=clickreporttable.html">tabella dei click per tentativo</a>.
-</div>
-<p><strong>Selezionare un corso</strong></p>
-<div class="indent">
- <p><strong>Questo corso</strong><br/>
- Verranno mostrate le risposte dei partecipanti del corso corrente</p>
-</div>
-<div class="indent">
- <p><strong>Tutti i miei corsi</strong> <br/>
- Verranno mostrate le risposte di tutti i partecipanti di tutti i corsi in cui sono utilizzati i quiz e di cui si &egrave; l'insegnante.<br/>
- Il quiz per essere utilizzato in pi&ugrave; corsi deve essere caricato nella cartella dei file del sito. <strong>Questa opzione &egrave; disponibile solo per gli amministratori del sito</strong>.</p>
- </div>
-<div class="indent">
- <p><strong>Selezionare gli utenti</strong></p>
- <p><strong>Tutti i partecipanti</strong><br/>
- Verranno mostrate le risposte degli studenti, degli insegnati, dei creatori del corso, degli amministratori e anche le risposte degli utenti &quot;ospiti&quot;.
- </p>
- <p><strong>Studenti</strong><br/>
-Verranno mostrate le risposte degli studenti del corso e non saranno incluse le risposte degli insegnanti.</p>
-<p><strong>Singolo studente</strong><br/>
-Verranno mostrate le risposte solo dello studende selezionato</p>
-</div>
-<p><strong>Selezionare le valutazioni </strong></p>
-<div class="indent">
-<p><strong>Tutti i tentativi </strong><br/>
-Verranno mostrate le risposte per tutti i tentativi effettuati da ogni utente</p>
-<p><strong>Tentativi migliori </strong><br/>
-Verranno mostrati solo le risposte con il punteggio migliore di ogni utente</p>
-<p><strong>Primo tentativo </strong><br/>
-Verranno mostrate le risposte relative al primo tentativo di ogni utente</p>
-<p><strong>Ultimo tentativo </strong><br/>
-Verranno mostrate le risposte relative all'ultimo tentativo di ogni utente</p>
+<p align="center"><strong>Tipi di rapporto</strong></p>
+<p>Sono selezionabili diverse tipologie di rapporto:</p>
+<div class="indent">
+ <p><strong>Sommario</strong><br/>
+ Il Sommario mostra l'elenco dei tentativi fatti: sono compresi quelli non completati, ma non quelli ancora in corso. Sono mostrati l'immagine e il nome di ogni utente, la valutazione massima assegnata al quiz, il punteggio ottenuto e il tempo impiegato per ogni tentativo. Tramite gli appositi bottoni i tentativi possono essere cancellati completamente o dopo aver operato una selezione.</p>
+ <p><strong>Statistiche semplici<br/>
+ </strong>Mostra l'elenco di tutti i tentativi completati relativi al quiz. I tentativi con lo status &quot;non completato&quot; o &quot;in corso&quot; non sono inclusi in questa statistica. Vengono mostrati l'immagine e il nome di ogni utente, la valutazione massima assegnata al quiz, il punteggio ottenuto per ogni domanda in ogni tentativo. Viene anche fornita una media delle valutazioni ottenute per ogni singola domanda e per l'intero quiz.</p>
+</div>
+<div class="indent"><strong>Statistiche dettagliate</strong> <br/>
+ Mostra i dettagli di tutti i tentativi completati del quiz, quelli con lo status &quot;abbandonato&quot; o &quot;in corso&quot; non sono inclusi in questa statistica. Il rapporto mostra le seguenti tabelle:
+ <ul>
+ <li><a href="http://cvs.sourceforge.net/viewcvs.py/*checkout*/moodle/moodle/lang/en/help/hotpot/help.php?module=hotpot&amp;file=responsestable.html">Risposte dei singoli ad ogni elemento</a>: come ogni utente ha risposto ad ogni domanda in ognuno dei tentativi fatti per quel quiz.</li>
+ <li><a href="http://cvs.sourceforge.net/viewcvs.py/*checkout*/moodle/moodle/lang/en/help/hotpot/help.php?module=hotpot&amp;file=analysistable.html">Analisi delle risposte agli elementi </a>: elenca tutte le risposte date ad ogni domanda e la frequenza di ogni risposta.</li>
+</ul></div>
+<div class="indent"><strong> Rapporto dei click per tentativo</strong> <br/>
+Mosta i dettagli di ogni click per ogni studente per ogni tentativo completato. Il rapporto pu&ograve; risultare molto vasto e pu&ograve; essere scaricato e visualizzato con un foglio di calcolo come Microsoft Excel. Dettagli delle colonne di questo rapporto sono disponibili nel file di help <a href="http://cvs.sourceforge.net/viewcvs.py/*checkout*/moodle/moodle/lang/en/help/hotpot/help.php?module=hotpot&amp;file=clickreporttable.html">tabella dei click per tentativo</a>.
+</div>
+<p><strong>Selezionare un corso</strong></p>
+<div class="indent">
+ <p><strong>Questo corso</strong><br/>
+ Verranno mostrate le risposte dei partecipanti del corso corrente</p>
+</div>
+<div class="indent">
+ <p><strong>Tutti i miei corsi</strong> <br/>
+ Verranno mostrate le risposte di tutti i partecipanti di tutti i corsi in cui sono utilizzati i quiz e di cui si &egrave; docente.<br/>
+ Il quiz per essere utilizzato in pi&ugrave; corsi deve essere caricato nella cartella dei file del sito. <strong>Questa opzione &egrave; disponibile solo per gli amministratori del sito</strong>.</p>
+ </div>
+<div class="indent">
+ <p><strong>Selezionare gli utenti</strong></p>
+ <p><strong>Tutti i partecipanti</strong><br/>
+ Verranno mostrate le risposte degli studenti, degli insegnati, dei creatori del corso, degli amministratori e anche le risposte degli utenti &quot;ospiti&quot;.
+ </p>
+ <p><strong>Studenti</strong><br/>
+Verranno mostrate le risposte degli studenti del corso e non saranno incluse le risposte dei docenti.</p>
+<p><strong>Singolo studente</strong><br/>
+Verranno mostrate le risposte solo dello studende selezionato</p>
+</div>
+<p><strong>Selezionare le valutazioni </strong></p>
+<div class="indent">
+<p><strong>Tutti i tentativi </strong><br/>
+Verranno mostrate le risposte per tutti i tentativi effettuati da ogni utente</p>
+<p><strong>Tentativi migliori </strong><br/>
+Verranno mostrati solo le risposte con il punteggio migliore di ogni utente</p>
+<p><strong>Primo tentativo </strong><br/>
+Verranno mostrate le risposte relative al primo tentativo di ogni utente</p>
+<p><strong>Ultimo tentativo </strong><br/>
+Verranno mostrate le risposte relative all'ultimo tentativo di ogni utente</p>
</div>
View
88 lang/it/help/hotpot/reportselector.html
@@ -1,45 +1,45 @@
-<p align="center"><strong>Scegliere un rapporto </strong></p>
-<p>E' possibile indicare diversi criteri di selezione e diversi formati di emissione per i rapporti dei quiz Hot Potatoes.</p>
-<dl>
- <dt><strong>Selezionare un corso (solo per gli amministratori) </strong></dt>
- <dd><strong>Questo corso</strong><br/>
- Verranno mostrate le risposte dei partecipanti del corso corrente</dd>
- <dd><strong>Tutti i miei corsi</strong><br/>
- Verranno mostrate le risposte di tutti i partecipanti di tutti i corsi in cui sono utilizzati i quiz e di cui si &egrave; l'insegnante.
-Il quiz per essere utilizzato in pi&ugrave; corsi deve essere caricato nella cartella dei file del sito. <strong>Questa opzione &egrave; disponibile solo per gli amministratori del sito.</strong>
-</dd>
-</dl>
-<dl>
- <dt><strong>Selezionare gli utenti</strong></dt>
- <dd><strong>Tutti i partecipanti</strong><br/>
- Verranno mostrate le risposte degli studenti, degli insegnati, dei creatori del corso, degli amministratori e anche le risposte degli utenti &quot;ospiti&quot;.
- </dd>
- <dd><strong>Studenti</strong><br/>
- Verranno mostrate le risposte degli studenti del corso e non saranno incluse le risposte degli insegnanti.
- </dd>
-</dl>
-<dl>
-<dt><strong>Selezionare le valutazioni</strong></dt>
- <dd><strong>Tutti i tentativi </strong><br/>
- Verranno mostrate le risposte per tutti i tentativi effettuati da ogni utente </dd>
- <dd><strong>Tentativi migliori </strong><br/>
- Verranno mostrati solo le risposte con il punteggio migliore di ogni utente</dd>
- </dl>
- <dl>
- <dt><strong>Tipi di rapporto</strong></dt>
-<dd><strong>Sommario</strong><br/>
- Il Sommario mostra l'elenco dei tentativi fatti: sono compresi quelli non completati, ma non quelli ancora in corso. Sono mostrati l'immagine e il nome di ogni utente, la valutazione massima assegnata al quiz, il punteggio ottenuto e il tempo impiegato per ogni tentativo. Tramite gli appositi bottoni i tentativi possono essere cancellati completamente o dopo aver operato una selezione.
-</dd>
-<dd><strong>Statistiche semplici</strong><br/>
-Mostra l'elenco di tutti i tentativi completati relativi al quiz. I tentativi con lo status &quot;non completato&quot; o &quot;in corso&quot; non sono inclusi in questa statistica. Vengono mostrati l'immagine e il nome di ogni utente, la valutazione massima assegnata al quiz, il punteggio ottenuto per ogni domanda in ogni tentativo. Viene anche fornita una media delle valutazioni ottenute per ogni singola domanda e per l'intero quiz. I dettagli dei quiz possono essere scaricati in formato Excel o in formato testo.
-</dd>
-<dd><strong>Statistiche dettagliate</strong><br/>
- Mostra i dettagli di tutti i tentativi completati del quiz, quelli con lo status &quot;abbandonato&quot; o &quot;in corso&quot; non sono inclusi in questa statistica. Il rapporto mostra le seguenti tabelle:
- </dd>
- </dl>
- <ul>
- <li>Risposte dei singoli ad ogni elemento: come ogni utente ha risposto ad ogni domanda in ognuno dei tentativi fatti per quel quiz</li>
- <li>Analisi delle risposte agli elementi: elenca tutte le risposte date ad ogni domanda e la frequenza di ogni risposta</li>
-</ul>
-<dl><dd>I dettagli mostrati in questo rapporto possono essere scaricati in formato Excel o formato testo.</dd>
+<p align="center"><strong>Scegliere un rapporto </strong></p>
+<p>E' possibile indicare diversi criteri di selezione e diversi formati di emissione per i rapporti dei quiz Hot Potatoes.</p>
+<dl>
+ <dt><strong>Selezionare un corso (solo per gli amministratori) </strong></dt>
+ <dd><strong>Questo corso</strong><br/>
+ Verranno mostrate le risposte dei partecipanti del corso corrente</dd>
+ <dd><strong>Tutti i miei corsi</strong><br/>
+ Verranno mostrate le risposte di tutti i partecipanti di tutti i corsi in cui sono utilizzati i quiz e di cui si &egrave; docente.
+Il quiz per essere utilizzato in pi&ugrave; corsi deve essere caricato nella cartella dei file del sito. <strong>Questa opzione &egrave; disponibile solo per gli amministratori del sito.</strong>
+</dd>
+</dl>
+<dl>
+ <dt><strong>Selezionare gli utenti</strong></dt>
+ <dd><strong>Tutti i partecipanti</strong><br/>
+ Verranno mostrate le risposte degli studenti, degli insegnati, dei creatori del corso, degli amministratori e anche le risposte degli utenti &quot;ospiti&quot;.
+ </dd>
+ <dd><strong>Studenti</strong><br/>
+ Verranno mostrate le risposte degli studenti del corso e non saranno incluse le risposte dei docenti.
+ </dd>
+</dl>
+<dl>
+<dt><strong>Selezionare le valutazioni</strong></dt>
+ <dd><strong>Tutti i tentativi </strong><br/>
+ Verranno mostrate le risposte per tutti i tentativi effettuati da ogni utente </dd>
+ <dd><strong>Tentativi migliori </strong><br/>
+ Verranno mostrati solo le risposte con il punteggio migliore di ogni utente</dd>
+ </dl>
+ <dl>
+ <dt><strong>Tipi di rapporto</strong></dt>
+<dd><strong>Sommario</strong><br/>
+ Il Sommario mostra l'elenco dei tentativi fatti: sono compresi quelli non completati, ma non quelli ancora in corso. Sono mostrati l'immagine e il nome di ogni utente, la valutazione massima assegnata al quiz, il punteggio ottenuto e il tempo impiegato per ogni tentativo. Tramite gli appositi bottoni i tentativi possono essere cancellati completamente o dopo aver operato una selezione.
+</dd>
+<dd><strong>Statistiche semplici</strong><br/>
+Mostra l'elenco di tutti i tentativi completati relativi al quiz. I tentativi con lo status &quot;non completato&quot; o &quot;in corso&quot; non sono inclusi in questa statistica. Vengono mostrati l'immagine e il nome di ogni utente, la valutazione massima assegnata al quiz, il punteggio ottenuto per ogni domanda in ogni tentativo. Viene anche fornita una media delle valutazioni ottenute per ogni singola domanda e per l'intero quiz. I dettagli dei quiz possono essere scaricati in formato Excel o in formato testo.
+</dd>
+<dd><strong>Statistiche dettagliate</strong><br/>
+ Mostra i dettagli di tutti i tentativi completati del quiz, quelli con lo status &quot;abbandonato&quot; o &quot;in corso&quot; non sono inclusi in questa statistica. Il rapporto mostra le seguenti tabelle:
+ </dd>
+ </dl>
+ <ul>
+ <li>Risposte dei singoli ad ogni elemento: come ogni utente ha risposto ad ogni domanda in ognuno dei tentativi fatti per quel quiz</li>
+ <li>Analisi delle risposte agli elementi: elenca tutte le risposte date ad ogni domanda e la frequenza di ogni risposta</li>
+</ul>
+<dl><dd>I dettagli mostrati in questo rapporto possono essere scaricati in formato Excel o formato testo.</dd>
</dl>
View
34 lang/it/help/hotpot/studentfeedback.html
@@ -1,18 +1,18 @@
-<p align="center"><strong>Commento dello studente </strong></p>
-<p>Se questa opzione &egrave; attiva, ogni volta che lo studente valida la sua risposta, un link su una finestra di popup gli permetter&agrave;
-di inviare un commento al docente circa la domanda.<br/> Possono essere scelte le seguenti opzioni: </p>
-<dl>
- <dt><strong>Nessuno</strong></dt>
- <dd>Non sar&agrave; visualizzata nessuna finestra di commento</dd>
- <dt><strong>Pagina Web</strong></dt>
- <dd>Una pagina web sar&agrave; visualizzata nella finestra di commento. E' necessario inserire l'URL della pagina web, ad esempio:
- <tt>http://myserver.com/feedbackform.html</tt></dd>
- <dt><strong> Form di commento</strong></dt>
- <dd>Verr&agrave; visualizzata una form standard per spedire un messaggio di posta, come formmail.pl. E' possibile anche inserire l'URL, ad esempio:
- <tt>http://myserver.com/cgi-bin/formmail.pl</tt></dd>
- <dt><strong> Forum di Moodle</strong></dt>
- <dd>Verr&agrave; visualizzato l'elenco dei forum del corso </dd>
- <dt><strong>Messaggio di Moodle </strong></dt>
- <dd>Verr&agrave; visualizzata la finestra di invio messaggio di Moodle. Se il corso ha pi&ugrave; insegnanti,
- lo studente potr&agrave; scegliere a chi inviare il messaggio</dd>
+<p align="center"><strong>Commento dello studente </strong></p>
+<p>Se questa opzione &egrave; attiva, ogni volta che lo studente valida la sua risposta, un link su una finestra di popup gli permetter&agrave;
+di inviare un commento al docente circa la domanda.<br/> Possono essere scelte le seguenti opzioni: </p>
+<dl>
+ <dt><strong>Nessuno</strong></dt>
+ <dd>Non sar&agrave; visualizzata nessuna finestra di commento</dd>
+ <dt><strong>Pagina Web</strong></dt>
+ <dd>Una pagina web sar&agrave; visualizzata nella finestra di commento. E' necessario inserire l'URL della pagina web, ad esempio:
+ <tt>http://myserver.com/feedbackform.html</tt></dd>
+ <dt><strong> Form di commento</strong></dt>
+ <dd>Verr&agrave; visualizzata una form standard per spedire un messaggio di posta, come formmail.pl. E' possibile anche inserire l'URL, ad esempio:
+ <tt>http://myserver.com/cgi-bin/formmail.pl</tt></dd>
+ <dt><strong> Forum di Moodle</strong></dt>
+ <dd>Verr&agrave; visualizzato l'elenco dei forum del corso </dd>
+ <dt><strong>Messaggio di Moodle </strong></dt>
+ <dd>Verr&agrave; visualizzata la finestra di invio messaggio di Moodle. Se il corso ha pi&ugrave; docenti,
+ lo studente potr&agrave; scegliere a chi inviare il messaggio</dd>
</dl>
View
2 lang/it/help/index.html
@@ -20,7 +20,7 @@
<li><a href="help.php?file=courseuploadsize.html">Dimensione massima file inviati</a>
<li><a href="help.php?file=courseavailability.html">Disponibilit&agrave; corso</a>
<li><a href="help.php?file=courseformats.html">Formato dei corsi</a>
- <li><a href="help.php?file=teachers.html">Insegnanti</a>
+ <li><a href="help.php?file=teachers.html">Docenti</a>
<li><a href="help.php?file=courseidnumber.html">Matricola del corso</a>
<li><a href="help.php?file=mods.html">Moduli</a>
<li><a href="help.php?file=coursenewsitems.html">News da mostrare</a>
View
2 lang/it/help/journal/mods.html
@@ -2,6 +2,6 @@
<UL>
<P>Questa &egrave; un'attivit&agrave; molto importante per registrare delle riflessioni.
L'insegnate chiede allo studente di esprimere una riflessione su un particolare argomento, e lo studente pu&ograve; rispondere e successivamente migliorare la sua risposta nel tempo.
-Questa risposta &egrave; riservata e pu&ograve; essere vista solamente dall'insegnante, che pu&ograve; inviare una nota di risposta e pu&ograve; esprimere una valutazione per ogni Diario presente nel corso.
+Questa risposta &egrave; riservata e pu&ograve; essere vista solamente dal docente, che pu&ograve; inviare una nota di risposta e pu&ograve; esprimere una valutazione per ogni Diario presente nel corso.
E' una buona idea avere in media una attivit&agrave; di tipo Diario per ogni settimana di corso.</P>
</UL>
View
2 lang/it/help/lesson/handlingofretakes.html
@@ -1,3 +1,3 @@
<p align="center"><b>Valutazione delle ripetizioni</b></p>
-<p>Quando ai partecipanti &egrave; permesso di ripetere la lezione, questa opzione d&agrave; all'insegnante la facolt&agrave; di scegliere come mostrare il voto preso nella lezione, per esempio, nella pagina dei voti. Tale voto pu&ograve; essere la <B>media </B>dei voti presi nei vari tentativi o pu&ograve; essere il voto preso nel tentativo <B>migliore</B>. </p>
+<p>Quando ai partecipanti &egrave; permesso di ripetere la lezione, questa opzione d&agrave; al docente la facolt&agrave; di scegliere come mostrare il voto preso nella lezione, per esempio, nella pagina dei voti. Tale voto pu&ograve; essere la <B>media </B>dei voti presi nei vari tentativi o pu&ograve; essere il voto preso nel tentativo <B>migliore</B>. </p>
<p>Questa opzione pu&ograve; essere modificata in ogni momento.</p>
View
2 lang/it/help/lesson/import.html
@@ -3,7 +3,7 @@
<P>Sono supportati diversi formati di file:</P>
<P><B>Formato GIFT</B></P>
<ul>
-<p>GIFT &egrave; il pi&ugrave; completo formato di importazione disponibile per caricare le domande di un quiz da un file di testo. E' stato progettato per offrire agli insegnanti un metodo semplice per scrivere le domande sotto forma di un semplice testo. Supporta i vari tipi di domande a Risposta multipla, Vero/Falso, Risposta breve, Corrispondenze, Numeriche e anche l'inserimento di un _____ per il formato &quot;parola mancante&quot;.
+<p>GIFT &egrave; il pi&ugrave; completo formato di importazione disponibile per caricare le domande di un quiz da un file di testo. E' stato progettato per offrire ai docenti un metodo semplice per scrivere le domande sotto forma di un semplice testo. Supporta i vari tipi di domande a Risposta multipla, Vero/Falso, Risposta breve, Corrispondenze, Numeriche e anche l'inserimento di un _____ per il formato &quot;parola mancante&quot;.
Differenti tipi di domanda possono essere mischiati in un unico file di testo, e il formato supporta anche righe di commento, nomi di domande, feedback, e voti pesati su base percentuale. Seguono alcuni esempi:</p>
<pre>
In quale isola &egrave; morto Napoleone? {~Elba ~Corsica =Sant'Elena}
View
2 lang/it/help/lesson/maxanswers.html
@@ -1,5 +1,5 @@
<p align="center"><b>Massimo numero di risposte</b></p>
-<p>Questo valore definisce il massimo numero di risposte che l'insegnante pu&ograve; utilizzare. Il valore default &egrave; 4. Se la lezione usa solamente domande del tipo Vero/Falso allora &egrave; opportuno impostare questo valore a 2.</p>
+<p>Questo valore definisce il massimo numero di risposte che docente pu&ograve; utilizzare. Il valore default &egrave; 4. Se la lezione usa solamente domande del tipo Vero/Falso allora &egrave; opportuno impostare questo valore a 2.</p>
<p>Questo parametro imposta anche il massimo numero di Rami che pu&ograve; essere usato in una Tabella di diramazione.</p>
View
2 lang/it/help/lesson/maxattempts.html
@@ -4,4 +4,4 @@
<p>L'impostazione a 'uno' di questo valore d&agrave; agli studenti una sola possibilit&agrave; di rispondere alle domande. Questo rende le Lezioni simili ai Quiz a parte il fatto che le domande sono presentate una per pagina.</p>
<p>Da notare che questo valore rappresenta un parametro globale che si applica a tutte le domande della lezione indipendentemente dal loro tipo.</p>
-<p>Da notare inoltre che questo parametro <b>non</b> vale per il controllo delle domande da parte dell'insegnante o per la sua navigazione attraverso la lezione. Il controllo del numero di tentativi si basa su valori memorizzati nel database e i tentativi di risposta da parte degli insegnanti non vengono memorizzati. Dopo tutto l'insegnante dovrebbe conoscere le risposte!</p>
+<p>Da notare inoltre che questo parametro <b>non</b> vale per il controllo delle domande da parte del docente o per la sua navigazione attraverso la lezione. Il controllo del numero di tentativi si basa su valori memorizzati nel database e i tentativi di risposta da parte dei docenti non vengono memorizzati. Dopo tutto docente dovrebbe conoscere le risposte!</p>
View
2 lang/it/help/lesson/minquestions.html
@@ -1,5 +1,5 @@
<p align="center"><b>Numero minimo di domande</b></p>
-<p>Quando una lezione contiene una o pi&ugrave; pagine di diramazione, l'insegnante dovrebbe impostare questo parametro. Il suo valore pone un limite minimo al numero di domande che si suppone siano state viste, quando viene calcolato il voto. Questo comunque non obbliga i partecipanti a rispondere a quel numero di domande.</p>
+<p>Quando una lezione contiene una o pi&ugrave; pagine di diramazione, docente dovrebbe impostare questo parametro. Il suo valore pone un limite minimo al numero di domande che si suppone siano state viste, quando viene calcolato il voto. Questo comunque non obbliga i partecipanti a rispondere a quel numero di domande.</p>
<p>Per esempio, impostando questo parametro a 20, si garantisce che i voti saranno valutati come se i partecipanti hanno visto <B>almeno </B>questo numero di domande. Supponiamo che uno studente ha visto un solo ramo della lezione con, per esempio, 5 pagine e risponde correttamente a tutte le corrispondenti domande. Quindi termina la lezione supponendo che le domande siano finite. Se il &quot;numero minimo di domande&quot; non &egrave; stato impostato, allora il suo voto sar&agrave; 5 su 5, cio&egrave; 100%. Ma se il parametro &egrave; stato impostato a 20, il suo voto sar&agrave; ridotto a 5 su 20, cio&egrave; 25%. Nel caso di un altro studente che attraversa tutti i rami della lezione, vedendo, per esempio, tutte le 25 pagine e corrispondenti domande e rispondendo a tutte meno due, il suo voto sar&agrave; 23 su 25, cio&egrave; 92%.</p>
<p>Se questo parametro viene utilizzato, allora la pagina di apertura della lezione dovrebbe dire qualcosa del tipo:<p>
<p><blockquote>In questa lezione ci si aspetta che proviate a rispondere almeno a &quot;n&quot; domande. Potete anche provarne un numero maggiore, ma se ne tentate un numero inferiore, tenete presente che il vostro voto sar&agrave; calcolato come se ne aveste provate &quot;n&quot;.</blockquote></p>
View
2 lang/it/help/lesson/nextpageaction.html
@@ -4,5 +4,5 @@
<p>Comunque una lezione pu&ograve; anche essere utilizzata come un compito di tipo <i>Flash Card</i>. Allo studente sono mostrate delle informazioni (eventualmente) e una domanda, in un ordine casuale. Non c'&egrave; un inizio e non c'&egrave; una fine. Solo un insieme di <i>Cards (Schede)</i> visualizzate una dopo l'altra in nessun ordine particolare.</p>
<p>Questa opzione offre due varianti molto simili del comportamento tipo Flash Card. L'opzione &quot;Mostra una pagina non vista&quot; non fa mai vedere la stessa pagina due volte (anche se lo studente <b>non</b> risponde correttamente alla domanda associata con la Card). L'altra opzione (non default) &quot;Mostra una pagina non risposta&quot; permette allo studente di vedere anche pagine gi&agrave; mostrate, ma solo se ha sbagliato la risposta associata a quella pagina.</p>
-<p>Nell'uno e nell'altro tipo di lezioni Flash-Card l'insegnante pu&ograve; decidere se usare tutte le Pagine/Schede della lezione o solamente una parte scelta a caso. Questo &egrave; possibile attraverso il parametro &quot;Numero di pagine da mostrare&quot;.</p>
+<p>Nell'uno e nell'altro tipo di lezioni Flash-Card docente pu&ograve; decidere se usare tutte le Pagine/Schede della lezione o solamente una parte scelta a caso. Questo &egrave; possibile attraverso il parametro &quot;Numero di pagine da mostrare&quot;.</p>
View
10 lang/it/help/lesson/overview.html
@@ -6,15 +6,15 @@
<li>Ogni risposta pu&ograve; essere associata a un breve testo che viene mostrato se la risposta &egrave; stata scelta. Questo testo si chiama <b>Replica</b>.
<li>Associato con ogni risposta c'&egrave; un <b>salto</b>. Il salto pu&ograve; essere relativo - a questa pagina, alla pagina seguente - o assoluto - specificando una delle pagine nella lezione o la fine della lezione.
<li>Per default, la prima risposta salta alla <b>pagina seguente</b> nella lezione. Le risposte successive saltano alla stessa pagina, cio&egrave;, allo studente &egrave; mostrata ancora la stessa pagina, se non sceglie la prima risposta. Se si &egrave; gi&agrave; creato un cluster di domande con una fine del cluster, e la domanda &egrave; all'interno di esso, si pu&ograve; scegliere di saltare a una Domanda (casuale) non vista del cluster. Questa opzione non sar&agrave; mostrata se non si &egrave; in un cluster. Si pu&ograve; sempre aggiungere a delle domande un cluster con una fine del cluster.
-<li>La pagina seguente &egrave; determinata dall'<b>ordine logico</b> della lezione. Questo &egrave; l'ordine delle pagine come sono viste dall'insegnante. Questo ordine pu&ograve; essere modificato spostando le pagine all'interno della lezione.
-<li>La lezione ha anche un <b>ordine di navigazione</b>. Questo &egrave; l'ordine delle pagine come sono viste dagli studenti. Questo &egrave; determinato dai salti specificati per le singole risposte &egrave; pu&ograve; essere molto diverso dall'ordine logico. (Se i salti <i>non</i> sono cambiati dai loro valori di default, i due tipi di ordine sono strettamente correlati.) L'insegnante ha la possibilit&agrave; di controllare l'ordine di navigazione.
-<li>Quando vengono mostrate agli studenti, <b>le risposte sono normalmente mescolate</b>. Cio&egrave; la prima risposta dal punto di vista dell'insegnante, non necessariamente sar&agrave; la prima risposta nella lista mostrata agli studenti. (Inoltre, ogni volta che lo stesso set di risposte &egrave; visualizzato, queste appariranno probabilmente in un ordine diverso.) F&agrave; eccezione l'insieme di risposte nelle domande a corrispondenza, in questo caso le risposte sono mostrate nello stesso ordine definito dall'insegnante.
+<li>La pagina seguente &egrave; determinata dall'<b>ordine logico</b> della lezione. Questo &egrave; l'ordine delle pagine come sono viste dal docente. Questo ordine pu&ograve; essere modificato spostando le pagine all'interno della lezione.
+<li>La lezione ha anche un <b>ordine di navigazione</b>. Questo &egrave; l'ordine delle pagine come sono viste dagli studenti. Questo &egrave; determinato dai salti specificati per le singole risposte &egrave; pu&ograve; essere molto diverso dall'ordine logico. (Se i salti <i>non</i> sono cambiati dai loro valori di default, i due tipi di ordine sono strettamente correlati.) docente ha la possibilit&agrave; di controllare l'ordine di navigazione.
+<li>Quando vengono mostrate agli studenti, <b>le risposte sono normalmente mescolate</b>. Cio&egrave; la prima risposta dal punto di vista del docente, non necessariamente sar&agrave; la prima risposta nella lista mostrata agli studenti. (Inoltre, ogni volta che lo stesso set di risposte &egrave; visualizzato, queste appariranno probabilmente in un ordine diverso.) F&agrave; eccezione l'insieme di risposte nelle domande a corrispondenza, in questo caso le risposte sono mostrate nello stesso ordine definito dal docente.
<li>Il numero di risposte pu&ograve; variare da pagina a pagina. Per esempio, &egrave; possibile che alcune pagine terminano con una domanda del tipo Vero/Falso, mentre altre hanno domande con una risposta corretta e, per esempio, tre sbagliate.
<li>E' possibile impostare una pagina senza alcuna risposta. Agli studenti sar&agrave; mostrato un pulsante <b>Continua</b> invece del set di risposte mescolate.
<li>Se l'opzione di valutazione non &egrave; attiva, ai fini del calcolo della valutazione di default delle lezioni, le risposte <b>corrette</b> sono quelle che saltano alla pagina <i>seguente</i> rispetto a quella corrente, secondo l'ordine logico. Le risposte <b>errate</b> sono quelle che o saltano alla <i>stessa</i> pagina o saltano alla pagina <i>precedente</i> rispetto a quella corrente, secondo l'ordine logico. Cos&igrave;, se i salti <i>non</i> sono cambiati, la prima risposta &egrave; una risposta corretta, mentre le altre sono risposte errate.
<li>Se l'opzione di valutazione &egrave; attiva, la valutazione stessa di una risposta &egrave; determinata dal punteggio associato alla risposta e il punteggio totale ottenuto determina la frazione di punteggio totale della lezione, fino al massimo del 100%.</li>
<li>Le domande possono avere pi&ugrave; di una risposta corretta. Per esempio, se due risposte saltano alla stessa pagina, allora ogni risposta &egrave; da considerare corretta. (Anche se la pagina di destinazione mostrata agli studenti &egrave; la stessa, le repliche mostrate per arrivare a quella pagina possono anche essere differenti per le due risposte.)
-<li>Nella visualizzazione della lezione per l'insegnante, le risposte corrette hanno delle etichette risposta sottolineate.
+<li>Nella visualizzazione della lezione per docente, le risposte corrette hanno delle etichette risposta sottolineate.
<li>Le <b>Tabelle di diramazione</b> sono semplici pagine che hanno un insieme di link ad altre pagine della lezione. Tipicamente una Lezione pu&ograve; iniziare con una tabella di diramazione che funziona come un <b>Sommario</b> della lezione stessa.
<li>Ogni link in una tabella di diramazione ha due componenti, una descrizione e il titolo della pagina cui saltare.
<li>Una tabella di diramazione di fatto divide la lezione in un insieme di <b>rami</b> (o sezioni). Ogni ramo contiene un insieme di pagine (probabilmente tutte relative allo stesso argomento). La fine di un ramo &egrave; normalmente evidenziata da una pagina <b>Fine Ramo</b>. Questa &egrave; una pagina speciale che, per default, fa tornare indietro alla tabella di diramazione. (Il salto di &quot;ritorno&quot; in una pagina di fine ramo pu&ograve; essere cambiato, se richiesto, modificando la pagina.)
@@ -30,6 +30,6 @@
Con l'opzione di valutazione attivata, il voto &egrave; costituito dal punteggio ottenuto come percentuale dei punti totali previsti
(per esempio, 3 punti ottenuti in una lezione che vale 3 punti = 100% di 3 punti)
<li>Se la fine della lezione <i>non</i> &egrave; stata raggiunta, quando lo studente ritorna a quella lezione gli viene data la <b>scelta di ricominciare</b> dall'inizio o di riprendere la lezione dal punto in cui aveva dato l'ultima risposta corretta.
-<li>Per una lezione che permette la ripresa, l'insegnante ha la possibilit&agrave; di scelta tra la votazione migliore ottenuta o quella media, nella <b>determinazione del voto finale</b> della lezione. Questa valutazione &egrave; mostrata, per esempio, nella pagina dei Risultati.
+<li>Per una lezione che permette la ripresa, docente ha la possibilit&agrave; di scelta tra la votazione migliore ottenuta o quella media, nella <b>determinazione del voto finale</b> della lezione. Questa valutazione &egrave; mostrata, per esempio, nella pagina dei Risultati.
<li><b>Pagine cluster</b>: un cluster rappresenta un insieme di domande dal quale una o pi&ugrave; di queste possono essere scelte casualmente. I cluster dovrebbero essere completati con una pagina di Fine Cluster per ottenere i migliori effetti (altrimenti verr&agrave; assunta la pagina di Fine Lezione anche come Fine Cluster). Le domande di un cluster sono scelte casualmente selezionando &quot;Domanda non vista di un cluster&quot; nella definizione del &quot;Salto a&quot;. Le domande di un cluster possono sia saltare a un Fine Cluster per uscire, o saltare a un'altra domanda non vista del cluster, o saltare a qualunque altra pagina della lezione. Questo permette di creare, nell'ambito delle lezioni, scenari con elementi casuali.
</ol>
View
4 lang/it/help/lesson/questiontypes.html
@@ -5,7 +5,7 @@
<p> Ogni risposta pu&ograve; essere eventualmente seguita da una replica. Se non &egrave; definita una replica per una certa risposta, viene mostrata allo studente quella default &quot;Risposta corretta&quot; o &quot;Risposta errata&quot;.</p>
<p>E' possibile avere pi&ugrave; di una risposta corretta ad una domanda a risposta multipla. Le varie risposte corrette possono restituire agli studenti differenti repliche e far saltare a differenti pagine (seguenti) della lezione, ma non fanno variare il punteggio ottenuto, (cio&eacute;, alcune risposte <b>non</b> sono pi&ugrave; corrette di altre, almeno in termini di punteggio). E' anche possibile che tutte le risposte siano corrette e che portino lo studente a parti differenti (seguenti) della lezione in funzione di quale risposta &egrave; stata scelta.</p>
<p>C'&egrave; una variante del tipo di domanda a risposta multipla chiamata <b>&quot;Risposta multipla con pi&ugrave; scelte&quot;</b>. Questo tipo di domanda chiede allo studente di scegliere tutte le risposte corrette da un set di risposte. La domanda pu&ograve; dire o meno allo studente quante risposte corrette sono previste. Per esempio &quot;Quali dei seguenti furono Presidenti degli USA?&quot; non lo dice, mentre &quot;Scegli i due Presidenti degli USA dalla seguente lista&quot; lo dice. L'effettivo numero di risposte corrette pu&ograve; andare da <b>uno</b> fino al numero di scelte possibili. Una domanda del tipo a Risposta multipla con pi&ugrave; scelte con una sola risposta corretta <b>&egrave; differente</b> da una domanda a Risposta multipla poich&eacute; la prima d&agrave; allo studente la possibilit&agrave; di scegliere pi&ugrave; di una risposta, mentre la seconda no.</p>
-<p>Ancora, le risposte corrette sono contraddistinte da salti in avanti, mentre quelle sbagliate da salti alla stessa pagina o all'indietro. Quando c'&egrave; pi&ugrave; di una risposta corretta i salti dovrebbero andare tutti alla stessa pagina, e similmente con le risposte errate. Se <b>non</b> &egrave; cos&igrave;, viene evidenziata una segnalazione sulla lezione quando vista dall'insegnante. Una replica positiva, se opportuna, dovrebbe essere data alla prima risposta corretta e una negativo, sempre se opportuna, dovrebbe essere data alla prima risposta errata. Le repliche alle altre risposte non sono previste (senza segnalazioni).</p>
+<p>Ancora, le risposte corrette sono contraddistinte da salti in avanti, mentre quelle sbagliate da salti alla stessa pagina o all'indietro. Quando c'&egrave; pi&ugrave; di una risposta corretta i salti dovrebbero andare tutti alla stessa pagina, e similmente con le risposte errate. Se <b>non</b> &egrave; cos&igrave;, viene evidenziata una segnalazione sulla lezione quando vista dal docente. Una replica positiva, se opportuna, dovrebbe essere data alla prima risposta corretta e una negativo, sempre se opportuna, dovrebbe essere data alla prima risposta errata. Le repliche alle altre risposte non sono previste (senza segnalazioni).</p>
<li><b>Vero/Falso</b> La risposta a questo tipo di domanda ha solo due possibilit&agrave;, Vero o Falso. Lo studente &egrave; invitato a scegliere quale &egrave; quella giusta. Questo tipo di domanda &egrave; di fatto una domanda con risposta multipla con solo due scelte.</p></li>
<li><p><b>Risposta breve</b> Allo studente sono richieste poche parole come risposta.
Queste sono confrontate con una o pi&ugrave; risposte. Le risposte possono essere giuste o sbagliate. Ogni risposta pu&ograve; avere o meno un'eventuale replica. Se non &egrave; definita alcuna replica associata a una risposta, allo studente saranno mostrati i default &quot;Risposta corretta&quot; o &quot;Risposta errata&quot;. Se quanto scritto dallo studente non corrisponde ad alcuna risposta, la risposta &egrave; sbagliata e allo studente viene mostrata la replica negativa di default.</p>
@@ -21,5 +21,5 @@
<li><p><b>Corrispondenza</b> Le domande di questo tipo sono molto utili e flessibili. Consistono in una lista di nomi o frasi che devono corrispondere correttamente ad un'altra lista di nomi o frasi. Per esempio &quot;Metti in corrispondenza lo Stato con la Capitale&quot; con le due liste Giappone, Canada, Italia e Tokio, Ottawa e Roma. E' possibile avere termini ripetuti in una delle liste ma bisogna fare attenzione a scrivere in modo identico le ripetizioni. Per esempio &quot;Indovina la classe di questi animali&quot; con le liste Passero, Mucca, Formica, Cane e Uccello, Mammifero, Insetto, Mammifero. </p>
<p>Quando si crea una domanda di questo tipo i termini della prima lista vanno nei box Risposta, mentre i termini della seconda lista vanno nei box Replica. Una volta che la domanda &egrave; stata creata, vengono mostrate delle definizioni pi&ugrave; chiare. Quando lo studente indovina le corrispondenze viene utilizzato il salto definito sulla prima risposta. Una risposta sbagliata fa utilizzare il salto definito sulla seconda risposta. La domanda <b>non</b> prevede repliche personalizzate, allo studente viene detto quante corrispondenze sono state indovinate o se sono state indovinate tutte quante.</p>
<p>Diversamente dalle domande a Risposta multipla dove le risposte da scegliere sono mostrate in un ordine casuale, in questo caso la prima lista di termini <b>non</b> &egrave; alterata ma &egrave; mostrata nello stesso ordine in cui &egrave; stata inserita. Questo permette di costruire domande <b>&quot;Ordinate&quot;</b>. Considera, ad esempio, la domanda &quot;Metti i seguenti personaggi in ordine di nascita (i pi&ugrave; vecchi prima)&quot; con le liste 1., 2., 3., 4. e Longfellow, Lawrence, Lowell, Larkin. Ovviamente l'ordine della seconda lista &egrave; alterato prima che questa sia usata nella domanda.</p></li>
-<li><p><b>Testo</b> Le domande di questo tipo richiedono come risposta la scrittura di un testo da predisporre in un apposito box. Ovviamente non possono essere valutate automaticamente ma richiedono un intervento off line dell'insegnante che dopo aver scritto eventualmente una replica e assegnato un voto, notificher&agrave; i risultati via email all'interessato.</p></li>
+<li><p><b>Testo</b> Le domande di questo tipo richiedono come risposta la scrittura di un testo da predisporre in un apposito box. Ovviamente non possono essere valutate automaticamente ma richiedono un intervento off line del docente che dopo aver scritto eventualmente una replica e assegnato un voto, notificher&agrave; i risultati via email all'interessato.</p></li>
</ul>
View
2 lang/it/help/lesson/retake.html
@@ -1,5 +1,5 @@
<p align="center"><b>Possibilit&agrave; di riprovare la lezione</b></p>
-<p>Questa impostazione determina se agli studenti &egrave; permesso di seguire la lezione una sola o pi&ugrave; volte. L'insegnante pu&ograve; decidere se la lezione contiene materiale che gli studenti devono assolutamente conoscere. In questo caso dovrebbe essere permessa la possibilit&agrave; di ripetere la lezione. Se, comunque, il contenuto della lezione &egrave; usato pi&ugrave; a scopo di esame, allora agli studenti non dovrebbe essere offerta questa possibilit&agrave;.</p>
+<p>Questa impostazione determina se agli studenti &egrave; permesso di seguire la lezione una sola o pi&ugrave; volte. docente pu&ograve; decidere se la lezione contiene materiale che gli studenti devono assolutamente conoscere. In questo caso dovrebbe essere permessa la possibilit&agrave; di ripetere la lezione. Se, comunque, il contenuto della lezione &egrave; usato pi&ugrave; a scopo di esame, allora agli studenti non dovrebbe essere offerta questa possibilit&agrave;.</p>
<p>Quando gli studenti possono ripetere la lezione, il <B>voto</B> mostrato nella pagina dei risultati &egrave; il <b>migliore</b> ottenuto o &egrave; la <b>media</b> di quelli ottenuti nei vari tentativi. Il prossimo parametro determina quale delle due alternative &egrave; da utilizzare.</p>
<p>Da notare che l'<b>Analisi delle domande</b> utilizza sempre le risposte dei primi tentativi, mentre i tentativi successivi sono ignorati.</p>
<p>Per default questa opzione &egrave; impostata a <b>SI</b>, dando la possibilit&agrave; di ripetere la lezione. Solo in condizioni molto particolari dovrebbe essere impostata a <b>No</b>.
View
2 lang/it/help/quiz/export.html
@@ -8,7 +8,7 @@
<p>Sono supportati diversi formati di file:</p>
<p><b>Formato GIFT</b></p>
<ul>
-<p>GIFT &egrave; il pi&ugrave; completo formato di importazione/esportazione disponibile per esportare le domande di un quiz in un file di testo. E' stato progettato per offrire agli insegnanti un metodo semplice per scrivere le domande sotto forma di un semplice testo. Supporta i vari tipi di domande a Risposta multipla, Vero/Falso, Risposta breve, Corrispondenze, Numeriche e anche l'inserimento di un _____ per il formato &quot;parola mancante&quot;. Da notare che le domande di tipo Cloze non sono attualmente supportate. Differenti tipi di domanda possono essere mischiati in un unico file di testo, e il formato supporta anche righe di commento, nomi di domande, feedback, e voti pesati su base percentuale. Seguono alcuni esempi:</p>
+<p>GIFT &egrave; il pi&ugrave; completo formato di importazione/esportazione disponibile per esportare le domande di un quiz in un file di testo. E' stato progettato per offrire ai docenti un metodo semplice per scrivere le domande sotto forma di un semplice testo. Supporta i vari tipi di domande a Risposta multipla, Vero/Falso, Risposta breve, Corrispondenze, Numeriche e anche l'inserimento di un _____ per il formato &quot;parola mancante&quot;. Da notare che le domande di tipo Cloze non sono attualmente supportate. Differenti tipi di domanda possono essere mischiati in un unico file di testo, e il formato supporta anche righe di commento, nomi di domande, feedback, e voti pesati su base percentuale. Seguono alcuni esempi:</p>
<pre>
In quale isola &egrave; morto Napoleone? {~Elba ~Corsica =Sant'Elena}
Napoleone &egrave; morto nell'isola di {~Corsica =Sant'Elena ~Elba}.
View
2 lang/it/help/quiz/formatgift.html
@@ -118,7 +118,7 @@
=%25%Bethlemme#Ges&ugrave; &egrave; nato qui, ma non vi &egrave; cresciuto.}</pre>
<p>Notare che i due ultimi esempi sono essenzialmente la stessa domanda, la prima a risposte multiple, la seconda a risposta breve.</p>
<p><font size="-1">Notare che &egrave; possibile specificare pesi delle risposte che NON &egrave; possibile specificare attraverso l'interfaccia del browser.
- Questi pesi saranno calcolati correttamente (secondo il valore assegnato al momento dell'importazione), e appariranno normalmente agli studenti che fanno il test. Ma gli stessi pesi non appariranno normalmente agli insegnanti che li editano attraverso l'interfaccia delle domande di Moodle. Il menu a tendina ammette solo certi valori fissi e se il peso da assegnare non corrisponde ad alcuno di tali valori, non potr&agrave; essere visualizzato correttamente.
+ Questi pesi saranno calcolati correttamente (secondo il valore assegnato al momento dell'importazione), e appariranno normalmente agli studenti che fanno il test. Ma gli stessi pesi non appariranno normalmente ai docenti che li editano attraverso l'interfaccia delle domande di Moodle. Il menu a tendina ammette solo certi valori fissi e se il peso da assegnare non corrisponde ad alcuno di tali valori, non potr&agrave; essere visualizzato correttamente.
Se si edita una tale domanda attraverso l'interfaccia del browser, il peso della risposta cambier&agrave; in quello visualizzato.
</font></p>
<p><u>Risposte multiple:</u><br />
View
2 lang/it/help/quiz/import.html
@@ -3,7 +3,7 @@
<p>Sono supportati diversi formati di file:</p>
<p><b>Formato GIFT</b></p>
<ul>
-<p>GIFT &egrave; il pi&ugrave; completo formato di importazione disponibile per caricare le domande di un quiz da un file di testo. E' stato progettato per offrire agli insegnanti un metodo semplice per scrivere le domande sotto forma di un semplice testo. Supporta i vari tipi di domande a Risposta multipla, Vero/Falso, Risposta breve, Corrispondenze, Numeriche e anche l'inserimento di un _____ per il formato &quot;parola mancante&quot;.
+<p>GIFT &egrave; il pi&ugrave; completo formato di importazione disponibile per caricare le domande di un quiz da un file di testo. E' stato progettato per offrire ai docenti un metodo semplice per scrivere le domande sotto forma di un semplice testo. Supporta i vari tipi di domande a Risposta multipla, Vero/Falso, Risposta breve, Corrispondenze, Numeriche e anche l'inserimento di un _____ per il formato &quot;parola mancante&quot;.
Differenti tipi di domanda possono essere mischiati in un unico file di testo, e il formato supporta anche righe di commento, nomi di domande, feedback, e voti pesati su base percentuale. Seguono alcuni esempi:</p>
<pre>
In quale isola &egrave; morto Napoleone? {~Elba ~Corsica =Sant'Elena}
View
14 lang/it/help/quiz/mods.html
@@ -1,7 +1,7 @@
-<P><IMG VALIGN=absmiddle SRC="<?php echo $CFG->wwwroot?>/mod/quiz/icon.gif">&nbsp;<B>Quiz</B></P>
-<UL>
-<P>Questa attivit&agrave; permette all'insegnante di progettare e realizzare dei test che possono consistere in domande a scelta multipla, domande con risposta vero-falso, domande con brevi risposte e altri tipi di domande.
-Queste domande sono conservate in una banca dati organizzata per categorie di domande, e possono essere riutilizzate all'interno dello stesso corso o di corsi differenti.
-I Quiz possono permettere ripetuti tentativi di risposta. Ogni tentativo &egrave; automaticamente registrato, e l'insegnante pu&ograve; scegliere se inviare un feedback e/o mostrare le risposte corrette.
-I Quiz includono il sistema per valutare le risposte.</P>
-</UL>
+<P><IMG VALIGN=absmiddle SRC="<?php echo $CFG->wwwroot?>/mod/quiz/icon.gif">&nbsp;<B>Quiz</B></P>
+<UL>
+<P>Questa attivit&agrave; permette al docente di progettare e realizzare dei test che possono consistere in domande a scelta multipla, domande con risposta vero-falso, domande con brevi risposte e altri tipi di domande.
+Queste domande sono conservate in una banca dati organizzata per categorie di domande, e possono essere riutilizzate all'interno dello stesso corso o di corsi differenti.
+I Quiz possono permettere ripetuti tentativi di risposta. Ogni tentativo &egrave; automaticamente registrato, e docente pu&ograve; scegliere se inviare un feedback e/o mostrare le risposte corrette.
+I Quiz includono il sistema per valutare le risposte.</P>
+</UL>
View
2 lang/it/help/resource/mods.html
@@ -1,5 +1,5 @@
<P><IMG VALIGN=absmiddle SRC="<?php echo $CFG->wwwroot?>/mod/resource/icon.gif">&nbsp;<B>Risorsa</B></P>
<UL>
-<P>Le Risorse sono i contenuti: le informazioni che l'insegnante vuole mettere dentro il corso.
+<P>Le Risorse sono i contenuti: le informazioni che docente vuole mettere dentro il corso.
Queste possono essere costituite da files opportuni caricati nel server del corso; possono essere pagine editate direttamente in Moodle; oppure pagine web esterne che appariranno come parte del corso.</P>
</UL>
View
4 lang/it/help/scales.html
@@ -1,5 +1,5 @@
<p align="center"><b>Scale di valutazione</b></p>
-<p>Gli insegnanti possono creare scale di valutazione personalizzate utilizzabili
+<p>I docenti possono creare scale di valutazione personalizzate utilizzabili
in qualsiasi attivit&agrave; valutativa.</p>
<p>E' preferibile assegnare alle scale di valutazione dei nomi che le identifichino
in modo chiaro: il nome infatti apparir&agrave; nella lista drop-down delle scale
@@ -12,7 +12,7 @@
Ottimo</i></blockquote>
<p>Le scale di valutazione personalizzate possono includere una descrizione
del loro significato e suggerimenti su come potrebbero essere impiegate.
- Questa descrizione apparir&agrave; nelle pagine di help degli Insegnanti e degli Studenti.</p>
+ Questa descrizione apparir&agrave; nelle pagine di help dei docenti e degli Studenti.</p>
<p>E' anche possibile definire una o pi&ugrave; scale di valutazione &quot;standard&quot;
a livello di sito. Queste scale le pu&ograve; definire , l'amministratore del sistema
e saranno disponibili in tutti i corsi.</p>
View
2 lang/it/help/survey/mods.html
@@ -1,5 +1,5 @@
<P><IMG VALIGN=absmiddle SRC="<?php echo $CFG->wwwroot?>/mod/survey/icon.gif">&nbsp;<B>Sondaggio</B></P>
<UL>
<P>Il Sondaggio offre un certo numero di strumenti di verifica che si sono dimostrati utili per stimolare e migliorare l'apprendimento in un ambiente online.
-Gli insegnanti possono raccogliere dagli studenti quelle informazioni che li aiuteranno a conoscere meglio la classe e a riflettere sul proprio modo di insegnare.</P>
+I docenti possono raccogliere dagli studenti quelle informazioni che li aiuteranno a conoscere meglio la classe e a riflettere sul proprio modo di insegnare.</P>
</UL>
View
2 lang/it/help/surveys.html
@@ -40,7 +40,7 @@
</tr>
</table>
<p>Alla base dell'aspetto dinamico dell'apprendimento c'&egrave; la teoria del costruttuvismo sociale, che vede nello studente un attore attivo in un ambiente di studio socialmente interattivo. Il costruttivismo sociale &egrave; un modo di apprendere, col quale gli studenti collaborano per costruire nuovi saperi, specialmente attraverso una mutua interrogazione basata sulle loro esperienze personali. </p>
- <p>Il punto centrale di questa collaborazione &egrave; lo sviluppo della competenza comunicativa degli studenti, cio&egrave; la capacit&agrave; di impegnarsi in aperte e critiche discussioni sia con gli insegnanti che con i colleghi. Queste discussioni sono caratterizzate da una comune disposizione a costruire la comprensione reciproca e l'attitudine critica verso l'analisi dei presupposti.
+ <p>Il punto centrale di questa collaborazione &egrave; lo sviluppo della competenza comunicativa degli studenti, cio&egrave; la capacit&agrave; di impegnarsi in aperte e critiche discussioni sia con i docenti che con i colleghi. Queste discussioni sono caratterizzate da una comune disposizione a costruire la comprensione reciproca e l'attitudine critica verso l'analisi dei presupposti.
<p>Il sondaggio COLLES &egrave; stato predisposto per permettere di monitorare fino a che punto si &egrave; stati capaci di sfruttare le possibilit&agrave; interattive del World Wide Web, per stimolare gli studenti a utilizzare le modalit&agrave; di apprendimento dinamico. </p>
<P>
View
12 lang/it/help/teachers.html
@@ -1,17 +1,17 @@
-<P ALIGN=CENTER><B>Insegnanti</B></P>
-<P>Questa pagina mostra l'elenco delle persone definite come &quot;insegnanti&quot;
+<P ALIGN=CENTER><B>Docenti</B></P>
+<P>Questa pagina mostra l'elenco delle persone definite come &quot;docenti&quot;
di questo corso (dall'Amministratore di Sistema)
<P>Tramite questa pagina pu&ograve; essere definita una funzione (ruolo)
per ogni persona, come ad esempio &quot;Professore&quot;, &quot;Assistente&quot;,
&quot;Tutor&quot; e cos&igrave; via. Questi appariranno nell'elenco dei corsi del sito e
anche nella lista dei partecipanti del tuo corso. Se si lascia vuoto il campo 'funzione',
- verr&agrave; usato il termine default per &quot;Insegnante&quot;
+ verr&agrave; usato il termine default per &quot;docente&quot;
(quello che &egrave; stato definito nella pagina delle Impostazioni del Corso).
<P>Questa lista pu&ograve; anche essere elencata in un ordine diverso
-(mettendo, per esempio, l'insegnante principale in testa).
+(mettendo, per esempio, docente principale in testa).
Selezionare semplicemente il numero d'ordine opportuno nella colonna &quot;Ordine&quot;.
Dopo la pressione del tasto 'Salva modifiche' apparir&agrave; il nuovo ordinamento.
-<P><B>NOTA:</B> Un caso particolare si ha selezionando HIDE per un insegnante (invece di un numero,
-nella colonna &quot;Ordine&quot;). In questo caso l'insegnante NON SARA' MOSTRATO
+<P><B>NOTA:</B> Un caso particolare si ha selezionando HIDE per un docente (invece di un numero,
+nella colonna &quot;Ordine&quot;). In questo caso docente NON SARA' MOSTRATO
nella lista dei corsi e nell'elenco dei partecipanti. Sar&agrave; anche &quot;nascosto&quot; agli studenti
(a meno ch&eacute; non invii un messaggio a un forum, ecc.).
View
20 lang/it/help/wiki/wikitype.html
@@ -1,6 +1,6 @@
<p align="center"><b>Tipi Wiki</b></p>
<p>
-Ci sono tre tipi wiki: Insegnante, Gruppi, Studente. Inoltre, come per ogni altra attivit&agrave;, anche wiki ha le modalit&agrave; di gruppo di Moodle: &quot;Nessun Gruppo&quot; &quot;Gruppi Separati&quot; e &quot;Gruppi Visibili&quot;.
+Ci sono tre tipi wiki: docente, Gruppi, Studente. Inoltre, come per ogni altra attivit&agrave;, anche wiki ha le modalit&agrave; di gruppo di Moodle: &quot;Nessun Gruppo&quot; &quot;Gruppi Separati&quot; e &quot;Gruppi Visibili&quot;.
Quanto detto determina la seguente matrice di nove possibilit&agrave;:</p>
<table border="1" width="100%"><tbody>
<tr>
@@ -10,23 +10,23 @@
<th valign="top" width="25%">Gruppi Visibili</th>
</tr>
<tr>
- <th valign="top" width="25%">Insegnante</th>
- <td valign="top" width="25%">C'&egrave; un unico wiki che solo l'insegnante pu&ograve; editare. Gli studenti possono visualizzare il contenuto del wiki.</td>
- <td valign="top" width="25%">C'&egrave; un wiki per ogni gruppo che solo l'insegnante pu&ograve; editare. Gli studenti possono vedere solamente il wiki del proprio gruppo.</td>
- <td valign="top" width="25%">C'&egrave; un wiki per ogni gruppo che solo l'insegnante pu&ograve; editare. Gli studenti possono vedere di tutti i gruppi.</td>
+ <th valign="top" width="25%">docente</th>
+ <td valign="top" width="25%">C'&egrave; un unico wiki che solo docente pu&ograve; editare. Gli studenti possono visualizzare il contenuto del wiki.</td>
+ <td valign="top" width="25%">C'&egrave; un wiki per ogni gruppo che solo docente pu&ograve; editare. Gli studenti possono vedere solamente il wiki del proprio gruppo.</td>
+ <td valign="top" width="25%">C'&egrave; un wiki per ogni gruppo che solo docente pu&ograve; editare. Gli studenti possono vedere di tutti i gruppi.</td>
</tr>
<tr>
<th valign="top" width="25%">Gruppi</th>
- <td valign="top" width="25%">C'&egrave; un unico wiki. L'insegnante e tutti gli studenti possono vedere ed editare questo wiki.</td>
+ <td valign="top" width="25%">C'&egrave; un unico wiki. docente e tutti gli studenti possono vedere ed editare questo wiki.</td>
<td valign="top" width="25%">C'&egrave; un wiki per gruppo. Gli studenti possono vedere ed editare solamente il wiki del proprio gruppo.</td>
<td valign="top" width="25%">C'&egrave; un wiki per gruppo. Gli studenti possono modificare solamente il wiki del proprio gruppo. Possono vedere i wiki di tutti i gruppi.</td>
</tr>
<tr>
<th valign="top" width="25%">Studente</th>
- <td valign="top" width="25%">Ogni studente ha il proprio wiki che solo lui e il suo insegnante pu&ograve; editare.</td>
- <td valign="top" width="25%">Ogni studente ha il proprio wiki che solo lui e il suo insegnante pu&ograve; editare. Gli studenti possono vedere i wiki degli altri studenti del proprio gruppo.</td>
- <td valign="top" width="25%">Ogni studente ha il proprio wiki che solo lui e il suo insegnante pu&ograve; editare. Gli studenti possono vedere i wiki di tutti gli altri studenti del corso.</td>
+ <td valign="top" width="25%">Ogni studente ha il proprio wiki che solo lui e il suo docente pu&ograve; editare.</td>
+ <td valign="top" width="25%">Ogni studente ha il proprio wiki che solo lui e il suo docente pu&ograve; editare. Gli studenti possono vedere i wiki degli altri studenti del proprio gruppo.</td>
+ <td valign="top" width="25%">Ogni studente ha il proprio wiki che solo lui e il suo docente pu&ograve; editare. Gli studenti possono vedere i wiki di tutti gli altri studenti del corso.</td>
</tr></tbody>
</table>
<p>Ammenoch&eacute; la modalit&agrave; di gruppo non sia stata forzata dalle impostazioni del corso, essa pu&ograve; essere impostata con le icone dei gruppi sulla home page del corso, dopo che il wiki &egrave; stato creato.</p>
-<p>Un insegnante pu&ograve; sempre editare tutti i wiki del corso.</p>
+<p>Un docente pu&ograve; sempre editare tutti i wiki del corso.</p>
View
2 lang/it/help/workshop/addingacomment.html
@@ -3,7 +3,7 @@
<OL>
<LI>Aggiungere ulteriori spiegazioni e chiarimenti al voto (da parte del partecipante che ha valutato il lavoro);
<LI>Chiedere giustificazione delle affermazioni rilasciate nella valutazione (da parte del partecipante il cui lavoro &egrave; in valutazione);
-<LI>Cercare di risolvere difficolt&agrave; eventualmente sorte durante la discussione sulla valutazione (da parte dell'insegnante);
+<LI>Cercare di risolvere difficolt&agrave; eventualmente sorte durante la discussione sulla valutazione (da parte del docente);
</OL>
<P>L'obiettivo dei commenti &egrave; quello di cercare di raggiungere un accordo sulla valutazione o di persuadere il valutatore a rivedere il proprio giudizio. La discussione dovrebbe essere condotta con un tono ragionevole.
View
2 lang/it/help/workshop/agreeassessments.html
@@ -1,7 +1,7 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Richiesta accettazione valutazioni</B></P>
<P>Un compito di tipo &quot;lavoro di gruppo&quot; pu&ograve; avere l'una o l'altra di queste caratteristiche:
<OL>
-<LI>Nella fase di invio e valutazione, quando i partecipanti vedono le valutazioni fatte dai loro pari, non c'&egrave; alcun feedback da parte loro a quelli che hanno espresso le valutazioni stesse. Ci pu&ograve; essere una nota di ritorno da parte dell'insegnante, se l'insegnante ha stabilito di giudicare le valutazioni dei partecipanti, e, in questo caso, i commenti e i giudizi dell'insegnante potranno essere visti sia da chi ha fatto il lavoro che da chi lo ha valutato. Comunque, tra i partecipanti, valutazioni, commenti, feedback potranno andare in una sola direzione.
+<LI>Nella fase di invio e valutazione, quando i partecipanti vedono le valutazioni fatte dai loro pari, non c'&egrave; alcun feedback da parte loro a quelli che hanno espresso le valutazioni stesse. Ci pu&ograve; essere una nota di ritorno da parte del docente, se docente ha stabilito di giudicare le valutazioni dei partecipanti, e, in questo caso, i commenti e i giudizi del docente potranno essere visti sia da chi ha fatto il lavoro che da chi lo ha valutato. Comunque, tra i partecipanti, valutazioni, commenti, feedback potranno andare in una sola direzione.
<LI>Nella fase di invio e valutazione i partecipanti vedono le valutazioni fatte dai loro pari e possono commentare tali valutazioni. In particolare possono essere d'accordo o meno con la valutazione espressa. Se sono d'accordo, allora il voto &egrave; confermato e sar&agrave; utilizzato nei calcoli finali per determinare la votazione data dai colleghi a un particolare lavoro. Se, invece, non sono d'accordo con la valutazione data, allora chi ha espresso tale valutazione ha la possibilit&agrave; di correggerla. Il giro correzione/disaccordo pu&ograve; continuare fino a che un accordo &egrave; raggiunto o si &egrave; arrivati alla scadenza del compito. Una valutazione che risulta ancora &quot;in sospeso&quot;, dopo la scadenza del compito, non sar&agrave; utilizzata nei calcoli finali. In questo caso, come &egrave; evidente, i feedback su un lavoro possono andare nelle due direzioni possibili tra due partecipanti.
</OL>
<P>Se si sceglie il secondo metodo di lavoro c'&egrave; l'opzione di visualizzare o meno i voti. Cio&egrave; se &egrave; attiva l'opzione &quot;Voti nascosti prima dell'accettazione&quot;, all'autore del lavoro saranno mostrati solamente i commenti che accompagnano la valutazione. I voti saranno mostrati solo dopo che l'accordo &egrave; stato raggiunto (unicamente sui commenti). Da notare che questa opzione &egrave; significativa solo quando &egrave; richiesta l'accettazione della valutazione.</P>
View
12 lang/it/help/workshop/analysisofassessments.html
@@ -1,15 +1,15 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Analisi delle valutazioni</B></P>
-<P>Questa analisi riguarda le valutazioni fatte sugli esempi e quelle fatte durante la fase di valutazione reciproca del lavoro di gruppo. Essa cerca di individuare le valutazioni migliori nell'insieme di tutte quelle fatte dall'insegnante e dai partecipanti. Queste valutazioni &quot;migliori&quot; sono poi utilizzate nel calcolo delle votazioni finali.</p>
-<p>L'analisi si realizza meglio se sono presenti valutazioni dell'insegnante. Queste possono essere utilizzate come riferimenti rispetto ai quali giudicare le valutazioni dei partecipanti. Non c'&egrave; bisogno che l'insegnante valuti ogni esempio e ogni lavoro, ma affinch&eacute; l'analisi sia significativa &egrave; meglio avere un numero di valutazioni dell'insegnante maggiore della media del numero di valutazioni fatte dai partecipanti. E pi&ugrave; sono le valutazioni dell'insegnante pi&ugrave; affidabile pu&ograve; essere il risultato dell'analisi.</p>
+<P>Questa analisi riguarda le valutazioni fatte sugli esempi e quelle fatte durante la fase di valutazione reciproca del lavoro di gruppo. Essa cerca di individuare le valutazioni migliori nell'insieme di tutte quelle fatte dal docente e dai partecipanti. Queste valutazioni &quot;migliori&quot; sono poi utilizzate nel calcolo delle votazioni finali.</p>
+<p>L'analisi si realizza meglio se sono presenti valutazioni del docente. Queste possono essere utilizzate come riferimenti rispetto ai quali giudicare le valutazioni dei partecipanti. Non c'&egrave; bisogno che docente valuti ogni esempio e ogni lavoro, ma affinch&eacute; l'analisi sia significativa &egrave; meglio avere un numero di valutazioni del docente maggiore della media del numero di valutazioni fatte dai partecipanti. E pi&ugrave; sono le valutazioni del docente pi&ugrave; affidabile pu&ograve; essere il risultato dell'analisi.</p>
<p>L'analisi pu&ograve; essere ripetuta pi&ugrave; volte, ogni volta cambiando uno o pi&ugrave; opzioni. L'analisi &egrave; controllata da tre opzioni che appaiono in testa alla pagina.</p>
-<ol><li>Il <B>coefficiente delle valutazioni dell'insegnante</B> definisce il peso da dare a tali valutazioni in confronto a quelle dei partecipanti nella fase di analisi degli errori. Se l'insegnante vuole che la propria strategia di valutazione domini quella dei partecipanti, allora lui deve essere, tra tutti, quello con il pi&ugrave; basso &quot;Errore medio&quot; nella &quot;Tabella errori&quot;. Se l'insegnante non risulta in testa a tale tabella, allora il suo coefficiente delle valutazioni &egrave; incrementato fino a che il suo errore medio &egrave; il minore di tutti. Di conseguenza le valutazioni dell'insegnante sono dominanti. I partecipanti che votano come l'insegnante si ritrovano nella parte alta della Tabella errori. Invece i partecipanti elencati nella parte bassa sono quelli che valutano in un modo differente da quello dell'insegnante e dei partecipanti elencati in testa. Pi&ugrave; sono le valutazioni dell'insegnante, pi&ugrave; &egrave; probabile che questa opzione non deve essere utilizzata per forzare lo stesso in testa alla tabella. Da notare che tale opzione non definisce un peso da dare alle valutazioni dell'insegnante quando vengono calcolati i voti finali. In tale calcolo le valutazioni dell'insegnante hanno lo stesso peso di quelle dei partecipanti. Cos&igrave;, per esempio, se il lavoro di un partecipante &egrave; valutato al 41% dall'insegnante e al 45% e 55% da due partecipanti, il voto finale del lavoro &egrave; (41% + 45% + 55%) / 3 = 47%.</li>
+<ol><li>Il <B>coefficiente delle valutazioni del docente</B> definisce il peso da dare a tali valutazioni in confronto a quelle dei partecipanti nella fase di analisi degli errori. Se docente vuole che la propria strategia di valutazione domini quella dei partecipanti, allora lui deve essere, tra tutti, quello con il pi&ugrave; basso &quot;Errore medio&quot; nella &quot;Tabella errori&quot;. Se docente non risulta in testa a tale tabella, allora il suo coefficiente delle valutazioni &egrave; incrementato fino a che il suo errore medio &egrave; il minore di tutti. Di conseguenza le valutazioni del docente sono dominanti. I partecipanti che votano come docente si ritrovano nella parte alta della Tabella errori. Invece i partecipanti elencati nella parte bassa sono quelli che valutano in un modo differente da quello del docente e dei partecipanti elencati in testa. Pi&ugrave; sono le valutazioni del docente, pi&ugrave; &egrave; probabile che questa opzione non deve essere utilizzata per forzare lo stesso in testa alla tabella. Da notare che tale opzione non definisce un peso da dare alle valutazioni del docente quando vengono calcolati i voti finali. In tale calcolo le valutazioni del docente hanno lo stesso peso di quelle dei partecipanti. Cos&igrave;, per esempio, se il lavoro di un partecipante &egrave; valutato al 41% dal docente e al 45% e 55% da due partecipanti, il voto finale del lavoro &egrave; (41% + 45% + 55%) / 3 = 47%.</li>
<li>Il <B>coefficiente della capacit&agrave; di valutazione</B> &egrave; usato nel calcolo dei voti finali. Una semplice formula &egrave; usata per calcolare la &quot;capacit&agrave; di valutazione&quot; di un partecipante. E' il rapporto di &quot;buone&quot; valutazioni fatte rispetto al massimo numero di quelle che pu&ograve; fare. Cos&igrave;, per esempio, se il compito richiede che il partecipante faccia tre valutazioni del lavoro di esempio e 5 valutazioni degli altri lavori, e lo stesso effettua sette valutazioni di cui una &egrave; scartata dall'analisi (vedi sotto), allora la sua capacit&agrave; di valutazione &egrave; (7 - 1)/8, cio&egrave; 75%. Il voto finale del compito &egrave; una combinazione pesata di questa capacit&agrave; di valutazione e del voto migliore (se ha inviato pi&ugrave; volte il lavoro) che lo stesso compito ha ricevuto. Il peso del voto di un lavoro &egrave; sempre 1. Cos&igrave; se si imposta questo coefficiente, per esempio, a 0,5, questo significa che la capacit&agrave; di valutazione avr&agrave; per il voto finale un valore (peso) met&agrave; del valore del voto del compito.</li>
<li>La <B>percentuale di valutazioni da eliminare</B> determina il numero di valutazioni che devono essere escluse nel calcolo del voto finale. Questo numero pu&ograve; essere impostato in uno dei seguenti due modi.
<ul>
-<li>Dato il modo in cui la Capacit&agrave; di valutazione &egrave; calcolata, ogni partecipante, se valuta tutti i lavori che gli vengono assegnati, pu&ograve; raggiungere il massimo dei punti (per questo elemento), se non viene scartata alcuna sua valutazione. Se l'insegnante desidera avere un valore medio pi&ugrave; ragionevole, impostando, per esempio, questa opzione al 30%, far&agrave; in modo che la media delle capacit&agrave; di valutazione sia di circa il 70% (ammesso che tutti i partecipanti hanno valutato tutti i lavori loro assegnati).</li>
+<li>Dato il modo in cui la Capacit&agrave; di valutazione &egrave; calcolata, ogni partecipante, se valuta tutti i lavori che gli vengono assegnati, pu&ograve; raggiungere il massimo dei punti (per questo elemento), se non viene scartata alcuna sua valutazione. Se docente desidera avere un valore medio pi&ugrave; ragionevole, impostando, per esempio, questa opzione al 30%, far&agrave; in modo che la media delle capacit&agrave; di valutazione sia di circa il 70% (ammesso che tutti i partecipanti hanno valutato tutti i lavori loro assegnati).</li>
<li>Altrimenti il numero di valutazioni da scartare pu&ograve; essere impostato in modo da contenere in un valore ragionevole gli Errori medi (riportati nella quarta colonna della Tabella errori). Per esempio, si potrebbe desiderare che tutte le valutazioni dei partecipanti ricadano (in media) in un intervallo del 20%. Quindi l'analisi &egrave; ripetuta pi&ugrave; volte aggiustando il numero di valutazioni da scartare fino a che i valori in questa colonna stiano entro un limite particolare.
</ul>
</ol>
-<p>Oltre alla Tabella errori l'Analisi elenca, nella Tabella voti, i giudizi di tutte le valutazioni e i voti finali dati ai partecipanti. Questa tabella deve essere verificata per controllare che i risultati siano ragionevoli. In particolare se sono scartate molte valutazioni alcuni lavori potrebbero rimanere non valutati e il voto finale del partecipante risulterebbe troppo basso. L'analisi riporta il numero dei lavori inviati all'inizio della pagina e subito prima della tabella dei voti. Questi due numeri dovrebbero essere uguali. Se risultano uno o pi&ugrave; lavori non valutati e l'insegnante non vuole diminuire il numero di valutazioni da scartare allora quei lavori dovrebbero essere valutati dall'insegnante e l'analisi ripetuta. E' importante che tutti i lavori siano valutati almeno una volta nella fase finale dell'analisi, cio&egrave; quando sono calcolati i voti finali.</p>
-<p>C'&egrave; un equilibrio tra il numero di valutazioni scartate e il voto generale finale. Pi&ugrave; sono le valutazioni scartate pi&ugrave; &egrave; probabile che il voto finale sia basso. Comunque, se le cattive valutazioni non vengono scartate, i partecipanti potrebbero lamentarsi della qualit&agrave; delle valutazioni stesse che hanno determinato il voto del proprio lavoro. Ammesso che ci siano sufficienti valutazioni da parte dell'insegnante da dominare l'analisi senza troppe forzature, potrebbe sembrare ragionevole scartare tra il 15% e il 30% delle valutazioni.</p>
+<p>Oltre alla Tabella errori l'Analisi elenca, nella Tabella voti, i giudizi di tutte le valutazioni e i voti finali dati ai partecipanti. Questa tabella deve essere verificata per controllare che i risultati siano ragionevoli. In particolare se sono scartate molte valutazioni alcuni lavori potrebbero rimanere non valutati e il voto finale del partecipante risulterebbe troppo basso. L'analisi riporta il numero dei lavori inviati all'inizio della pagina e subito prima della tabella dei voti. Questi due numeri dovrebbero essere uguali. Se risultano uno o pi&ugrave; lavori non valutati e docente non vuole diminuire il numero di valutazioni da scartare allora quei lavori dovrebbero essere valutati dal docente e l'analisi ripetuta. E' importante che tutti i lavori siano valutati almeno una volta nella fase finale dell'analisi, cio&egrave; quando sono calcolati i voti finali.</p>
+<p>C'&egrave; un equilibrio tra il numero di valutazioni scartate e il voto generale finale. Pi&ugrave; sono le valutazioni scartate pi&ugrave; &egrave; probabile che il voto finale sia basso. Comunque, se le cattive valutazioni non vengono scartate, i partecipanti potrebbero lamentarsi della qualit&agrave; delle valutazioni stesse che hanno determinato il voto del proprio lavoro. Ammesso che ci siano sufficienti valutazioni da parte del docente da dominare l'analisi senza troppe forzature, potrebbe sembrare ragionevole scartare tra il 15% e il 30% delle valutazioni.</p>
<p>Da notare che questa analisi pu&ograve; durare un p&ograve; di tempo in quanto prevede un processo iterativo. Bisogna aspettarsi tempi di risposta abbastanza lunghi.</p>
View
2 lang/it/help/workshop/anonymous.html
@@ -1,4 +1,4 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Valutazione anonima</B></P>
<P>Un lavoro di gruppo a valutazione reciproca pu&ograve; essere votato in forma anonima. In questo caso i nomi (e le foto) di coloro che hanno effettuato la valutazione non sono mostrati e solo i nomi files dei lavori inviati sono utilizzati per identificare i lavori da valutare.
<P>Quando i lavori non sono valutati in forma anonima, gli stessi sono accompagnati dai nomi (e foto eventuali) dei loro autori. Questo potrebbe rendere meno obiettive le valutazioni, inserendo un livello di soglia alto o basso.
-<P>Da notare che se i voti dell'insegnante sono mostrati ai partecipanti, essi non sono mai in forma anonima.</P>
+<P>Da notare che se i voti del docente sono mostrati ai partecipanti, essi non sono mai in forma anonima.</P>
View
2 lang/it/help/workshop/assessmentofexamples.html
@@ -1,4 +1,4 @@
-<P ALIGN=CENTER><B>Valutazione degli esempi dell'insegnante</B></P>
+<P ALIGN=CENTER><B>Valutazione degli esempi del docente</B></P>
<P>After the teacher has submitted the examples it is useful from the
teacher's point of view to assess these examples, if only partially.
These assessments are private to the teacher, they are NOT shown
View
2 lang/it/help/workshop/assignmenttype.html
@@ -3,6 +3,6 @@
<OL>
<LI>Vengono inseriti solo il feedback sugli elementi di valutazione e il commento generale. I voti utilizzabili per i vari elementi non vengono visualizzati sulla pagina per la valutazione e ai compiti stessi non viene assegnato un voto complessivo. Comunque, la capacit&agrave; di valutazione dei partecipanti &egrave; misurata e questa e solo questa misura contribuisce al voto finale dato ai partecipanti.
-<LI>In questo caso all'insegnante e ai vari partecipanti &egrave; richiesto di esplicitare sia un feedback che un voto. Ai compiti vengono dati sia un voto quantitativo che informazioni qualitative. Il voto finale per un partecipante sar&agrave; calcolato a partire dai contributi (pesati) del voto dell'insegnante, del voto medio degli altri partecipanti e dalla capacit&agrave; di valutazione del partecipante stesso.
+<LI>In questo caso al docente e ai vari partecipanti &egrave; richiesto di esplicitare sia un feedback che un voto. Ai compiti vengono dati sia un voto quantitativo che informazioni qualitative. Il voto finale per un partecipante sar&agrave; calcolato a partire dai contributi (pesati) del voto del docente, del voto medio degli altri partecipanti e dalla capacit&agrave; di valutazione del partecipante stesso.
</OL>
</P>
View
4 lang/it/help/workshop/breakdownoffinalgrade.html
@@ -2,8 +2,8 @@
<P>La tabella di questo schermo mostra il voto finale del partecipante e come &egrave; stato calcolato. Tale voto finale &egrave; fatto da tre possibili componenti:
<OL>
-<LI>Il voto dell'insegnante per il lavoto inviato.
+<LI>Il voto del docente per il lavoto inviato.
<LI>Il voto medio degli altri partecipanti per il lavoro inviato.
-<LI>Il voto della capacit&agrave; di giudizio nella fase di valutazione reciproca. Questa capacit&agrave; &egrave; determinata da (a) i voti del partecipante troppo alti o troppo bassi rispetto al voto medio degli altri partecipanti (questa si chiama soglia), (b) i voti del partecipanti che seguono o meno, ancora in media, i voti dati dagli altri partecipanti (questa si chiama affidabilit&agrave;) e (c) la qualit&agrave; dei commenti del partecipante sui lavori valutati. Tale qualit&agrave; &egrave; valutata dall'insegnante. Questi tre fattori di capacit&agrave; hanno peso rispettivamente 1, 2 e 3 per dare un &quot;voto complessivo&quot; alla detta capacit&agrave; di giudizio. In altre parole la valutazione dei commenti da parte dell'insegnante ha lo stesso peso dei fattori di soglia e di affidabilit&agrave; combinati
+<LI>Il voto della capacit&agrave; di giudizio nella fase di valutazione reciproca. Questa capacit&agrave; &egrave; determinata da (a) i voti del partecipante troppo alti o troppo bassi rispetto al voto medio degli altri partecipanti (questa si chiama soglia), (b) i voti del partecipanti che seguono o meno, ancora in media, i voti dati dagli altri partecipanti (questa si chiama affidabilit&agrave;) e (c) la qualit&agrave; dei commenti del partecipante sui lavori valutati. Tale qualit&agrave; &egrave; valutata dal docente. Questi tre fattori di capacit&agrave; hanno peso rispettivamente 1, 2 e 3 per dare un &quot;voto complessivo&quot; alla detta capacit&agrave; di giudizio. In altre parole la valutazione dei commenti da parte del docente ha lo stesso peso dei fattori di soglia e di affidabilit&agrave; combinati
</OL>
<P>Questi tre componenti possono essere pesati come ritenuto pi&ugrave; opportuno in funzione del tipo di compito. I pesi sono mostrati nella tabella pi&ugrave; piccola.</P>
View
12 lang/it/help/workshop/calculatingfinalgrade.html
@@ -2,12 +2,12 @@
<P>La tabella di questa pagina mostra come viene calcolato il voto finale dei partecipanti. Tale voto &egrave; il risultato della somma pesata di massimo cinque componenti.
<OL>
-<LI>Il voto dell'insegnante per il lavoro inviato. Questo &egrave; opzionale e sar&agrave; utilizzato se l'insegnante effettivamente valuta il lavoro dei partecipanti. Se questi inviano pi&ugrave; di un lavoro, nel calcolo verr&agrave; usato il voto &quot;migliore&quot; dove migliore significa il lavoro col valore pi&ugrave; alto della combinazione del voto dell'insegnante e del voto medio degli altri partecipanti.
-<LI>La media dei voti degli altri partecipanti espressi sul lavoro inviato. Anche qui se un partecipante invia pi&ugrave; di un lavoro, verr&agrave; preso il voto &quot;migliore&quot;. Il voto degli altri pu&ograve; eventualmente includere il voto dell'insegnante. Questo sar&agrave; preso in considerazione, se il numero dei voti degli altri &egrave; molto basso o se si pensa che gli altri voti non siano sicuri o per un difetto di soglia (di solito verso l'alto) o per mancanza di affidabilit&agrave;. Se incluso, nel calcolo della media, il voto dell'insegnante &egrave; trattato nello stesso modo di un voto di un partecipante.
+<LI>Il voto del docente per il lavoro inviato. Questo &egrave; opzionale e sar&agrave; utilizzato se docente effettivamente valuta il lavoro dei partecipanti. Se questi inviano pi&ugrave; di un lavoro, nel calcolo verr&agrave; usato il voto &quot;migliore&quot; dove migliore significa il lavoro col valore pi&ugrave; alto della combinazione del voto del docente e del voto medio degli altri partecipanti.
+<LI>La media dei voti degli altri partecipanti espressi sul lavoro inviato. Anche qui se un partecipante invia pi&ugrave; di un lavoro, verr&agrave; preso il voto &quot;migliore&quot;. Il voto degli altri pu&ograve; eventualmente includere il voto del docente. Questo sar&agrave; preso in considerazione, se il numero dei voti degli altri &egrave; molto basso o se si pensa che gli altri voti non siano sicuri o per un difetto di soglia (di solito verso l'alto) o per mancanza di affidabilit&agrave;. Se incluso, nel calcolo della media, il voto del docente &egrave; trattato nello stesso modo di un voto di un partecipante.
<LI>Il valore di soglia dei voti su un lavoro da parte dei partecipanti. Questo numero rappresenta la misura di quanto i voti degli altri sono &quot;spostati&quot; troppo verso l'alto o troppo verso il basso. Non &egrave; una misura assoluta perch&eacute; &egrave; basata sulla differenza tra il voto di un partecipante e le medie dei voti per ognuno dei lavori che vengono valutati. In genera a questa componente non dovrebbe essere dato un peso troppo alto.
-<LI>Il grado di affidabilit&agrave; dei partecipanti nel valutare i lavori. Questo numero &egrave; la misura di quanto la valutazione di un partecipante &egrave; vicina alla media delle valutazioni degli altri sullo stesso lavoro. Questo riduce il valore di soglia e media le differenze tra i voti di un partecipante e le medie dei voti degli altri. In teoria, se i partecipanti assegnano voti alti a lavori buoni e voti bassi a lavori cattivi, allora la loro affidabilit&agrave; &egrave; alta. Se c'&egrave; il sospetto che i partecipanti in generale non sono abili valutatori, allora nelle medie dovrebbe essere incluso il voto dell'insegnante e questo dovrebbe rendere i valori di affidabilit&agrave; pi&ugrave; significativi.
-<LI>Il voto medio dato dall'insegnante alle valutazioni dei partecipanti. Questo comprende sia le valutazioni preliminari fatte sugli esempi di lavoro dell'insegnante sia le valutazioni fatte dall'insegnante stesso dei giudizi dati dai partecipanti durante la fase di valutazione del compito.
+<LI>Il grado di affidabilit&agrave; dei partecipanti nel valutare i lavori. Questo numero &egrave; la misura di quanto la valutazione di un partecipante &egrave; vicina alla media delle valutazioni degli altri sullo stesso lavoro. Questo riduce il valore di soglia e media le differenze tra i voti di un partecipante e le medie dei voti degli altri. In teoria, se i partecipanti assegnano voti alti a lavori buoni e voti bassi a lavori cattivi, allora la loro affidabilit&agrave; &egrave; alta. Se c'&egrave; il sospetto che i partecipanti in generale non sono abili valutatori, allora nelle medie dovrebbe essere incluso il voto del docente e questo dovrebbe rendere i valori di affidabilit&agrave; pi&ugrave; significativi.
+<LI>Il voto medio dato dal docente alle valutazioni dei partecipanti. Questo comprende sia le valutazioni preliminari fatte sugli esempi di lavoro del docente sia le valutazioni fatte dal docente stesso dei giudizi dati dai partecipanti durante la fase di valutazione del compito.
In generale questa componente &egrave; probabilmente pi&ugrave; importante sia di quella sul valore di soglia che di quella sull'affidabilit&agrave; e quindi, se presente, dovrebbe avere un peso maggiore.
</OL>
-<P>A queste cinque componenti pu&ograve; essere assegnato un peso come ritenuto pi&ugrave; opportuno per il compito assegnato. Per esempio il voto dell'insegnante pu&ograve; pesare maggiormente, se la componente relativa alla valutazione reciproca non &egrave; considerata molto importante nell'ambito del lavoro di gruppo assegnato. Invece, se l'insegnante valuta solamente pochi lavori, i suoi voti possono essere completamente ignorati dando loro un peso 0 (zero). Se il compito &egrave; tutto sulle capacit&agrave; dei partecipanti di giudicare e di commentare i lavori, allora il peso delle prime due componenti pu&ograve; essere impostato a 0 (zero) o basso e le capacit&agrave; di valutare dei partecipanti determineranno i voti finali.
-<P>Da notare che questa pagina pu&ograve; essere usata iterativamente mentre i voti finali non sono ancora visualizzabili dai partecipanti. Quando l'insegnante sar&agrave; soddisfatto dei voti finali e dei pesi applicati, allora i voti stessi potranno essere accessibili ai partecipanti al gruppo di lavoro.</P>
+<P>A queste cinque componenti pu&ograve; essere assegnato un peso come ritenuto pi&ugrave; opportuno per il compito assegnato. Per esempio il voto del docente pu&ograve; pesare maggiormente, se la componente relativa alla valutazione reciproca non &egrave; considerata molto importante nell'ambito del lavoro di gruppo assegnato. Invece, se docente valuta solamente pochi lavori, i suoi voti possono essere completamente ignorati dando loro un peso 0 (zero). Se il compito &egrave; tutto sulle capacit&agrave; dei partecipanti di giudicare e di commentare i lavori, allora il peso delle prime due componenti pu&ograve; essere impostato a 0 (zero) o basso e le capacit&agrave; di valutare dei partecipanti determineranno i voti finali.
+<P>Da notare che questa pagina pu&ograve; essere usata iterativamente mentre i voti finali non sono ancora visualizzabili dai partecipanti. Quando docente sar&agrave; soddisfatto dei voti finali e dei pesi applicati, allora i voti stessi potranno essere accessibili ai partecipanti al gruppo di lavoro.</P>
View
4 lang/it/help/workshop/elements.html
@@ -8,6 +8,6 @@
<LI>La SCALA di valutazione. Esistono un numero di scale predefinite. Queste vanno da quelle semplici del tipo SI/NO, a quelle a pi&ugrave; valori discreti, a quelle di tipo percentuale. Ogni elemento avr&agrave; la propria scala che sar&agrave; scelta per tenere conto di tutti i possibili valori del giudizio sull'elemento stesso. Da notare che la scala non implica l'importanza dell'elemento nel calcolo del voto complessivo, infatti una scala a due valori ha la stessa &quot;influenza&quot; di una scala a cento valori, se i rispettivi elementi hanno lo stesso peso...
<LI>Il PESO dell'elemento di valutazione. Per default tutti gli elementi hanno la stessa importanza nella determinazione del voto complessivo. Questo pu&ograve; essere modificato dando agli elementi che hanno maggiore importanza un peso maggiore di 1, e a quelli che hanno minore importanza un peso minore di 1. La modifica dei pesi non ha effetto sul massimo valore del voto, che &egrave; determinato dal parametro del compito &quot;Voto Massimo&quot;. Ai pesi possono essere dati addirittura valori negativi, ma si consiglia di sperimentare prima il risultato.
</OL>
-<P><B>Verifica presenze.</B> Gli elementi descriveranno certi items o aspetti che devono essere presenti nel compito. La valutazione &egrave; effettuata in base alla presenza/correttezza o assenza/errore di questi items o aspetti. L'insegnante deve impostare una tabella che suggerisce i voti che dovrebbero essere dati se tutti gli items sono presenti, se un item manca, se ne mancano due, ecc. Se certi item sono pi&ugrave; importanti di altri, ad essi pu&ograve; essere dato un peso maggiore di uno, se meno importanti, un peso minore di uno. Il conteggio di errori complessivo &egrave; una somma pesata degli items mancanti. Il valutatore pu&ograve; sempre apportare lievi aggiustamenti ai voti suggeriti.
-<P><B>Criteri di riferimento.</B> Gli elementi saranno costituiti da un insieme di affermazioni/livelli che possono essere usate come riferimento per valutare il compito. Le affermazioni possono essere &quot;cumulative&quot; o ognuna indipendente dall'altra. Il valutatore deve decidere quale affermazione meglio definisce il giudizio sul lavoro inviato. L'insegnante deve assegnare ad ogni affermazione un voto suggerito. Le affermazioni dovrebbero essere in ordine di voto. Il valutatore pu&ograve; apportare lievi aggiustamenti a questi voti suggeriti.</P>
+<P><B>Verifica presenze.</B> Gli elementi descriveranno certi items o aspetti che devono essere presenti nel compito. La valutazione &egrave; effettuata in base alla presenza/correttezza o assenza/errore di questi items o aspetti. docente deve impostare una tabella che suggerisce i voti che dovrebbero essere dati se tutti gli items sono presenti, se un item manca, se ne mancano due, ecc. Se certi item sono pi&ugrave; importanti di altri, ad essi pu&ograve; essere dato un peso maggiore di uno, se meno importanti, un peso minore di uno. Il conteggio di errori complessivo &egrave; una somma pesata degli items mancanti. Il valutatore pu&ograve; sempre apportare lievi aggiustamenti ai voti suggeriti.
+<P><B>Criteri di riferimento.</B> Gli elementi saranno costituiti da un insieme di affermazioni/livelli che possono essere usate come riferimento per valutare il compito. Le affermazioni possono essere &quot;cumulative&quot; o ognuna indipendente dall'altra. Il valutatore deve decidere quale affermazione meglio definisce il giudizio sul lavoro inviato. docente deve assegnare ad ogni affermazione un voto suggerito. Le affermazioni dovrebbero essere in ordine di voto. Il valutatore pu&ograve; apportare lievi aggiustamenti a questi voti suggeriti.</P>
<P><B>Rubrica.</B> Questa &egrave; un p&ograve; simile alla valutazione di tipo &quot;Criteri di riferimento&quot;. Il numero dei criteri &egrave; definito nell'impostazione del compito. La differenza sta nel fatto che nell'ambito di ogni criterio ci possono essere fino a un massimo di 5 affermazioni che definiscono altrettanti livelli. In un dato compito il numero effettivo di livelli pu&ograve; variare da criterio a criterio. Nell'impostazione di un criterio un livello predefinito vuoto segnala la fine dei livelli di quel criterio. Cos&igrave; alcuni criteri possono avere due livelli, altri tre, altri ancora fino a 5. Ogni criterio pu&ograve; avere un peso. I livelli definiscono il voto che viene assegnato se si seleziona la corrispondente affermazione e tale voto pu&ograve; essere 0,1,2,3,4. La votazione complessiva del compito &egrave; la somma pesata dei voti dei vari elementi.</P>
View
2 lang/it/help/workshop/finalgrades.html
@@ -1,7 +1,7 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Votazioni finali</B></P>
<P>La tabella riportata su questa pagina elenca i voti finali e mostra la loro articolazione, cos&igrave; come sar&agrave; visualizzata dai partecipanti al lavoro di gruppo. Se mancano dei valori &egrave; possibile &quot;tornare indietro&quot; e aggiungerli. Infatti ci sono due aggiustamenti che possono essere apportati ai voti finali.
<OL>
-<LI>Se deve essere aggiunto un voto da parte dell'insegnante, questo pu&ograve; essere fatto andando alla sua pagina di Amministrazione e cliccando &quot;Lavori dei partecipanti da valutare&quot;. Fatto questo, si pu&ograve; tornare alla fase di ricalcolo dei voti finali. In modo simile, ad ogni valutazione non fatta pu&ograve; essere assegnato un voto dalla pagina di Amministrazione.
+<LI>Se deve essere aggiunto un voto da parte del docente, questo pu&ograve; essere fatto andando alla sua pagina di Amministrazione e cliccando &quot;Lavori dei partecipanti da valutare&quot;. Fatto questo, si pu&ograve; tornare alla fase di ricalcolo dei voti finali. In modo simile, ad ogni valutazione non fatta pu&ograve; essere assegnato un voto dalla pagina di Amministrazione.
<LI>Se si vuole utilizzare un differente schema di pesi, allora il compito deve tornare nella fase di impostazione per poter andare a modificare gli elementi di valutazione, in particolare i pesi.
Dopo che i voti sono stati ricalcolati, il compito sar&agrave; spostato nella fase finale per rendere visualizzabili i voti assegnati.
</OL>
View
2 lang/it/help/workshop/grading.html
@@ -3,7 +3,7 @@
<OL>
<LI>Inserire la valutazione cliccando/selezionando l'apposito pulsante/casella o definire il voto selezionando il numero appropriato dal menu a tendina.
-<LI>Scrivere una motivazione del voto nella casella Feedback. Se il motivo &egrave; ovvio tale casella pu&ograve; essere lasciata vuota. Da notare, comunque, che l'insegnante, pu&ograve; controllare questa valutazione e pu&ograve; richiedere la motivazione del voto.
+<LI>Scrivere una motivazione del voto nella casella Feedback. Se il motivo &egrave; ovvio tale casella pu&ograve; essere lasciata vuota. Da notare, comunque, che docente, pu&ograve; controllare questa valutazione e pu&ograve; richiedere la motivazione del voto.
</OL>
<P>In alcuni tipi di valutazione, pu&ograve; essere richiesto di determinare se vari items sono presenti o assenti, in altri di scegliere quali affermazioni meglio corrispondono al giudizio sul lavoro svolto. In entrambi questi tipi di compito si pu&ograve; modificare leggermente il voto suggerito, per definire meglio la valutazione.
<P>L'ultima casella di questa pagina permette di scrivere un commento generale sul lavoro. Questo dovrebbe spiegare ulteriormente la valutazione data. Tale commento dovrebbe anche essere &quot;gentile&quot; e il pi&ugrave; possibile costruttivo. Infatti tale valutazione sar&agrave; mostrata all'autore del lavoro.
View
6 lang/it/help/workshop/gradingassessments.html
@@ -1,5 +1,5 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Valutazione delle votazioni di un partecipante</B></P>
-<P>Questa pagina &egrave; usata per introdurre le valutazioni dell'insegnante sui voti assegnati dai partecipanti durante la fase di invio lavori e valutazione. E' utilizzato un semplice voto in ventesimi (1/20). L'insegnante pu&ograve; vedere cosa va valutato e il relativo punteggio dalle istruzioni date ai partecipanti prima della partenza del compito. Per esempio, al livello pi&ugrave; alto, si pu&ograve; chiedere ai partecipanti di fornire commenti critici, ad un livello intermedio, di evidenziare punti di forza e punti deboli, ad un livello pi&ugrave; basso, di sottolineare errori e imprecisioni.</P>
+<P>Questa pagina &egrave; usata per introdurre le valutazioni del docente sui voti assegnati dai partecipanti durante la fase di invio lavori e valutazione. E' utilizzato un semplice voto in ventesimi (1/20). docente pu&ograve; vedere cosa va valutato e il relativo punteggio dalle istruzioni date ai partecipanti prima della partenza del compito. Per esempio, al livello pi&ugrave; alto, si pu&ograve; chiedere ai partecipanti di fornire commenti critici, ad un livello intermedio, di evidenziare punti di forza e punti deboli, ad un livello pi&ugrave; basso, di sottolineare errori e imprecisioni.</P>
-<P>Se c'&egrave;, il giudizio dello stesso insegnante &egrave; mostrato prima di quello del partecipante in modo da rendere semplice il confronto. I commenti dell'insegnante possono rappresentare una specie di banco di prova.</P>
-<P>Il voto assegnato &egrave; salvato cliccando sull'apposito pulsante a fondo pagina. C'&egrave; la possibilit&agrave; di ripetere la valutazione durante il periodo in cui sono possibili le modifiche. Una volta che tale periodo &egrave; scaduto, i commenti dell'insegnante sono resi disponibili ai partecipanti. Comunque la &quot;valutazione della valutazione&quot; non &egrave; mostrata fino a quando le votazioni finali non sono disponibili (questo a causa della probabile confusione tra la valutazione del lavoro e la valutazione del giudizio dello stesso lavoro che, nella fase iniziale del lavoro potrebbe non essere chiara ai partecipanti).</P>
+<P>Se c'&egrave;, il giudizio dello stesso docente &egrave; mostrato prima di quello del partecipante in modo da rendere semplice il confronto. I commenti del docente possono rappresentare una specie di banco di prova.</P>
+<P>Il voto assegnato &egrave; salvato cliccando sull'apposito pulsante a fondo pagina. C'&egrave; la possibilit&agrave; di ripetere la valutazione durante il periodo in cui sono possibili le modifiche. Una volta che tale periodo &egrave; scaduto, i commenti del docente sono resi disponibili ai partecipanti. Comunque la &quot;valutazione della valutazione&quot; non &egrave; mostrata fino a quando le votazioni finali non sono disponibili (questo a causa della probabile confusione tra la valutazione del lavoro e la valutazione del giudizio dello stesso lavoro che, nella fase iniziale del lavoro potrebbe non essere chiara ai partecipanti).</P>
View
4 lang/it/help/workshop/gradingstrategy.html
@@ -1,7 +1,7 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Strategia di valutazione</B></P>
<P>Un compito tipo &quot;lavoro di gruppo&quot; &egrave; molto flessibile nello schema di valutazione utilizzato. Questa pu&ograve; essere dei seguenti tipi:
<OL>
-<LI><B>Nessuna valutazione:</B> In questo tipo di compito l'insegnante non &egrave; interessato affatto alle votazioni quantitative date dai partecipanti/studenti. Gli stessi possono commentare le parti di lavoro, ma non dare loro un voto. L'insegnante comunque, se vuole, pu&ograve; dare un voto ai commenti dei partecipanti. Questi &quot;voti ai commenti&quot; formeranno la base delle valutazioni finali. Ma se l'insegnante non ritiene di effettuare queste valutazioni, allora il compito non preveder&agrave; alcuna votazione finale.
+<LI><B>Nessuna valutazione:</B> In questo tipo di compito docente non &egrave; interessato affatto alle votazioni quantitative date dai partecipanti/studenti. Gli stessi possono commentare le parti di lavoro, ma non dare loro un voto. docente comunque, se vuole, pu&ograve; dare un voto ai commenti dei partecipanti. Questi &quot;voti ai commenti&quot; formeranno la base delle valutazioni finali. Ma se docente non ritiene di effettuare queste valutazioni, allora il compito non preveder&agrave; alcuna votazione finale.
<LI><B>Incrementale:</B> Questo &egrave; il tipo di valutazione di default. In questo tipo di compito il valore di ogni voto &egrave; determinato da un certo numero di &quot;elementi di valutazione&quot;. Ogni elemento dovrebbe coprire un aspetto particolare del compito assegnato. Tipicamente un compito dovrebbe avere tra i 5 e i 15 elementi da valutare e commentare, in funzione della dimensione e della complessit&agrave; del compito stesso.
E' anche possibile avere un Workshop con solo elemento di valutazione, ma in questo caso la strategia di valutazione &egrave; simile a quella dell'attivit&agrave; di Moodle di tipo &quot;Compito&quot;.
@@ -16,6 +16,6 @@
<LI><B>Verifica presenze:</B> In questo tipo di compito i lavori sono valutati su un insieme di scale SI/NO. Il valore del voto &egrave; determinato tramite una &quot;Tabella dei voti&quot; che mette in relazione il numero di &quot;errori&quot; e il voto suggerito. Per esempio, se il compito pu&ograve; avere sei items significativi che dovrebbero essere presenti, la &quot;Tabella dei voti&quot; dar&agrave; i valori dei voti da assegnare se tutti gli items sono presenti, se uno solo &egrave; assente, se sono assenti due items e cos&igrave; via.
A ciascun item, se si vuole, pu&ograve; essere assegnato un peso, nel caso che ha un'importanza diversa da quella di altri items. Il numero di &quot;errori&quot; &egrave; la somma pesata degli items non presenti. Per default ogni item ha peso uguale a 1. La &quot;Tabella dei voti&quot; pu&ograve; anche essere non lineare. Per esempio, i voti proposti possono essere 90%, 70%, 50%, 40%, 30%, 20%, 10%, 0%, 0%, 0% per un compito con 10 items. Chi rivede i compiti pu&ograve; comunque modificare il voto fino a un 20% in pi&ugrave; o in meno, per assegnare al lavoro il voto finale.
-<LI><B>Criteri di riferimento:</B> Questo &egrave; il pi&ugrave; semplice tipo di valutazione (sebbene non necessariamente il pi&ugrave; diretto da impostare). I lavori sono valutati a fronte di un insieme di criteri. Il valutatore sceglie quale criterio corrisponde meglio alla parte di lavoro da giudicare. Il voto &egrave; determinato da una &quot;Tabella di criteri&quot; che definisce il voto per ogni criterio. Per esempio, un compito pu&ograve; essere impostato con cinque criteri di riferimento e il correttore deve scegliere quale dei cinque calza meglio per ogni valutazione da fare. Come nel caso della &quot;Verifica presenze&quot; il voto pu&ograve; essere modificato dall'insegnante fino a un 20% in pi&ugrave; o in meno, prima di assegnare al lavoro il voto finale.
+<LI><B>Criteri di riferimento:</B> Questo &egrave; il pi&ugrave; semplice tipo di valutazione (sebbene non necessariamente il pi&ugrave; diretto da impostare). I lavori sono valutati a fronte di un insieme di criteri. Il valutatore sceglie quale criterio corrisponde meglio alla parte di lavoro da giudicare. Il voto &egrave; determinato da una &quot;Tabella di criteri&quot; che definisce il voto per ogni criterio. Per esempio, un compito pu&ograve; essere impostato con cinque criteri di riferimento e il correttore deve scegliere quale dei cinque calza meglio per ogni valutazione da fare. Come nel caso della &quot;Verifica presenze&quot; il voto pu&ograve; essere modificato dal docente fino a un 20% in pi&ugrave; o in meno, prima di assegnare al lavoro il voto finale.
<LI><B>Rubrica:</B> Questa &egrave; un p&ograve; simile alla valutazione di tipo &quot;Criteri di riferimento&quot;. Il numero dei criteri &egrave; definito nell'impostazione del compito. La differenza sta nel fatto che nell'ambito di ogni criterio ci possono essere fino a un massimo di 5 affermazioni che definiscono altrettanti livelli. In un dato compito il numero effettivo di livelli pu&ograve; variare da criterio a criterio. Nell'impostazione di un criterio un livello predefinito vuoto segnala la fine dei livelli di quel criterio. Cos&igrave; alcuni criteri possono avere due livelli, altri tre, altri ancora fino a 5. Ogni criterio pu&ograve; avere un peso. I livelli definiscono il voto che viene assegnato se si seleziona la corrispondente affermazione e tale voto pu&ograve; essere 0,1,2,3,4. La votazione complessiva del compito &egrave; la somma pesata dei voti dei vari elementi.
</OL></P>
View
4 lang/it/help/workshop/gradingsubmissions.html
@@ -1,3 +1,3 @@
-<P ALIGN=CENTER><B>Valutazione dei lavori dei partecipanti da parte dell/'insegnante</B></P>
-<P>In generale l'insegnante vorr&agrave; valutare il lavoro inviato dai partecipanti. Tali valutazioni saranno mostrate agli autori del lavoro e forniranno un feedback al lavoro stesso.</P>
+<P ALIGN=CENTER><B>Valutazione dei lavori dei partecipanti da parte dell/'docente</B></P>
+<P>In generale docente vorr&agrave; valutare il lavoro inviato dai partecipanti. Tali valutazioni saranno mostrate agli autori del lavoro e forniranno un feedback al lavoro stesso.</P>
<P>I voti espressi potranno essere usati in due modi nel calcolo della votazione finale. Primo, il voto pu&ograve; essere una componente (pesata) del risultato finale. Secondo, il voto pu&ograve; eventualmente essere aggiunto all'insieme dei voti reciproci e costituire un fattore livellante se si ha l'impressione che i voti degli altri partecipanti sono troppo alti o troppo bassi.</P>
View
2 lang/it/help/workshop/includeself.html
@@ -1,3 +1,3 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Aggiunta del proprio lavoro a quelli da valutare</B></P>
<P>Un lavoro di gruppo a valutazione reciproca pu&ograve; eventualmente includere il proprio lavoro tra i lavori che ogni partecipante &egrave; chiamato a valutare. Questo significher&agrave; che se, per esempio, il numero degli altri partecipanti &egrave; 5, ciascuno avr&agrave; da valutare 6 lavori, uno di questi essendo il proprio.
-<P>Se il numero degli altri valutatori &egrave; impostato a 0 (zero) e l'opzione di inclusione del proprio lavoro &egrave; SI, allora il compito diventa ad auto-valutazione. Questo pu&ograve; o meno includere la valutazione dell'insegnante a seconda dell'impostazione della relativa opzione.</P>
+<P>Se il numero degli altri valutatori &egrave; impostato a 0 (zero) e l'opzione di inclusione del proprio lavoro &egrave; SI, allora il compito diventa ad auto-valutazione. Questo pu&ograve; o meno includere la valutazione del docente a seconda dell'impostazione della relativa opzione.</P>
View
6 lang/it/help/workshop/includeteachersgrade.html
@@ -1,3 +1,3 @@
-<P ALIGN=CENTER><B>Inclusione voto insegnante</B></P>
-<p>Questa opzione fa s&igrave; che le valutazioni dell'insegnante espresse sui lavori inviati vengano considerate come se fossero valutazioni di uno dei partecipanti. Se l'opzione &egrave; impostata a SI, allora i giudizi dell'insegnante sono in effetti contati due volte, primo come normali valutazioni dell'insegnante stesso, secondo includendole nel pool delle valutazioni reciproche.
-L'insegnante pu&ograve; volere che questo avvenga se (a) il numero di valutazioni di un lavoro &egrave; basso o (b) per cercare di livellare le valutazioni quando appaiono essere spostate in alto o in basso o sembrano poco affidabili.</p>
+<P ALIGN=CENTER><B>Inclusione voto docente</B></P>
+<p>Questa opzione fa s&igrave; che le valutazioni del docente espresse sui lavori inviati vengano considerate come se fossero valutazioni di uno dei partecipanti. Se l'opzione &egrave; impostata a SI, allora i giudizi del docente sono in effetti contati due volte, primo come normali valutazioni del docente stesso, secondo includendole nel pool delle valutazioni reciproche.
+ docente pu&ograve; volere che questo avvenga se (a) il numero di valutazioni di un lavoro &egrave; basso o (b) per cercare di livellare le valutazioni quando appaiono essere spostate in alto o in basso o sembrano poco affidabili.</p>
View
12 lang/it/help/workshop/index.html
@@ -7,8 +7,8 @@
<li><a href="help.php?module=workshop&file=breakdownoffinalgrade.html">Composizione del voto finale</a>
<li><a href="help.php?module=workshop&file=elements.html">Elementi di valutazione del compito</a>
<li><a href="help.php?module=workshop&file=managing.html">Gestione di un lavoro di gruppo (workshop)</a>
- <li><a href="help.php?module=workshop&file=includeteachersgrade.html">Inclusione voto insegnante</a>
- <li><a href="help.php?module=workshop&file=submissionofexamples.html">Invio degli esempi dell'insegnante</a>
+ <li><a href="help.php?module=workshop&file=includeteachersgrade.html">Inclusione voto docente</a>
+ <li><a href="help.php?module=workshop&file=submissionofexamples.html">Invio degli esempi del docente</a>
<li><a href="help.php?module=workshop&file=leaguetable.html">Lista dei lavori migliori</a>
<li><a href="help.php?module=workshop&file=specimen.html">Modello dello schema di valutazione</a>
<li><a href="help.php?module=workshop&file=editingacomment.html">Modifica di un Commento</a>
@@ -21,14 +21,14 @@
<li><a href="help.php?module=workshop&file=gradingstrategy.html">Strategia di valutazione</a>
<li><a href="help.php?module=workshop&file=assignmenttype.html">Tipi di lavoro a valutazione reciproca</a>
<li><a href="help.php?module=workshop&file=anonymous.html">Valutazione Anonima</a>
- <li><a href="help.php?module=workshop&file=assessmentofexamples.html">Valutazione degli esempi dell'insegnante</a>
- <li><a href="help.php?module=workshop&file=gradingsubmissions.html">Valutazione dei lavori dei partecipanti da parte dell'insegnante</a>
+ <li><a href="help.php?module=workshop&file=assessmentofexamples.html">Valutazione degli esempi del docente</a>
+ <li><a href="help.php?module=workshop&file=gradingsubmissions.html">Valutazione dei lavori dei partecipanti da parte del docente</a>
<li><a href="help.php?module=workshop&file=graded.html">Valutazione del proprio lavoro da parte di un partecipante</a>
<li><a href="help.php?module=workshop&file=gradingassessments.html">Valutazione delle votazioni di un partecipante</a>
<li><a href="help.php?module=workshop&file=grading.html">Valutazione reciproca dei lavori dei partecipanti</a>
- <li><a href="help.php?module=workshop&file=ungradedassessments_teacher.html">Valutazioni non effettuate (Esempi dell'insegnante)</a>
+ <li><a href="help.php?module=workshop&file=ungradedassessments_teacher.html">Valutazioni non effettuate (Esempi del docente)</a>
<li><a href="help.php?module=workshop&file=ungradedassessments_student.html">Valutazioni non effettuate (Lavori del partecipante/studente)</a>
- <li><a href="help.php?module=workshop&file=teachersgradings.html">Visualizzazione delle votazioni dell'insegnante</a>
+ <li><a href="help.php?module=workshop&file=teachersgradings.html">Visualizzazione delle votazioni del docente</a>
<li><a href="help.php?module=workshop&file=finalgrades.html">Votazioni finali</a>
<li><a href="help.php?module=workshop&file=showinggrades.html">Voti nascosti prima dell'accettazione</a>
</ul>
View
2 lang/it/help/workshop/leaguetable.html
@@ -1,4 +1,4 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Lista dei lavori migliori</B></P>
<p>La tabella elenca i lavori migliori che sono stati inviati nell'ambito del compito assegnato. Il numero di elementi pu&ograve; essere impostato a 0 (zero), a un numero tra 1 e 20, 50 o &quot;All&quot; (tutti). Se il numero &egrave; 0 (zero) la tabella non sar&agrave; visualizzata. Se impostato a un numero tra 1 e 20 o 50, allora verr&agrave; mostrato quel numero di lavori. Per esempio, se il numero &egrave; 10, verranno mostrati i primi 10 lavori. Impostando il numero a &quot;All&quot;, sar&agrave; mostrata una tabella che mostra tutti i lavori inviati.</p>
-<p>La seconda opzione controlla se i nomi dei partecipanti vanno mostrati nella tabella o meno. L'opzione controlla come la tabella &egrave; vista da parte dei partecipanti. L'insegnante vede sempre i nomi di tutti.</p>
+<p>La seconda opzione controlla se i nomi dei partecipanti vanno mostrati nella tabella o meno. L'opzione controlla come la tabella &egrave; vista da parte dei partecipanti. docente vede sempre i nomi di tutti.</p>
View
32 lang/it/help/workshop/managing.html
@@ -1,29 +1,29 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Gestione di un lavoro di gruppo (workshop)</B></P>
<p>Un compito di tipo &quot;lavoro di gruppo&quot; &egrave; pi&ugrave; complesso di un compito ordinario, infatti si sviluppa attorno a un certo numero di fasi, di seguito descritte:</p>
<ol>
-<li><p><b>Impostazione del compito.</b> La valutazione di un lavoro &egrave; meglio suddividerla in vari ELEMENTI da giudicare. Ci&ograve; rende la valutazione del lavoro stesso meno arbitraria e, nello stesso tempo d&agrave; ai partecipanti una guida da utilizzare per effettuare le proprie valutazioni. L'insegnante ha il compito di impostare gli elementi di valutazione realizzando una pagina di lavoro da utilizzare per inserire i voti e i commenti. (Vedere la pagina in questione per maggiori dettagli).</p>
-<p>Con gli elementi di valutazione impostati, l'insegnante predisporr&agrave; qualche esempio di lavoro. I partecipanti devono provare a giudicare e valutare questi esempi prima di preparare i propri lavori. Comunque prima che l'intera attivit&agrave; sia collettivamente utilizzabile, questi lavori di esempio devono essere valutati dall'insegnante stesso. Questo permetter&agrave; di impostare &quot;risposte tipo&quot; utili nella verifica delle valutazioni degli esempi da parte di coloro che partecipano al lavoro di gruppo (effettuate nella fase successiva).</p>
-<p>L'inserimento di esempi da parte dell'insegnante &egrave; facoltativa e per certi compiti pu&ograve; non essere appropriata.</p>
+<li><p><b>Impostazione del compito.</b> La valutazione di un lavoro &egrave; meglio suddividerla in vari ELEMENTI da giudicare. Ci&ograve; rende la valutazione del lavoro stesso meno arbitraria e, nello stesso tempo d&agrave; ai partecipanti una guida da utilizzare per effettuare le proprie valutazioni. docente ha il compito di impostare gli elementi di valutazione realizzando una pagina di lavoro da utilizzare per inserire i voti e i commenti. (Vedere la pagina in questione per maggiori dettagli).</p>
+<p>Con gli elementi di valutazione impostati, docente predisporr&agrave; qualche esempio di lavoro. I partecipanti devono provare a giudicare e valutare questi esempi prima di preparare i propri lavori. Comunque prima che l'intera attivit&agrave; sia collettivamente utilizzabile, questi lavori di esempio devono essere valutati dal docente stesso. Questo permetter&agrave; di impostare &quot;risposte tipo&quot; utili nella verifica delle valutazioni degli esempi da parte di coloro che partecipano al lavoro di gruppo (effettuate nella fase successiva).</p>
+<p>L'inserimento di esempi da parte del docente &egrave; facoltativa e per certi compiti pu&ograve; non essere appropriata.</p>
-<li><p><b>Abilitazione dei partecipanti all'invio.</b> Con questa funzione il compito viene aperto all'utilizzo. Se l'insegnante ha impostato degli esempi di lavoro, i partecipanti dovranno valutarne un certo numero (tale numero &egrave; impostato quando il compito stesso &egrave; stato definito). Una volta che il richiesto numero di valutazioni &egrave; stato completato, il partecipante/studente pu&ograve; inviare il proprio lavoro. Nel caso di un compito senza esempi, i partecipanti sono liberi di inviare i propri lavori anche subito. </p>
+<li><p><b>Abilitazione dei partecipanti all'invio.</b> Con questa funzione il compito viene aperto all'utilizzo. Se docente ha impostato degli esempi di lavoro, i partecipanti dovranno valutarne un certo numero (tale numero &egrave; impostato quando il compito stesso &egrave; stato definito). Una volta che il richiesto numero di valutazioni &egrave; stato completato, il partecipante/studente pu&ograve; inviare il proprio lavoro. Nel caso di un compito senza esempi, i partecipanti sono liberi di inviare i propri lavori anche subito. </p>
<p>E' preferibile lasciare il compito per un certo tempo in questa fase al fine di raccogliere un numero sufficiente di lavori e avere una migliore distribuzione del lavoro. Se il compito &egrave; messo direttamente nella fase &quot;Abilitazione all'invio e alla valutazione&quot; dalla fase di &quot;impostazione&quot; (cosa permessa), i partecipanti che inviano per primi avranno da valutare solo i primi invi e quelli che invieranno per ultimi dovranno valutare solo gli ultimi invii. Aggiungendo un &quot;ritardo&quot; prima che le valutazioni reciproche comincino, si eliminer&agrave; il problema per la maggior parte dei partecipanti.</p>
-<p>Quando uno dei partecipanti al lavoro di gruppo invia una parte del lavoro, l'insegnante, se vuole, pu&ograve; valutare quella parte. Questa valutazione pu&ograve; essere incorporata nella votazione finale del partecipante stesso. Queste valutazioni possono essere effettuate nelle fasi di invio e di valutazione del compito. Le valutazioni dell'insegnante fatte dopo il calcolo del voto finale, evidentemente non saranno considerate.</p>
+<p>Quando uno dei partecipanti al lavoro di gruppo invia una parte del lavoro, docente, se vuole, pu&ograve; valutare quella parte. Questa valutazione pu&ograve; essere incorporata nella votazione finale del partecipante stesso. Queste valutazioni possono essere effettuate nelle fasi di invio e di valutazione del compito. Le valutazioni del docente fatte dopo il calcolo del voto finale, evidentemente non saranno considerate.</p>
<li><p><b>Abilitazione dei partecipanti agli invii e alle valutazioni.</b> Se l'impostazione del compito prevede la possibilit&agrave; di effettuare valutazioni reciproche, i partecipanti che hanno inviato il proprio lavoro hanno accesso ai lavori dei propri colleghi perch&eacute; possano valutarli. Invece quelli che ancora non hanno inviato il proprio lavoro, non possono vedere i lavori degli altri.
In questa fase i lavori possono essere inviati pi&ugrave; volte, anche in funzione delle reciproche valutazioni, ed essere progressivamente migliorati.</p>
-<p>L'insegnante pu&ograve; voler separare la fase di invio dei lavori da quella delle valutazioni reciproche, aspettando, prima di attivare la seconda, che tutti i partecipanti abbiano inviato il proprio lavoro. In questo caso, il tipo di abilitazione decritta in questo punto non ha senso e si passa direttamente dalla &quot;Abilitazione all'invio&quot; alla &quot;Abilitazione alle valutazioni&quot;. L'insegnante porr&agrave; una data finale per gli invii e il compito, a quella data passer&agrave; automaticamente nella fase &quot;Abilitazione alle valutazioni&quot;.</p>
-<p>D'altra parte, se l'insegnante, non ritiene necessaria questa netta distinzione, allora si utilizza il tipo di abilitazione qui descritta.
-Permettendo la contemporaneit&agrave; degli invii e delle valutazioni, l'insegnante dovr&agrave; impostare a UNO (o meglio a DUE) il numero di lavori da correggere, per permettere una migliore distribuzione del lavoro (si veda la pagina delle impostazioni del Workshop per maggiori dettagli). Da osservare che questo avr&agrave; come conseguenza che alcuni lavori saranno valutati dai partecipanti pi&ugrave; spesso di altri.</p>
+<p> docente pu&ograve; voler separare la fase di invio dei lavori da quella delle valutazioni reciproche, aspettando, prima di attivare la seconda, che tutti i partecipanti abbiano inviato il proprio lavoro. In questo caso, il tipo di abilitazione decritta in questo punto non ha senso e si passa direttamente dalla &quot;Abilitazione all'invio&quot; alla &quot;Abilitazione alle valutazioni&quot;. docente porr&agrave; una data finale per gli invii e il compito, a quella data passer&agrave; automaticamente nella fase &quot;Abilitazione alle valutazioni&quot;.</p>
+<p>D'altra parte, se docente, non ritiene necessaria questa netta distinzione, allora si utilizza il tipo di abilitazione qui descritta.
+Permettendo la contemporaneit&agrave; degli invii e delle valutazioni, docente dovr&agrave; impostare a UNO (o meglio a DUE) il numero di lavori da correggere, per permettere una migliore distribuzione del lavoro (si veda la pagina delle impostazioni del Workshop per maggiori dettagli). Da osservare che questo avr&agrave; come conseguenza che alcuni lavori saranno valutati dai partecipanti pi&ugrave; spesso di altri.</p>
-<p>Quando un partecipante/studente ha espresso una valutazione di un lavoro, l'autore del lavoro pu&ograve; consultare tale valutazione e commentarla (se &egrave; stata impostata una specifica opzione in questo senso). Inoltre l'insegnante pu&ograve; valutare, a sua volta, queste valutazioni, e i punteggi cos&igrave; ottenuti possono servire al calcolo del voto finale (si veda la fase del Calcolo delle votazioni finali).
+<p>Quando un partecipante/studente ha espresso una valutazione di un lavoro, l'autore del lavoro pu&ograve; consultare tale valutazione e commentarla (se &egrave; stata impostata una specifica opzione in questo senso). Inoltre docente pu&ograve; valutare, a sua volta, queste valutazioni, e i punteggi cos&igrave; ottenuti possono servire al calcolo del voto finale (si veda la fase del Calcolo delle votazioni finali).
<li><p><b>Abilitazione dei partecipanti alle valutazioni.</b> In questa fase le valutazioni reciproche possono iniziare (o continuare), ma i partecipanti non possono pi&ugrave; inviare, n&eacute; re-inviare, alcun lavoro. A coloro che non hanno inviato il lavoro vien segnalata la chiusura di tale possibilit&agrave; e agli stessi non sar&agrave; permesso di vedere, e quindi di valutare, i lavori degli altri.</p>
-<p>L'insegnante pu&ograve; continuare a giudicare, anche lui, le valutazioni dei partecipanti, e i punteggi cos&igrave; determinati possono servire al calcolo del voto finale (si veda la prossima fase).</p>
-<li><p><b>Calcolo delle votazioni finali.</b> Alla data di scadenza programmata, l'insegnante trasferisce il compito nella fase successiva, nella quale non &egrave; pi&ugrave; possibile effettuare alcuna valutazione da parte dei partecipanti. L'insegnante pu&ograve; invece completare la votazione delle valutazioni degli esempi, dei lavori dei partecipanti e delle valutazioni reciproche fatte dagli stessi. Quest'ultima valutazione non &egrave; necessaria se il numero di valutazioni reciproche effettuate per ogni lavoro &egrave; sufficiente e la &quot;validit&agrave; della votazione&quot; di ogni partecipante pu&ograve; essere determinata dal relativo punteggio.
-</p>Quando tutte le valutazioni sono state completate, l'insegnante calcola la votazione finale di chi ha partecipato al lavoro di gruppo. Queste votazioni sono di solito fatte di tre componenti, il voto dato dall'insegnante al lavoro del partecipante, il voto medio allo stesso lavoro dato dagli altri partecipanti e il grado di validit&agrave; delle valutazione date dal partecipante stesso. Quest'ultimo pu&ograve; comprendere un &quot;voto medio&quot; dato dall'insegnante ai commenti che hanno accompagnato le valutazioni del partecipante. L'insegnante fissa un peso specifico a ciascuna di queste tre componenti, prima che il voto finale sia determinato.</p>
-<li><p><b>Visualizzazione dei voti finali.</b> La fase finale del lavoro di gruppo permette ai partecipanti di vedere le proprie votazioni finali. Tuttavia, l'insegnante pu&ograve; tornare alla fase precedente per aggiustare, per esempio, i pesi usati per le componenti del voto finale. I voti ricalcolati possono quindi essere mostrati ai partecipanti al lavoro di gruppo.</p>
-<p>I partecipanti e l'insegnante possono anche vedere la &quot;tabella dei migliori lavori&quot; inviati. Questi sono elencati in ordine di voto, dal pi&ugrave; alto in poi. Il voto del lavoro &egrave; la combinazione della valutazione dell'insegnante e di quella media degli altri partecipanti (se presente). Il sistema di pesi utilizzato &egrave; quello dato nella fase precedente.</p>
+<p> docente pu&ograve; continuare a giudicare, anche lui, le valutazioni dei partecipanti, e i punteggi cos&igrave; determinati possono servire al calcolo del voto finale (si veda la prossima fase).</p>
+<li><p><b>Calcolo delle votazioni finali.</b> Alla data di scadenza programmata, docente trasferisce il compito nella fase successiva, nella quale non &egrave; pi&ugrave; possibile effettuare alcuna valutazione da parte dei partecipanti. docente pu&ograve; invece completare la votazione delle valutazioni degli esempi, dei lavori dei partecipanti e delle valutazioni reciproche fatte dagli stessi. Quest'ultima valutazione non &egrave; necessaria se il numero di valutazioni reciproche effettuate per ogni lavoro &egrave; sufficiente e la &quot;validit&agrave; della votazione&quot; di ogni partecipante pu&ograve; essere determinata dal relativo punteggio.
+</p>Quando tutte le valutazioni sono state completate, docente calcola la votazione finale di chi ha partecipato al lavoro di gruppo. Queste votazioni sono di solito fatte di tre componenti, il voto dato dal docente al lavoro del partecipante, il voto medio allo stesso lavoro dato dagli altri partecipanti e il grado di validit&agrave; delle valutazione date dal partecipante stesso. Quest'ultimo pu&ograve; comprendere un &quot;voto medio&quot; dato dal docente ai commenti che hanno accompagnato le valutazioni del partecipante. docente fissa un peso specifico a ciascuna di queste tre componenti, prima che il voto finale sia determinato.</p>
+<li><p><b>Visualizzazione dei voti finali.</b> La fase finale del lavoro di gruppo permette ai partecipanti di vedere le proprie votazioni finali. Tuttavia, docente pu&ograve; tornare alla fase precedente per aggiustare, per esempio, i pesi usati per le componenti del voto finale. I voti ricalcolati possono quindi essere mostrati ai partecipanti al lavoro di gruppo.</p>
+<p>I partecipanti e docente possono anche vedere la &quot;tabella dei migliori lavori&quot; inviati. Questi sono elencati in ordine di voto, dal pi&ugrave; alto in poi. Il voto del lavoro &egrave; la combinazione della valutazione del docente e di quella media degli altri partecipanti (se presente). Il sistema di pesi utilizzato &egrave; quello dato nella fase precedente.</p>
</ol>
-<p>In ognuna delle fasi di questa attivit&agrave;, l'insegnante pu&ograve; accedere alla pagina di &quot;Amministrazione&quot;. Questa mostra lo stato corrente del compito. Elenca (se ci sono) gli esempi inviati dall'insegnante, le votazioni dei partecipanti (degli esempi dell'insegnante, del loro lavoro e del lavoro degli altri) e i lavori stessi dei partecipanti.
-Da questa pagina l'insegnante pu&ograve; commentare e ri-commentare i lavori, valutarli e ri-valutarli, cancellare i lavori e le valutazioni, e, in generale, seguire tutto il progresso del lavoro di gruppo.</p>
+<p>In ognuna delle fasi di questa attivit&agrave;, docente pu&ograve; accedere alla pagina di &quot;Amministrazione&quot;. Questa mostra lo stato corrente del compito. Elenca (se ci sono) gli esempi inviati dal docente, le votazioni dei partecipanti (degli esempi del docente, del loro lavoro e del lavoro degli altri) e i lavori stessi dei partecipanti.
+Da questa pagina docente pu&ograve; commentare e ri-commentare i lavori, valutarli e ri-valutarli, cancellare i lavori e le valutazioni, e, in generale, seguire tutto il progresso del lavoro di gruppo.</p>
View
190 lang/it/help/workshop/managing2.html
@@ -1,95 +1,95 @@
-
-<p align="center"><strong>Gestione di un workshop (lavoro di gruppo)</strong></p>
-<p>Un compito di tipo workshop (o &quot;lavoro di gruppo&quot;) &egrave; pi&ugrave; complesso di
- un compito ordinario, infatti si sviluppa attorno a un certo numero di fasi,
- di seguito descritte:</p>
-<ol>
- <li>
- <p><strong>Impostazione del compito. </strong>&Egrave; opportuno suddividere la valutazione
- di un lavoro in vari ELEMENTI da giudicare. Ci&ograve; rende la valutazione del
- lavoro stesso meno arbitraria e, allo stesso tempo, d&agrave; agli studenti una
- guida da utilizzare per effettuare le proprie valutazioni. L&#39;insegnante
- ha il compito di impostare gli elementi di valutazione, realizzando una
- pagina di lavoro da utilizzare per inserire i voti e i commenti. (Vedere
- la pagina in questione per maggiori dettagli).</p>
- <p>Con gli elementi di valutazione impostati, l&#39;insegnante predisporr&agrave; di
- norma qualche esempio di lavoro. Gli studenti devono provare a valutare
- questi esempi prima di predisporre i propri lavori. Comunque, prima rendere
- disponibile il workshop agli studenti, questi lavori di esempio dovrebbero
- essere valutati dal docente stesso. Questo gli permetter&agrave; di impostare &quot;risposte
- tipo&quot;, utili nella verifica delle valutazioni degli esempi da parte degli
- studenti (valutazioni effettuate nella fase successiva).</p>
- <p>L&#39;inserimento di esempi da parte dell&#39;insegnante &egrave; facoltativo e per certi
- workshop pu&ograve; non essere appropriato.</p></li>
- <li>
- <p><strong>Abilitazione dei partecipanti alle consegne.</strong> Con questa funzione
- il compito viene aperto agli studenti. Se il docente ha impostato degli
- esempi di lavoro, gli studenti dovranno valutarne un certo numero (tale
- numero &egrave; impostato nel momento in cui viene si crea il workshop). Dopo aver
- raggiunto il numero di valutazioni richiesto, lo studente pu&ograve; inviare il
- proprio lavoro. Nel caso di un compito senza esempi, gli studenti sono liberi
- di inviare i propri lavori anche subito. </p>
- <p>&Egrave; preferibile lasciare il compito per un certo tempo in questa fase,
- al fine di raccogliere un numero sufficiente di lavori ed avere una migliore
- distribuzione del lavoro. Infatti, se il compito passasse direttamente dalla
- fase di &quot;impostazione&quot; alla fase &quot;Abilitazione all&#39;invio e alla valutazione&quot;
- (cosa permessa), gli studenti che inviano per primi avranno da valutare
- solo le prime coinsegne mentre quelli che invieranno per ultimi avranno
- da valutare solo le ultime. Aggiungendo un &quot;ritardo&quot; prima che le valutazioni
- fra pari comincino, si eliminer&agrave; il problema per la maggior parte degli
- studenti.</p>
- <p>Quando uno studente invia un lavoro, l&#39;insegnante, se vuole, pu&ograve; valutarlo.
- Questa valutazione pu&ograve; essere incorporata nella votazione finale del partecipante
- stesso. Queste valutazioni possono essere effettuate nelle fasi di consegna
- e di valutazione del workshop.</p></li>
- <li>
- <p><strong>Abilitazione dei partecipanti alle consegne e alle valutazioni.</strong>
- Se l&#39;impostazione del compito prevede la valutazione tra pari, gli studenti
- che hanno inviato il proprio lavoro hanno in questa fase accesso ai lavori
- dei propri colleghi perch&eacute; possano valutarli. Invece quelli che ancora non
- hanno inviato il proprio lavoro, non possono vedere i lavori degli altri.
- In questa fase convivono gli invii, i re-invii e le rispettive valutazioni
- di invii e re-invii.</p>
- <p>Il docente pu&ograve; voler separare la fase di invio dei lavori da quella della
- valutazione tra pari, aspettando, prima di attivare la seconda, che tutti
- i partecipanti abbiano inviato il proprio lavoro. In questo caso, il tipo
- di abilitazione decritta in questo punto non ha senso e si passa direttamente
- dalla &quot;Abilitazione alle consegne&quot; alla &quot;Abilitazione alle valutazioni&quot;.
- Il docente porr&agrave; una data finale per le consegne e il compito, a quella
- data, passer&agrave; automaticamente nella fase &quot;Abilitazione alle valutazioni&quot;.</p>
- <p>D&#39;altra parte, se il docente non ritiene necessaria questa netta distinzione,
- allora si utilizza il tipo di abilitazione qui descritta. Permettendo la
- contemporaneit&agrave; di consegne e valutazioni, il docente dovrebbe impostare
- a UNO (o meglio a DUE) il numero di Sovrassegnazioni, per consentire una
- migliore distribuzione del lavoro (si veda la pagina di aiuto della opzione
- &quot;Sovrassegnazioni&quot; per maggiori dettagli). Da osservare che questo
- avr&agrave; come conseguenza che <strong>alcuni</strong> lavori saranno valutati dai partecipanti
- pi&ugrave; spesso di altri.</p>
- <p>Quando uno studente ha espresso una valutazione su un lavoro i suoi pari
- possono visualizzarla. Lo studente che ha consegnato il lavoro pu&ograve;,
- se l&#39;opzione corrispondente era stata impostata, commentare la valutazione
- che gli &egrave; stata data dal suo pari.</p></li>
- <li>
- <p><strong>Abilitazione dei partecipanti alle valutazioni.</strong> In questa fase le
- valutazioni reciproche possono iniziare (o continuare), ma i partecipanti
- non possono pi&ugrave; inviare, n&eacute; re-inviare, alcun lavoro. A coloro che non hanno
- inviato il lavoro viene segnalata la chiusura di tale possibilit&agrave; ed agli
- stessi <strong>non</strong> sar&agrave; permesso di vedere, e quindi di valutare, i lavori
- degli altri</p></li>
- <li>
- <p><strong>Visualizzazione dei voti finali.</strong> La fase finale del lavoro di gruppo
- permette ai partecipanti di vedere le proprie votazioni finali. Tuttavia,
- il docente pu&ograve; tornare alla fase precedente per aggiustare, per esempio,
- i pesi usati per le componenti del voto finale. I voti ricalcolati possono
- quindi essere mostrati agli studenti.</p>
- <p>Gli studenti (e il docente) possono anche vedere la &quot;tabella dei migliori lavori&quot; inviati. Questi sono elencati
- in ordine di voto, dal pi&ugrave; alto al pi&ugrave; basso.</p>
- </li>
-</ol>
-<p>In ognuna delle fasi di questa attivit&agrave;, il docente pu&ograve; accedere alla pagina
- di &quot;Amministrazione&quot;. Questa mostra lo stato corrente del compito. Elenca (se
- ci sono) gli esempi inviati dal docente, le valutazioni da parte degli studenti
- (degli esempi dell&#39;insegnante, del loro lavoro e del lavoro degli altri) e le
- consegne degli studenti. Da questa pagina l&#39;insegnante pu&ograve; valutare e ri-valutare
- i lavori, cancellare consegne e valutazioni, e, in generale, seguire tutto il
- progresso del lavoro di gruppo.</p>
+
+<p align="center"><strong>Gestione di un workshop (lavoro di gruppo)</strong></p>
+<p>Un compito di tipo workshop (o &quot;lavoro di gruppo&quot;) &egrave; pi&ugrave; complesso di
+ un compito ordinario, infatti si sviluppa attorno a un certo numero di fasi,
+ di seguito descritte:</p>
+<ol>
+ <li>
+ <p><strong>Impostazione del compito. </strong>&Egrave; opportuno suddividere la valutazione
+ di un lavoro in vari ELEMENTI da giudicare. Ci&ograve; rende la valutazione del
+ lavoro stesso meno arbitraria e, allo stesso tempo, d&agrave; agli studenti una
+ guida da utilizzare per effettuare le proprie valutazioni. L&#39;docente
+ ha il compito di impostare gli elementi di valutazione, realizzando una
+ pagina di lavoro da utilizzare per inserire i voti e i commenti. (Vedere
+ la pagina in questione per maggiori dettagli).</p>
+ <p>Con gli elementi di valutazione impostati, l&#39;docente predisporr&agrave; di
+ norma qualche esempio di lavoro. Gli studenti devono provare a valutare
+ questi esempi prima di predisporre i propri lavori. Comunque, prima rendere
+ disponibile il workshop agli studenti, questi lavori di esempio dovrebbero
+ essere valutati dal docente stesso. Questo gli permetter&agrave; di impostare &quot;risposte
+ tipo&quot;, utili nella verifica delle valutazioni degli esempi da parte degli
+ studenti (valutazioni effettuate nella fase successiva).</p>
+ <p>L&#39;inserimento di esempi da parte dell&#39;docente &egrave; facoltativo e per certi
+ workshop pu&ograve; non essere appropriato.</p></li>
+ <li>
+ <p><strong>Abilitazione dei partecipanti alle consegne.</strong> Con questa funzione
+ il compito viene aperto agli studenti. Se il docente ha impostato degli
+ esempi di lavoro, gli studenti dovranno valutarne un certo numero (tale
+ numero &egrave; impostato nel momento in cui viene si crea il workshop). Dopo aver
+ raggiunto il numero di valutazioni richiesto, lo studente pu&ograve; inviare il
+ proprio lavoro. Nel caso di un compito senza esempi, gli studenti sono liberi
+ di inviare i propri lavori anche subito. </p>
+ <p>&Egrave; preferibile lasciare il compito per un certo tempo in questa fase,
+ al fine di raccogliere un numero sufficiente di lavori ed avere una migliore
+ distribuzione del lavoro. Infatti, se il compito passasse direttamente dalla
+ fase di &quot;impostazione&quot; alla fase &quot;Abilitazione all&#39;invio e alla valutazione&quot;
+ (cosa permessa), gli studenti che inviano per primi avranno da valutare
+ solo le prime coinsegne mentre quelli che invieranno per ultimi avranno
+ da valutare solo le ultime. Aggiungendo un &quot;ritardo&quot; prima che le valutazioni
+ fra pari comincino, si eliminer&agrave; il problema per la maggior parte degli
+ studenti.</p>
+ <p>Quando uno studente invia un lavoro, l&#39;docente, se vuole, pu&ograve; valutarlo.
+ Questa valutazione pu&ograve; essere incorporata nella votazione finale del partecipante
+ stesso. Queste valutazioni possono essere effettuate nelle fasi di consegna
+ e di valutazione del workshop.</p></li>
+ <li>
+ <p><strong>Abilitazione dei partecipanti alle consegne e alle valutazioni.</strong>
+ Se l&#39;impostazione del compito prevede la valutazione tra pari, gli studenti
+ che hanno inviato il proprio lavoro hanno in questa fase accesso ai lavori
+ dei propri colleghi perch&eacute; possano valutarli. Invece quelli che ancora non
+ hanno inviato il proprio lavoro, non possono vedere i lavori degli altri.
+ In questa fase convivono gli invii, i re-invii e le rispettive valutazioni
+ di invii e re-invii.</p>
+ <p>Il docente pu&ograve; voler separare la fase di invio dei lavori da quella della
+ valutazione tra pari, aspettando, prima di attivare la seconda, che tutti
+ i partecipanti abbiano inviato il proprio lavoro. In questo caso, il tipo
+ di abilitazione decritta in questo punto non ha senso e si passa direttamente
+ dalla &quot;Abilitazione alle consegne&quot; alla &quot;Abilitazione alle valutazioni&quot;.
+ Il docente porr&agrave; una data finale per le consegne e il compito, a quella
+ data, passer&agrave; automaticamente nella fase &quot;Abilitazione alle valutazioni&quot;.</p>
+ <p>D&#39;altra parte, se il docente non ritiene necessaria questa netta distinzione,
+ allora si utilizza il tipo di abilitazione qui descritta. Permettendo la
+ contemporaneit&agrave; di consegne e valutazioni, il docente dovrebbe impostare
+ a UNO (o meglio a DUE) il numero di Sovrassegnazioni, per consentire una
+ migliore distribuzione del lavoro (si veda la pagina di aiuto della opzione
+ &quot;Sovrassegnazioni&quot; per maggiori dettagli). Da osservare che questo
+ avr&agrave; come conseguenza che <strong>alcuni</strong> lavori saranno valutati dai partecipanti
+ pi&ugrave; spesso di altri.</p>
+ <p>Quando uno studente ha espresso una valutazione su un lavoro i suoi pari
+ possono visualizzarla. Lo studente che ha consegnato il lavoro pu&ograve;,
+ se l&#39;opzione corrispondente era stata impostata, commentare la valutazione
+ che gli &egrave; stata data dal suo pari.</p></li>
+ <li>
+ <p><strong>Abilitazione dei partecipanti alle valutazioni.</strong> In questa fase le
+ valutazioni reciproche possono iniziare (o continuare), ma i partecipanti
+ non possono pi&ugrave; inviare, n&eacute; re-inviare, alcun lavoro. A coloro che non hanno
+ inviato il lavoro viene segnalata la chiusura di tale possibilit&agrave; ed agli
+ stessi <strong>non</strong> sar&agrave; permesso di vedere, e quindi di valutare, i lavori
+ degli altri</p></li>
+ <li>
+ <p><strong>Visualizzazione dei voti finali.</strong> La fase finale del lavoro di gruppo
+ permette ai partecipanti di vedere le proprie votazioni finali. Tuttavia,
+ il docente pu&ograve; tornare alla fase precedente per aggiustare, per esempio,
+ i pesi usati per le componenti del voto finale. I voti ricalcolati possono
+ quindi essere mostrati agli studenti.</p>
+ <p>Gli studenti (e il docente) possono anche vedere la &quot;tabella dei migliori lavori&quot; inviati. Questi sono elencati
+ in ordine di voto, dal pi&ugrave; alto al pi&ugrave; basso.</p>
+ </li>
+</ol>
+<p>In ognuna delle fasi di questa attivit&agrave;, il docente pu&ograve; accedere alla pagina
+ di &quot;Amministrazione&quot;. Questa mostra lo stato corrente del compito. Elenca (se
+ ci sono) gli esempi inviati dal docente, le valutazioni da parte degli studenti
+ (degli esempi dell&#39;docente, del loro lavoro e del lavoro degli altri) e le
+ consegne degli studenti. Da questa pagina l&#39;docente pu&ograve; valutare e ri-valutare
+ i lavori, cancellare consegne e valutazioni, e, in generale, seguire tutto il
+ progresso del lavoro di gruppo.</p>
View
2 lang/it/help/workshop/nassessmentsofstudentsubmissions.html
@@ -2,4 +2,4 @@
<P>Questo numero determina se a ciascun partecipante &egrave; richiesto di valutare i lavori deglia ltri partecipanti. Se il valore &egrave; diverso da 0 (zero), ogni partecipante ha questo numero di lavori da valutare.
Dopo la valutazione, l'autore del lavoro pu&ograve; visualizzare i commenti e i voti dati dai colleghi.
(Il processo di valutazione reciproca pu&ograve; essere iterativo, secondo l'impostazione dell'opzione &quot;Necessit&agrave; accettazione valutazione&quot;).
-L'insegnante, se vuole, pu&ograve; giudicare queste valutazioni e i suoi voti possono essere usati nel calcolo della votazione finale. Al partecipante, se presenti, saranno mostrati i commenti e il voto dell'insegnante.</P>
+ docente, se vuole, pu&ograve; giudicare queste valutazioni e i suoi voti possono essere usati nel calcolo della votazione finale. Al partecipante, se presenti, saranno mostrati i commenti e il voto del docente.</P>
View
4 lang/it/help/workshop/nassessmentsofteachersexamples.html
@@ -1,4 +1,4 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Numero di valutazioni degli esempi del docente</B></P>
<P>Questo numero determina se ai partecipanti &egrave; richiesto di valutare ogni esempio di lavoro preparato dal docente, prima di inviare il proprio lavoro. Se &egrave; diverso da 0 (zero) allora dovr&agrave; essere valutato quel numero di esempi di lavoro.
-Come detto, i partecipanti non possono inviare il proprio lavoro finch&eacute; queste valutazioni non sono state effettuate. L'insegnante, se vuole, pu&ograve;, a sua volta, dare un voto alle stesse valutazioni e utilizzare questi voti nelle valutazioni finali dei partecipanti.
-Ogni commento dell'insegnante &egrave; mostrato al partecipante, ma il voto che l'insegnante ha dato non si pu&ograve; vedere fino allo scadere del termine ultimo per l'invio dei lavori.</P>
+Come detto, i partecipanti non possono inviare il proprio lavoro finch&eacute; queste valutazioni non sono state effettuate. docente, se vuole, pu&ograve;, a sua volta, dare un voto alle stesse valutazioni e utilizzare questi voti nelle valutazioni finali dei partecipanti.
+Ogni commento del docente &egrave; mostrato al partecipante, ma il voto che docente ha dato non si pu&ograve; vedere fino allo scadere del termine ultimo per l'invio dei lavori.</P>
View
4 lang/it/help/workshop/numberofassessors.html
@@ -1,5 +1,5 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Numero di valutatori</B></P>
<P>Un lavoro di gruppo a valutazione reciproca avr&agrave; tipicamente tra 3 e 8 valutatori. Cio&egrave;, nella fase di valutazione, ogni partecipante dovr&agrave; valutare questo numero di lavori effettuati da parte degli altri partecipanti. Pi&ugrave; grosso &egrave; il compito, in termini di contenuti, pi&ugrave; piccolo dovrebbe essere suddetto numero, altrimenti il carico del lavoro di valutazione diverrebbe troppo oneroso per i partecipanti. Comunque, ogni partecipante dovrebbe vedere sufficienti esempi per acquisire la capacit&agrave; di distinguere un buon lavoro da un cattivo lavoro. Inoltre affinch&eacute; la capacit&agrave; di valutazione di un partecipante sia giudicata in modo significativo &egrave; meglio avere un maggior numero di valutazioni. Tale capacit&agrave; probabilmente non &egrave; significativa se ogni partecipante esprime solo tre o quattro valutazioni.
-<P>Ammesso che ci siano sufficienti lavori (almeno 10 o pi&ugrave;), il sistema assegner&agrave; ad ogni partecipante almeno un lavoro &quot;buono&quot; e un lavoro &quot;cattivo&quot;. Comunque questo pu&ograve; essere fatto solamente se l'insegnante ha valutato i lavori prima dell'assegnazione dei lavori stessi per la valutazione. L'insegnante, comunque, non deve valutare tutti i lavori, un campione &egrave; sufficiente. Inoltre, tali valutazioni possono non essere definitive, ma possono essere preliminari. Da notare, comunque, che se &egrave; attiva l'opzione che fa visualizzare i voti dell'insegnante, questi voti saranno visti solo alla fine della fase di invio dei lavori.
-<P>Il numero degli altri valutatori pu&ograve; essere 0 (zero). Nel qual caso il compito diventa ad auto-valutazione, se la relativa opzione &egrave; attiva, o un normale compito da valutare da parte dell'insegnante.</P>
+<P>Ammesso che ci siano sufficienti lavori (almeno 10 o pi&ugrave;), il sistema assegner&agrave; ad ogni partecipante almeno un lavoro &quot;buono&quot; e un lavoro &quot;cattivo&quot;. Comunque questo pu&ograve; essere fatto solamente se docente ha valutato i lavori prima dell'assegnazione dei lavori stessi per la valutazione. docente, comunque, non deve valutare tutti i lavori, un campione &egrave; sufficiente. Inoltre, tali valutazioni possono non essere definitive, ma possono essere preliminari. Da notare, comunque, che se &egrave; attiva l'opzione che fa visualizzare i voti del docente, questi voti saranno visti solo alla fine della fase di invio dei lavori.
+<P>Il numero degli altri valutatori pu&ograve; essere 0 (zero). Nel qual caso il compito diventa ad auto-valutazione, se la relativa opzione &egrave; attiva, o un normale compito da valutare da parte del docente.</P>
View
24 lang/it/help/workshop/releasegrades.html
@@ -1,12 +1,12 @@
-
-<p align="center"><strong>Pubblica i punteggi dell&#39;insegnante</strong></p>
-<p>La data impostata in questa opzione pu&ograve; essere usata per nascondere
- le valutazioni (e i voti) del docente fino alla data stessa. Il valore predefinito
- &egrave; quello della creazione del workshop. Se non viene cambiato, le valutazioni
- del docente sono disponibili agli studenti poco dopo la valutazione (di norma
- mezz&#39;ora, cio&egrave; il &quot;tempo massimo di modifica&quot;, configurato
- nelle variabili generali di amministrazione del sito). Impostando questa opzione
- il docente pu&ograve; nascondere la valutazione fino a una certa fase del workshop.
- Ad esempio, se il docente desidera nascondere la propria valutazione fino alla
- data di scadenza delle consegne, allora la data di pubblicazione deve essere
- la stessa della data di scadenza.</p>
+
+<p align="center"><strong>Pubblica i punteggi dell&#39;docente</strong></p>
+<p>La data impostata in questa opzione pu&ograve; essere usata per nascondere
+ le valutazioni (e i voti) del docente fino alla data stessa. Il valore predefinito
+ &egrave; quello della creazione del workshop. Se non viene cambiato, le valutazioni
+ del docente sono disponibili agli studenti poco dopo la valutazione (di norma
+ mezz&#39;ora, cio&egrave; il &quot;tempo massimo di modifica&quot;, configurato
+ nelle variabili generali di amministrazione del sito). Impostando questa opzione
+ il docente pu&ograve; nascondere la valutazione fino a una certa fase del workshop.
+ Ad esempio, se il docente desidera nascondere la propria valutazione fino alla
+ data di scadenza delle consegne, allora la data di pubblicazione deve essere
+ la stessa della data di scadenza.</p>
View
4 lang/it/help/workshop/resubmit.html
@@ -1,6 +1,6 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Permesso multipli invii dei lavori</B></P>
<P>Per default, i partecipanti non possono inviare pi&ugrave; di una volta i propri lavori.</P>
-<P>Se questa opzione &egrave; impostata a SI, allora i partecipanti potranno inviare pi&ugrave; di una versione del proprio lavoro. Questo pu&ograve; essere utile se l'insegnante vuole incoraggiarli a migliore il lavoro fatto in un processo iterativo.</P>
+<P>Se questa opzione &egrave; impostata a SI, allora i partecipanti potranno inviare pi&ugrave; di una versione del proprio lavoro. Questo pu&ograve; essere utile se docente vuole incoraggiarli a migliore il lavoro fatto in un processo iterativo.</P>
<P>La valutazione dei lavori &egrave; assegnata sulla base del numero di valutazioni che un lavoro ha ricevuto. Ogni nuovo invio da parte di un partecipante &egrave; sottoposto al giudizio dei colleghi. Comunque se un partecipante invia in rapida successione nuove versioni del lavoro, queste sono tutte ugualmente candidate ad essere valutate. Da notare che il compito non d&agrave; la priorit&agrave; ai lavori pi&ugrave; recenti.</P>
-<P>Quando viene calcolato il voto finale, sono utilizzate le versioni dei lavori che hanno ottenuto la votazione pi&ugrave; alta. Questa votazione significa la combinazione pesata del voto dell'insegnante e del voto dei colleghi, se entrambi presenti.</P>
+<P>Quando viene calcolato il voto finale, sono utilizzate le versioni dei lavori che hanno ottenuto la votazione pi&ugrave; alta. Questa votazione significa la combinazione pesata del voto del docente e del voto dei colleghi, se entrambi presenti.</P>
View
2 lang/it/help/workshop/selfassessment.html
@@ -1,3 +1,3 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Autovalutazione</B></P>
<P>Un lavoro di gruppo pu&ograve;, opzionalmente, prevedere che il partecipante valuti anche il proprio lavoro insieme ai lavori degli altri partecipanti. Questo significher&agrave; che se, per esempio, il numero di lavori che ogni partecipante deve valutare &egrave; 5, allora avr&agrave; da valutare 6 lavori, uno dei quali &egrave; il proprio.
-<P>Se il numero dei lavori da valutare &egrave; impostato a 0 (zero) e l'opzione di Autovalutazione &egrave; SI, allora il compito sar&agrave; del tipo &quot;ad autovalutazione&quot;. Questo pu&ograve; o meno includere la valutazione dell'insegnante, a seconda della decisione dello stesso.</P>
+<P>Se il numero dei lavori da valutare &egrave; impostato a 0 (zero) e l'opzione di Autovalutazione &egrave; SI, allora il compito sar&agrave; del tipo &quot;ad autovalutazione&quot;. Questo pu&ograve; o meno includere la valutazione del docente, a seconda della decisione dello stesso.</P>
View
2 lang/it/help/workshop/showinggrades.html
@@ -1,3 +1,3 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Voti nascosti prima dell'accettazione</B></P>
<P>Questa opzione pu&ograve; essere usata in un lavoro di gruppo quando &egrave; richiesto l'accordo sulla valutazione tra l'autore di un lavoro e il suo valutatore. Il valore di default &egrave; NO, che significa che sia i commenti che i voti saranno mostrati contemporaneamente all'autore del lavoro. Questo pu&ograve; portare a pi&ugrave; dispute di quando l'opzione &egrave; impostata a SI, nel qual caso delle valutazioni sono mostrati subito i commenti ma non i voti.
-<P>Se si sceglie l'opzione di nascondere i voti, allora questi saranno mostrati solo quando si raggiunge l'accordo sulla valutazione. Questo accordo, ovviamente, sar&agrave; stato raggiunto solo sui commenti. Se i commenti non dovessero corrispondere ai voti che appariranno, il partecipante autore del lavoro potr&agrave; appellarsi all'insegnante.</P>
+<P>Se si sceglie l'opzione di nascondere i voti, allora questi saranno mostrati solo quando si raggiunge l'accordo sulla valutazione. Questo accordo, ovviamente, sar&agrave; stato raggiunto solo sui commenti. Se i commenti non dovessero corrispondere ai voti che appariranno, il partecipante autore del lavoro potr&agrave; appellarsi al docente.</P>
View
4 lang/it/help/workshop/specimen.html
@@ -1,4 +1,4 @@
<p align="center"><b>Modello dello schema di valutazione</b></p>
-<p>Questa pagina mostra i dettagli del modello corrente usato per la valutazione di un compito. Tale modello viene utilizzato dall'insegnante per valutare il lavoro di un partecipante al lavoro di gruppo. Lo stesso modello viene anche utilizzato dai partecipanti a un compito in cui &egrave; prevista una valutazione reciproca dei lavori inviati.</p>
+<p>Questa pagina mostra i dettagli del modello corrente usato per la valutazione di un compito. Tale modello viene utilizzato dal docente per valutare il lavoro di un partecipante al lavoro di gruppo. Lo stesso modello viene anche utilizzato dai partecipanti a un compito in cui &egrave; prevista una valutazione reciproca dei lavori inviati.</p>
-<p>Da notare che, anche se si possono modificare i voti su questo modello, gli stessi non saranno salvati. Questo &egrave; semplicemente un modello di esempio, ma un modello molto simile sar&agrave; utilizzato dall'insegnante e eventualmente dai partecipanti al lavoro di gruppo.</p>
+<p>Da notare che, anche se si possono modificare i voti su questo modello, gli stessi non saranno salvati. Questo &egrave; semplicemente un modello di esempio, ma un modello molto simile sar&agrave; utilizzato dal docente e eventualmente dai partecipanti al lavoro di gruppo.</p>
View
8 lang/it/help/workshop/submissionofexamples.html
@@ -1,6 +1,6 @@
-<P ALIGN=CENTER><B>Invio degli esempi dell'insegnante</B></P>
-<P>Se ai partecipanti &egrave; richiesto di valutare alcuni esempi di lavoro prima di inviare il proprio, l'insegnante user&agrave; questo link per inviare tali esempi. L'insegnante pu&ograve; inviare quanti esempi vuole, ma se il numero di questi &egrave; pi&ugrave; grande del numero di valutazioni di esempi che ogni partecipante deve fare, allora i lavori sono assegnati in modo casuale ma bilanciato. Il sistema cerca di assicurare che ognuno degli esempi &egrave; assegnato ai partecipanti lo stesso numero di volte. L'assegnazione &egrave; casuale nel senso che, se per esempio sono stati inviati 10 esempi, &egrave; molto improbabile che al primo partecipante siano assegnati da valutare gli esempi 1, 2 e 3.</P>
-<P>Se l'insegnante invia un numero di esempi minore di quelli definiti nel corrispondente parametro del compito, i partecipanti avranno solo quegli esempi da valutare.</P>
+<P ALIGN=CENTER><B>Invio degli esempi del docente</B></P>
+<P>Se ai partecipanti &egrave; richiesto di valutare alcuni esempi di lavoro prima di inviare il proprio, docente user&agrave; questo link per inviare tali esempi. docente pu&ograve; inviare quanti esempi vuole, ma se il numero di questi &egrave; pi&ugrave; grande del numero di valutazioni di esempi che ogni partecipante deve fare, allora i lavori sono assegnati in modo casuale ma bilanciato. Il sistema cerca di assicurare che ognuno degli esempi &egrave; assegnato ai partecipanti lo stesso numero di volte. L'assegnazione &egrave; casuale nel senso che, se per esempio sono stati inviati 10 esempi, &egrave; molto improbabile che al primo partecipante siano assegnati da valutare gli esempi 1, 2 e 3.</P>
+<P>Se docente invia un numero di esempi minore di quelli definiti nel corrispondente parametro del compito, i partecipanti avranno solo quegli esempi da valutare.</P>
-<P>Dopo che l'insegnante ha inviato gli esempi, &egrave; utile che lo stesso esprima una valutazione degli esempi stessi, anche se solo parzialmente. Queste valutazioni sono personali dell'insegnante, e non saranno mostrate ai partecipanti in alcuna fase dello svolgimento del compito. Le stesse sono invece mostrate all'insegnante quando lo stesso controlla le valutazioni che i partecipanti hanno espresso sugli esempi inviati. Quando l'insegnante deve giudicare la valutazione di un partecipante, vedr&agrave; la propria valutazione in testa allo schermo e la valutazione dello stesso lavoro fatta dal partecipante, in fondo.
+<P>Dopo che docente ha inviato gli esempi, &egrave; utile che lo stesso esprima una valutazione degli esempi stessi, anche se solo parzialmente. Queste valutazioni sono personali del docente, e non saranno mostrate ai partecipanti in alcuna fase dello svolgimento del compito. Le stesse sono invece mostrate al docente quando lo stesso controlla le valutazioni che i partecipanti hanno espresso sugli esempi inviati. Quando docente deve giudicare la valutazione di un partecipante, vedr&agrave; la propria valutazione in testa allo schermo e la valutazione dello stesso lavoro fatta dal partecipante, in fondo.
La valutazione &quot;extra&quot; serve come riferimento e come memoria dei punti salienti dell'esempio.</P>
View
6 lang/it/help/workshop/teachersgradings.html
@@ -1,3 +1,3 @@
-<P ALIGN=CENTER><B>Visualizzazione delle votazioni dell'insegnante</B></P>
-<P>Un compito a valutazione reciproca pu&ograve; opzionalmente mostrare ai partecipanti i commenti e i voti dell'insegnante. Questi, se richiesto, sono visualizzabili alla scadenza del periodo di invio lavori, o pi&ugrave; tardi se ancora non disponibili. Tali commenti e voti possono essere un buon ausilio ai partecipanti nell'esprimere i propri giudizi sui lavori degli altri.
-<P>Da notare che anche quando le votazioni dei partecipanti sono espresse anonimamente, quelle dell'insegnante sono sempre mostrate col nome dello stesso e, se disponibile, la sua foto.</P>
+<P ALIGN=CENTER><B>Visualizzazione delle votazioni del docente</B></P>
+<P>Un compito a valutazione reciproca pu&ograve; opzionalmente mostrare ai partecipanti i commenti e i voti del docente. Questi, se richiesto, sono visualizzabili alla scadenza del periodo di invio lavori, o pi&ugrave; tardi se ancora non disponibili. Tali commenti e voti possono essere un buon ausilio ai partecipanti nell'esprimere i propri giudizi sui lavori degli altri.
+<P>Da notare che anche quando le votazioni dei partecipanti sono espresse anonimamente, quelle del docente sono sempre mostrate col nome dello stesso e, se disponibile, la sua foto.</P>
View
2 lang/it/help/workshop/ungradedassessments_student.html
@@ -1,4 +1,4 @@
<P ALIGN=CENTER><B>Valutazioni non effettuate (Lavori del partecipante/studente)</B></P>
-<P><B>Valutazioni dei lavori del partecipante/studente.</B> Queste sono le valutazioni reciproche fatte dai partecipanti ciascuno al lavoro dell'altro. In genere non &egrave; necessario che l'insegnante valuti questi lavori. Se ciascun lavoro &egrave; valutato dagli altri almeno 5 volte, il sistema &egrave; in grado di determinare con sufficiente precisione la qualit&agrave; delle valutazioni dei partecipanti.
+<P><B>Valutazioni dei lavori del partecipante/studente.</B> Queste sono le valutazioni reciproche fatte dai partecipanti ciascuno al lavoro dell'altro. In genere non &egrave; necessario che docente valuti questi lavori. Se ciascun lavoro &egrave; valutato dagli altri almeno 5 volte, il sistema &egrave; in grado di determinare con sufficiente precisione la qualit&agrave; delle valutazioni dei partecipanti.
Quando invece il numero di valutazioni reciproche &egrave; basso, allora l'isegnante pu&ograve; voler valutare i lavori. Di ogni voto espresso il sistema terr&agrave; conto quando calcoler&agrave; la votazione finale dei partecipanti.
</OL>
View
8 lang/it/help/workshop/ungradedassessments_teacher.html
@@ -1,6 +1,6 @@
-<P ALIGN=CENTER><B>Valutazioni non effettuate (Esempi dell'insegnante)</B></P>
-<P><B>Valutazioni dei lavori dell'insegnante.</B> Queste sono le valutazioni degli esempi dell'insegnante, che il compito pu&ograve; richiedere che i partecipanti facciano, prima di inviare il proprio lavoro.
-In generale, queste valutazioni devono anche essere effettuate dall'insegnante. Le valutazioni dei partecipanti dovranno mostrare se gli stessi hanno capito bene il significato del compito e daranno un'utile indicazione all'insegnante sulla necessit&agrave; di apportare qualche adeguamento o correzione al compito assegnato.
-Inoltre, dopo che la valutazione &egrave; stata effettuata, il partecipante pu&ograve; vedere i commenti dell'insegnante stesso, i quali possono costituire un'utile guida nella preparazione del suo lavoro.</P>
+<P ALIGN=CENTER><B>Valutazioni non effettuate (Esempi del docente)</B></P>
+<P><B>Valutazioni dei lavori del docente.</B> Queste sono le valutazioni degli esempi del docente, che il compito pu&ograve; richiedere che i partecipanti facciano, prima di inviare il proprio lavoro.
+In generale, queste valutazioni devono anche essere effettuate dal docente. Le valutazioni dei partecipanti dovranno mostrare se gli stessi hanno capito bene il significato del compito e daranno un'utile indicazione al docente sulla necessit&agrave; di apportare qualche adeguamento o correzione al compito assegnato.
+Inoltre, dopo che la valutazione &egrave; stata effettuata, il partecipante pu&ograve; vedere i commenti del docente stesso, i quali possono costituire un'utile guida nella preparazione del suo lavoro.</P>
<P>Comunque non &egrave; obbligatorio che queste valutazioni vengano effettuate. Infatti questo non impedisce ai partecipanti di inviare i propri lavori. Si consiglia, comunque, che almeno una prova di valutazione venga effettuate per i motivi sopra menzionati.</P>

0 comments on commit 284e2b9

Please sign in to comment.
Something went wrong with that request. Please try again.