Skip to content
This repository

HTTPS clone URL

Subversion checkout URL

You can clone with HTTPS or Subversion.

Download ZIP
Browse code

Traduzione di Antonio Fini

  • Loading branch information...
commit 7d1dc09db953b08344b36530f251aea86f4c3545 1 parent fdf0834
authored November 08, 2005
128  lang/it/help/advanced_markdown.html
... ...
@@ -0,0 +1,128 @@
  1
+<h2>Uso avanzato di Markdown</h2>
  2
+
  3
+<div id="Main">
  4
+
  5
+<div class="article">
  6
+<p>Questa sezione espande quanto esposto come documentazione di base nel documento 'Migliorare i testi con Markdown'. Se il contenuto di questo documento non ti &egrave; chiaro, dovresti leggere prima il documento citato. </p>
  7
+<ul>
  8
+
  9
+<li><a href="#linebreaks">Ritorni a capo </a></li>
  10
+<li><a href="#hr">Linee orizzontali</a></li>
  11
+<li><a href="#image_links">Immagini linkate </a></li>
  12
+<li><a href="#embedded">Inserire codice HTML</a></li>
  13
+<li><a href="#preformatted">Codice pre-formattato </a></li>
  14
+<li><a href="#special_char">Usare i caratteri speciali </a></li>
  15
+<li><a href="#further">Ulteriori informazioni </a></li>
  16
+</ul>
  17
+
  18
+<h2><a id="linebreaks">Ritorni a capo </a></h2>
  19
+
  20
+<p>In molti testi, ad esempio nelle poesie, &egrave; spesso necessario inserire dei ritorni a capo. Cercare di inserirli con tasto INVIO non dar&agrave; l'effetto sperato perch&egrave; le righe sono automaticamente attaccate l'una all'altra per formare un paragrafo.</p>
  21
+<p><strong><code>The best laid schemes o' Mice an' Men,<br />
  22
+Gang aft agley,<br />
  23
+An' lea'e us nought but grief an' pain,<br />
  24
+For promis'd joy!</code></strong></p>
  25
+<p>Il testo precedente, ottenuto premendo INVIO alla fine di ogni riga, produce il seguente risultanto, dove si nota come i ritorni a capo siano stati ignorati::</p>
  26
+
  27
+<p>The best laid schemes o' Mice an' Men,
  28
+Gang aft agley,
  29
+An' lea'e us nought but grief an' pain,
  30
+For promis'd joy!</p>
  31
+
  32
+<p>Inserendo alla fine di ogni riga due spazi, si forza un ritorno a capo:</p>
  33
+
  34
+<p>The best laid schemes o' Mice an' Men,<br />
  35
+Gang aft agley,<br />
  36
+An' lea'e us nought but grief an' pain,<br />
  37
+For promis'd joy!  </p>
  38
+
  39
+<h2><a id="hr">Linee orizzontali </a></h2>
  40
+
  41
+<p>Per inserire linee orizzontali si devono utilizzare tre o pi&ugrave; asterischi (*), trattini (-) o trattini di sottolineatura(_), con o senza spaziature. </p>
  42
+<p>Tutti i seguenti testi producono il medesimo risultato: </p>
  43
+<p><strong><code>***</code></strong></p>
  44
+
  45
+<p><strong><code>* * * * *</code></strong></p>
  46
+
  47
+<p><strong><code>-------------------------</code></strong></p>
  48
+
  49
+<p><strong><code>_ _ _ _ _</code></strong></p>
  50
+
  51
+<p>che &egrave;: </p>
  52
+
  53
+<hr />
  54
+
  55
+<h2><a id="image_links">Immagini linkate</a></h2>
  56
+
  57
+<p>Il testo introduttivo su Markdown dava informazioni su come creare web link e inserire immagini. Le due cose possono essere combinate per creare immagini che sono anche link cliccabili.</p>
  58
+<p><strong><code>[Il motore di ricerca Google][google]</code></strong></p>
  59
+<p><strong><code>![Il logo di Google][logo]</code></strong></p>
  60
+
  61
+<p>I due esempi sopra riportati mostrano un link e un'immagine. Posizionando l'immagine al posto del testo del link::</p>
  62
+
  63
+<p><strong><code>[![Il logo di Google][logo]][google]</code></strong></p>
  64
+
  65
+<p>In qualsiasi punto del documento, si inseriranno le seguenti due righe, riportanti gli identificativi del link e dell'immagine:</p>
  66
+
  67
+<p><strong><code>[logo]: http://www.google.com/images/logo.gif</code></strong><br />
  68
+<strong><code>[google]: http://www.google.com/ "clicca qui per aprire Google.com"</code></strong></p>
  69
+
  70
+<p>Il risultato finale &egrave; la seguente immagine cliccabile, con relativo tooltip:</p>
  71
+
  72
+<p><a href="http://www.google.com/" title="clicca qui per aprire Google.com"><img src="http://www.google.com/images/logo.gif" alt="il logo di google" /></a></p>
  73
+
  74
+<p>Un esempio di uso di questa tecnica &egrave; la visualizzazione di miniature (thumbnail) come link alle foto in formato pi&ugrave; grande.</p>
  75
+
  76
+<h2><a id="embedded">Inserire codice HTML</a></h2>
  77
+
  78
+<p>Se la tua conoscenza di HTML &egrave; sufficiente, puoi inserire direttamente tag HTML, per avere un maggiore controllo sulla visualizzazione finale del testo. </p>
  79
+<p><strong><code>* &lt;small&gt;testo piccolo&lt;/small&gt;</code></strong><br />
  80
+
  81
+  <strong><code>* &lt;big&gt;testo grande &lt;/big&gt;</code></strong> </p>
  82
+<ul>
  83
+<li><small>testo piccolo</small>  </li>
  84
+<li><big>testo grande </big> </li>
  85
+</ul>
  86
+
  87
+<p>Si noti come la sintassi HTML coesista con il codice Markdown per gli elenchi puntati. E' possibile quindi inserire un mix di comandi Markdown e HTML, in modo da combinare la semplicit&agrave; del primo con la completezza del secondo.</p>
  88
+<h2><a id="preformatted">Visualizzare il codice HTML o testo preformattato</a></h2>
  89
+
  90
+<p>Se, a differenza di quanto esposto nella sezione precedente, si desidera che il codice HTML sia visualizzato esattamente come scritto e non processato dal browser, la riga deve iniziare con quattro spazi. </p>
  91
+<p><code>&lt;p&gt;Un paragrafo in &lt;b&gt;HTML&lt;/b&gt; visualizzato come codice &lt;/p&gt;
  92
+</code></p>
  93
+
  94
+
  95
+<p>Si usa lo stesso sistema per visualizzare parti di programma::</p>
  96
+
  97
+<pre><code>print "Command-line arguments: (@ARGV)\n";
  98
+</code></pre>
  99
+
  100
+<p>Questa modalit&agrave; &egrave; spesso usata per visualizzare programmi e altri testi che potrebbero contenere caratteri che Markdown usa come indicatori di diversi tipi di formattazione. La formattazione Markdown &egrave; pertanto abolita automaticamente in questo tipo di righe::</p>
  101
+
  102
+<pre><code>Normalmente questa parola sarebbe in **grassetto**.
  103
+</code></pre>
  104
+
  105
+<p>Per includere i caratteri speciali nel testo normale, vedi il paragrafo seguente.</p>
  106
+
  107
+<h2><a id="special_char">Usare i caratteri speciali</a></h2>
  108
+
  109
+<p>Per usare i caratteri speciali che fanno parte della 'sintassi' di Markdown, si deve precederli da un carattere 'backslash' (\). Il backslash non sar&agrave; visualizzato ma il carattere seguente sar&agrave; mostrato cos&igrave; come inserito, senza dar luogo a un 'comando' per Markdown:</p>
  110
+
  111
+<p><strong><code>\* asterischi, non corsivo \*</code></strong></p>
  112
+
  113
+<p>becomes</p>
  114
+
  115
+<p>* asterischi, non corsivo *</p>
  116
+
  117
+<p>piuttosto che </p>
  118
+
  119
+<p><strong><code>*corsivo, non asterischi*</code></strong></p>
  120
+
  121
+<p>che produce </p>
  122
+
  123
+<p><em>corsivo, non asterischi </em></p>
  124
+
  125
+<h2><a id="further">Ulteriori informazioni </a></h2>
  126
+
  127
+<p>Il sistema Markdown non &egrave; specifico di Moodle ma &egrave; usato in un numero crescente di strumenti di web publishing. Ulteriori informazioni su Markdown sono disponibili su <a href="http://daringfireball.net/projects/markdown/">http://daringfireball.net/projects/markdown/</a></p>
  128
+</div></div>
3  lang/it/help/courseenrollable.html
... ...
@@ -1 +1,2 @@
1  
-<p>Se &egrave; possibile iscriversi o meno a questo corso. Con una terza opzione di ammettere l'iscrizione entro un limite temporale, da data a data.</p>
  1
+<p>Se &egrave; possibile iscriversi o meno a questo corso. Con una terza possibilit&agrave; di consentire
  2
+  l'iscrizione entro un arco temporale definito da due date.</p>
1  lang/it/help/expirynotify.html
... ...
@@ -0,0 +1 @@
  1
+<p>Notifica la scadenza dell'iscrizione</p>
1  lang/it/help/expirynotifystudents.html
... ...
@@ -0,0 +1 @@
  1
+<p>Notifica anche agli studenti</p>
1  lang/it/help/expirythreshold.html
... ...
@@ -0,0 +1 @@
  1
+<p>Limite della notifica di scadenza dell'iscrizione</p>
86  lang/it/help/filters.html
... ...
@@ -0,0 +1,86 @@
  1
+<p align="center"><b>Amministrazione Filtri</b></p>
  2
+
  3
+<p>La pagina di amministrazione dei Filtri consente di specificare quali filtri
  4
+devono essere applicati al testo visualizzato e in quale ordine. Da questa stessa pagina si pu&ograve; accedere
  5
+alle pagine di impostazioni specifiche dei singoli filtri(se previste).
  6
+I Filtri sono applicati alla maggior parte dei testi inseriti dagli utenti in Moodle prima che essi siano
  7
+visualizzati. Consentono quindi 'modifiche dell'ultimo minuto' del testo.</p>
  8
+
  9
+<p>Ulteriori Filtri sono inseribili. I filtri disponibili sono elencati alla pagina
  10
+   <a href="http://download.moodle.org/modules/filters.php">
  11
+   http://download.moodle.org/modules/filters.php</a>.</p>
  12
+
  13
+<p>Seleziona i filtri desiderati rimuovendo l'icona di 'nascosto' (l'icona con l'occhio).
  14
+Se si ha pi&ugrave; di un filtro attivo si pu&ograve; cambiare l'ordine con cui essi sono applicati, mediante
  15
+le frecce.</p>
  16
+
  17
+<p><b>Notazione TeX</b></p>
  18
+
  19
+<div class="indent">
  20
+  <p>La notazione TeX è usata principalmente per generale formule matematiche all'interno del testo delle risorse.
  21
+Ad esempio: $$ sqrt(a+b) $$ ($$ è il 'tag'
  22
+  di inizio e fine del formato TeX).</p>
  23
+  <p>Moodle usa programmi esterni per il rendering delle immagini corrispondenti alle formule. Questo applicativi
  24
+  esterni potrebbero dover essere impostati sul tuo sistema. Il filtro cerca per primo un renderizzatore LaTeX (per questo metodo
  25
+  è richiesta anche la presenza di Ghostscript). In mancanza di questo sarà utilizzato il più semplice programma
  26
+ <i>miktex</i>
  27
+ incluso nella distribuzione di Moodle.
  28
+ LaTeX consente l'uso dell'intera gamma dei simboli sintattici, mentre miktext ne supporta soltanto un sottoinsieme.</p>
  29
+  <p>La pagina di impostazioni consente di configurare il percorso degli eseguibili di LaTeX e Ghostscript, insieme al preambolo
  30
+  di LaTeX.</p>
  31
+  <p><b>Per maggiori informazioni:</b></p>
  32
+  <p><a href="http://www.miktex.org/">MiKTeX</a><br/>
  33
+     <a href="http://www.latex-project.org/">LaTeX</a><br/>
  34
+     <a href="http://www.ghostscript.com/">ghostscript</a></p>
  35
+</div>
  36
+
  37
+<p><b>Censura parola</b></p>
  38
+
  39
+<div class="indent">
  40
+  <p>Censura parola esamina il testo alla ricerca di 'parole proibite' inserita in una lista predefinita.
  41
+  Ogni package di lingua ha la sua specifica lista predefinita, ma è anche possibile definirne una personalizzata.
  42
+  Per definire una lista personalizzata entra nella pagina delle impostazioni e specifica la lista delle parole.
  43
+  L'utente vedrà le parole 'censurate' oscurate da un blocco nero, muovendosi con il mouse sopra la parola apparirà la parola
  44
+  originale in una finestra popup.</p>
  45
+</div>
  46
+
  47
+<p><b>Auto-collegamento alla risorsa</b></p>
  48
+
  49
+<div class="indent">
  50
+  <p>Auto-collegamento alla risorsa esamina il testo alla ricerca di titoli di risorse esistenti nello stesso corso.
  51
+  Se trovate, le parole sono evidenziate e viene creato automaticamente anche un link alla risorsa.
  52
+  N.B.: per un uso efficace di questa funzione dovrebbero essere usati titoli descrittivi per le risorse. Ad esempio un titolo generico
  53
+  'Introduzione' &egrave; poco significativo perch&eacute; <strong>ogni</strong> uso della parola 'introduzione' nel testo sar&agrave; linkata, indipendentemente da ci&ograve; a cui si riferisce.
  54
+</p>
  55
+</div>
  56
+
  57
+<p><b>Auto-collegamento Nomi Attività</b></p>
  58
+
  59
+<div class="indent">
  60
+  <p>
  61
+  Auto-collegamento Nomi Attitiv&agrave; esamina il testo alla ricerca di titoli di attivit&agrave; esistenti nello stesso corso. Se trovate, le parole sono evidenziate e viene creato automaticamente un link all'attivit&agrave;. N.B.: per un uso efficace di questa funzione dovrebbero essere usati titoli descrittivi nelle attitiv&agrave;. Ad esempio un titolo generico
  62
+  di un'attivit&agrave; come 'Quiz' &egrave; poco significativo perch&eacute; <strong>ogni</strong> uso della parola 'quiz' nel testo sar&agrave; linkata, indipendentemente da ci&ograve; a cui si riferisce.</p>
  63
+</div>
  64
+
  65
+<p><b>Auto-collegamento al glossario</b></p>
  66
+
  67
+<div class="indent">
  68
+  <p>Questo filtro esamina il testo alla ricerca di parole presenti in ogni glossario del corso, a patto che il glossario abbia attivato il collegamento automatico. Se trovate, le parole presenti nei glossari sono evidenziate e linkate automaticamente. </p>
  69
+  <p><b>Protezione email</b></p>
  70
+</div>
  71
+
  72
+<div class="indent">
  73
+  <p>Il filtro Protezione email esamina il testo alla ricerca di indirizzi email. Se nel testo sono presenti, essi sono 'offuscati' per prevenire il recupero automatico di indirizzi email da parte di sistemi di raccolta automatica. In questo modo &egrave; possibile ridurre il rischio di spamming.</p>
  74
+  <p><b>Tidy</b></p>
  75
+</div>
  76
+
  77
+<div class="indent">
  78
+  <p>Tidy esamina il testo alla ricerca di costrutti HTML. Se trovati, il filtro applica le regole che cercano di validare il contenuto HTML. N.B.: la funzionalit&agrave; tidy deve essere configurata a livello della installazione del PHP.</p>
  79
+  <p><b>Contenuto multi-lingua</b></p>
  80
+</div>
  81
+
  82
+<div class="indent">
  83
+  <p>Questo filtro consente di creare risorse utilizzando lingue multiple. La lingua nella quale &egrave; espressa la risorsa cambier&agrave; automaticamente se l'utente seleziona una lingua diversa in Moodle. Per usare questa funzione, prima di tutto occorre creare il contenuto in lingue diverse inserendo i diversi testi in un'unica risorsa. Ogni blocco di lingua dovr&agrave; essere contenuto entro i seguenti tag: </p>
  84
+  <p> &lt;lang lang="XX"&gt;contenuto in lingua XX &lt;/lang&gt;</p>
  85
+  
  86
+</div>
191  lang/it/help/markdown.html
... ...
@@ -0,0 +1,191 @@
  1
+<h2>Migliorare i testi con Markdown</h2>
  2
+<div id="Main">
  3
+<div class="article">
  4
+<p>Markdown consente di migliorare la gestione di semplici testi disponibile in Moodle consentendo di inserire in modo semplice formattazioni (grassetto, corsivo), struttura del testo (elenchi, intestazioni) e link (a immagini o altre risorse web). E' possibile usare Markdown in diversi punti in Moodle, selezionandolo dal menu a tendina <strong>Formattazione</strong> presente sotto all'area di inserimento del testo della risorsa.</p>
  5
+<p></p>
  6
+<ul>
  7
+<li><a href="#concepts">Concetti base </a></li>
  8
+<li><a href="#emphasis">Stile del testo </a></li>
  9
+<li><a href="#headings">Titoli</a></li>
  10
+<li><a href="#lists">Elenchi puntati e numerati </a></li>
  11
+<li><a href="#quotes">Paragrafi virgolettati </a></li>
  12
+<li><a href="#links">Web Link</a></li>
  13
+<li><a href="#images">Immagini</a></li>
  14
+<li><a href="#advanced">Funzioni avanzate</a></li>
  15
+</ul>
  16
+
  17
+<h2><a id="concepts">Concetti base </a></h2>
  18
+
  19
+<p>Per inserire il testo basta semplicemente digitarlo nell'area di inserimento del testo, premendo due volte il tasto INVIO alla fine del paragrafo per lasciare una linea bianca tra un paragrafo e il successivo.</p>
  20
+<p></p>
  21
+<h2><a id="emphasis">Stile del testo</a></h2>
  22
+
  23
+<p>Con Markdown possono essere inseriti tre tipi di stili del testo, il <em>corsivo</em>, il <strong>grassetto</strong> e il <em><strong>grassetto</strong></em><strong> <em>corsivo</em>.</strong> I diversi stili si ottengono, circondando il testo da enfatizzare con asterischi, nel modo seguente:</p>
  24
+
  25
+<p><strong><code>*corsivo*</code></strong> -> <em>corsivo</em> <br />
  26
+<strong><code>**grassetto**</code></strong> -> <strong>grassetto</strong> <br />
  27
+<strong><code>***grassetto corsivo***</code></strong> -> <strong><em>grassetto corsivo </em></strong></p>
  28
+
  29
+<p>Lo stile pu&ograve; essere attribuito a singole parole, frasi o parti di una parola::</p>
  30
+
  31
+<p><strong><code>una *singola* parola </code></strong> -> una <em>singola</em> parola <br />
  32
+<strong><code>***una intera frase***</code></strong> -> <strong><em>una intera frase</em></strong> <br />
  33
+<strong><code>in**distinguibile**</code></strong> -> in<strong>distinguibile</strong></p>
  34
+
  35
+<p>Il trattino di sottolineatura (_) pu&ograve; essere utilizzato al posto degli asterischi.</p>
  36
+
  37
+<h2><a id="headings">Intestazioni</a></h2>
  38
+
  39
+<p>Markdown permette di strutturare il testo attraverso la definizione di sei diversi livelli di intestazioni (generalmente se ne usano al massimo tre in un normale testo, come il presente help). </p>
  40
+<p>Le intestazioni si creano iniziando la riga di testo con uno o pi&ugrave; caratteri 'cancelletto' (#).  Un 'cancelletto' &egrave; l'intestazione pi&ugrave; importante, di pi&ugrave; alto livello, sei 'cancelletti' rappresentano quella di pi&ugrave; basso livello.</p>
  41
+<p><strong><code># intestazione di sezione</code></strong> <br />
  42
+<strong><code>## intestazione di sotto-sezione</code></strong> <br />
  43
+<strong><code>### intestazione di sotto-sotto-sezione</code></strong> <br />
  44
+ecc.</p>
  45
+
  46
+<p>I primi due livelli di intesazione sono i pi&ugrave; comuni e possono essere creati in modi alternativi per farli risaltare maggiormente nella versione testuale (l'output sar&agrave; comunque uguale). Si possono quindi usare, in alternativa, una linea di 'uguale' (=) o di trattini (-) posizionate sotto il testo::</p>
  47
+
  48
+<p><strong><code>Intestazione di sezione </code></strong> <br />
  49
+<strong><code>=======================</code></strong></p>
  50
+
  51
+<p><strong><code>Intestazione di sotto-sezione </code></strong><br />
  52
+<strong><code>-----------------------------</code></strong></p>
  53
+
  54
+<h2><a id="lists">Elenchi </a></h2>
  55
+
  56
+<h3>Elenchi puntati </h3>
  57
+
  58
+<p>Gli elenchi puntati possono essere creati iniziando ogni riga con un asterisco seguito da uno spazio (* ) prima del contenuto. Lo spazio dopo l'asterisco &egrave; importante e non pu&ograve; essere omesso.</p>
  59
+
  60
+<p><strong><code>* primo punto </code></strong> <br />
  61
+<strong><code>* secondo punto </code></strong> <br />
  62
+<strong><code>* terzo punto</code></strong>  </p>
  63
+
  64
+<p>diventa</p>
  65
+
  66
+<ul>
  67
+<li>primo punto </li>
  68
+<li>secondo punto </li>
  69
+<li>terzo punto </li>
  70
+</ul>
  71
+
  72
+<h3>Elenchi numerati </h3>
  73
+
  74
+<p>Allo stesso modo, gli elenchi puntati sono creati iniziando ogni riga con un numero seguito da uno spazio.</p>
  75
+
  76
+<p><strong><code>1. primo punto</code></strong> <br />
  77
+<strong><code>2. secondo punto </code></strong> <br />
  78
+<strong><code>3. terzo punto </code></strong></p>
  79
+
  80
+<p>diventa</p>
  81
+
  82
+<ol>
  83
+<li>primo punto </li>
  84
+<li>secondo punto </li>
  85
+<li>terzo punto </li>
  86
+</ol>
  87
+
  88
+<h3>Elenchi rientrati </h3>
  89
+
  90
+<p>E' possibile creare elenchi rientrati, utilizzando anche nella stessa struttura, punti elenco e numeri:</p>
  91
+
  92
+<pre>
  93
+    * Punto di primo livello
  94
+      * primo punto di secondo livello  
  95
+      * secondo punto di secondo livello 
  96
+    * Secondo punto di primo livello  
  97
+    1. Primo punto numerato
  98
+       1. Punto numerato di secondo livello  
  99
+    2. Secondo punto numerato</pre>
  100
+
  101
+<p> diventa
  102
+</p>
  103
+
  104
+<ul>
  105
+<li>Punto di primo livello
  106
+  <ul>
  107
+<li>primo punto di secondo livello </li>
  108
+<li>secondo punto di secondo livello </li>
  109
+</ul></li>
  110
+<li>Secondo punto di primo livello
  111
+  <ol>
  112
+<li>Primo punto numerato
  113
+  <ol>
  114
+<li>Punto numerato di secondo livello </li>
  115
+</ol></li>
  116
+<li>Secondo punto numerato</li>
  117
+</ol></li>
  118
+</ul>
  119
+
  120
+<h2><a id="quotes">Paragrafi virgolettati </a></h2>
  121
+
  122
+<p>Una sezione del testo pu&ograve; essere marcata come 'citazione' o 'testo virgolettato' iniziando la riga con il segno di 'maggiore' (>), lo stesso carattere utilizzato nella maggior parte dei programmi per la gestione di email per indicare la citazione del testo del mittente. L'output generalmente si presenta con testo rientrato da entrambi i margini.</p>
  123
+
  124
+<p><strong><code>&gt; Questa &egrave; una citazione</code> <br />
  125
+<code>&gt; divisa su due righe </code></strong></p>
  126
+
  127
+<p>diventa</p>
  128
+
  129
+<blockquote>
  130
+  <p>Questa &egrave; una citatzione divisa su due righe </p>
  131
+</blockquote>
  132
+
  133
+<p>E' anche possibile usare un solo &gt; all'inizio della prima riga del paragrafo </p>
  134
+<p><strong><code>&gt; Solo la prima riga di questo </code> <br />
  135
+    <code>paragrafo inizia con &gt; anche se la citazione </code> <br />
  136
+    <code>&egrave; su pi&ugrave; righe </code></strong></p>
  137
+<p>diventa</p>
  138
+
  139
+<blockquote>
  140
+  <p>Solo la prima riga di questo paragrafo inizia con &gt; anche se la citazione &egrave; su pi&ugrave; righe</p>
  141
+</blockquote>
  142
+
  143
+<h2><a id="links">Web Link</a></h2>
  144
+
  145
+<p>Ci sono due modi per creare link a risorse web: il primo consiste nell'includere il link nel testo, posizionando il testo linkato tra parentesi quadre, e l'URL corrispondente immediatamente dopo, tra parentesi tonde, senza spazi tra i due elementi tra parentesi. E' possibile inserire anche un titolo per il link, tra doppi apici dopo l'URL). </p>
  146
+<p><strong><code>Un [link esempio](http://example.com/ "Titolo opzionale") in una frase.</code></strong></p>
  147
+<p>diventa</p>
  148
+
  149
+<p>An <a href="http://example.com/" title="Optional Title">link esempio</a> in una frase.</p>
  150
+
  151
+<p>Il titolo, se inserito, sar&agrave; visualizzato come 'tooltip' quando l'utente posizioner&agrave; il puntatore del mouse, prima di cliccare. </p>
  152
+<p>Per link pi&ugrave; lunghi &egrave; possibile evitare di alterare il flusso del testo e inserirli come nota a pi&egrave; di pagina. In questo caso si inserisce un identificativo, subito dopo il primo elemento tra parentesi quadre. </p>
  153
+<p><strong><code>Un [link esempio][ex] in una frase.</code></strong></p>
  154
+<p>A questo punto si pu&ograve; definire l'URL associata in qualsiasi punto nel documento, ma preferibilmente dopo il paragrafo contenente il link oppure tutti insieme alla fine del documento, come una bibliografia:</p>
  155
+<p><strong><code>[ex]: http://example.com/  "Titolo opzionale"</code></strong></p>
  156
+
  157
+<p>Il risultato finale del secondo esempio &egrave; identico al primo. E' solo un modo per organizzare i link all'interno del documento in modo pi&ugrave; ordinato. </p>
  158
+<p>Una ulteriore modalit&agrave;, pi&ugrave; rapida, nel caso l'URL coincida con il testo da linkare, consiste nell'inserire direttamente l'URL tra parentesi angolari (&lt; &gt;):</p>
  159
+<p><strong><code>&lt;http://moodle.org/&gt;</code></strong></p>
  160
+<p>che diventa </p>
  161
+
  162
+<p><a href="http://moodle.org">http://moodle.org</a></p>
  163
+
  164
+<h2><a id="images">Immagini</a></h2>
  165
+
  166
+<p>Le immagini si inseriscono in modo molto simile ai web link, ma sono precedute dal punto esclamativo (!). Il testo alternativo (ovvero il tag 'alt') viene visualizzato per gli utenti che non sono in grado di vedere le immagini per svariate ragioni. .</p>
  167
+<p>Il titolo &egrave; visualizzato in una piccola finestra popup quando l'utente posizioner&agrave; il puntatore del mouse sull'immagine, dando modo di fornire ulteriori informazioni. </p>
  168
+<p><strong><code>![testo alt](/path/img.jpg "Titolo opzionale")</code></strong></p>
  169
+<p>Come per i web link, &egrave; possibile utilizzare gli identificativi per organizzare le URL delle immagini come note a pi&egrave; di pagina:</p>
  170
+<p><strong><code>![testo alt][foto1]</code></strong></p>
  171
+
  172
+<p>In qualsiasi punto del documento, si associa l'identificativo con l'URL dell'immagine:</p>
  173
+<p><strong><code>[foto1]: /url/to/img.jpg "Titolo opzionale"</code></strong></p>
  174
+<p>Un esempio seguito dalla visualizzazione reale:</p>
  175
+
  176
+<p><strong><code>![logo di Google](http://www.google.com/images/logo.gif "Il logo di Google")</code></strong></p>
  177
+
  178
+<p><img src="http://www.google.com/images/logo.gif" alt="logo di Google" title="Il logo di Google" /></p>
  179
+
  180
+<p>Il testo 'alt', che &egrave; importante anche per ragioni di accessibilit&agrave;, &egrave; spesso usato dai browser quando i link alle immagini non sono validi o temporaneamente non disponibili:</p>
  181
+<p><strong><code>![testo alternativo per immagine non disponibile](http://example.com/immagine_non_esistente "Questa immagine non si visualizza ")</code></strong></p>
  182
+<p>diventa:</p>
  183
+
  184
+<p><img src="http://example.com/immagine_non_esistente" alt="testo alternativo per immagine non disponibile" title="Questa immagine non si visualizza" /></p>
  185
+
  186
+<h2><a id="advanced">Funzioni avanzate </a></h2>
  187
+
  188
+<p>Questa breve introduzione ha illustrato le principali funzioni di Markdown, utilizzate nella maggior parte dei casi. E' possibile ottenere risultati molto pi&ugrave; complessi, in particolare se si ha una conoscenza di HTML, ma queste funzioni sono spiegate in un documento separato sull'Uso avanzato di Markdown.</p>
  189
+<p align="right"><a href="help.php?file=advanced_markdown.html">Maggiori informazioni sull'uso avanzato di Markdown</a></p>
  190
+</div>
  191
+</div>
45  lang/it/help/search.html
... ...
@@ -0,0 +1,45 @@
  1
+<p align="center"><b>Come eseguire una ricerca </b></p>
  2
+
  3
+<p>La ricerca testuale (full-text) supporta un certo numero di opzioni, elencate di seguito. Le opzioni possono essere combinate tra loro, per eseguire ricerche pi&ugrave; accurate.</p>
  4
+
  5
+<table>
  6
+
  7
+<tr>
  8
+<td valign="top"><strong>ricerca queste parole </strong></td>
  9
+<td>Per la ricerca semplice di una o pi&ugrave; parole contenute nel testo, &egrave; sufficiente inserirle, separate da spazi. Tutte le parole pi&ugrave; lunghe di due caratteri saranno utilizzate per la ricerca.</td>
  10
+</tr>
  11
+
  12
+<tr>
  13
+<td valign="top"><strong>+ricerca +queste parole </strong></td>
  14
+<td>L'esempio precedente avrebbe dato esito positivo anche per &quot;ricercato&quot; (contiene &quot;ricerca&quot;). Per forzare la ricerca esatta di una parola, si usa il segno pi&ugrave; (+).</td>
  15
+</tr>
  16
+
  17
+<tr>
  18
+<td valign="top"><strong>+ricerca-motore</strong></td>
  19
+<td>Il segno meno (-) consente di eliminare dalla ricerca alcune parole.</td>
  20
+</tr>
  21
+
  22
+<tr>
  23
+<td valign="top"><strong>"motore di ricerca "</strong></td>
  24
+<td>Per cercare una particolare frase, si usano i doppi apici (&quot;) per delimitarla.</td>
  25
+</tr>
  26
+
  27
+<tr>
  28
+<td valign="top"><strong>user:Kim</strong></td>
  29
+<td>Per cercare un testo inserito da un particolare utente si usa il prefisso "user:".</td>
  30
+</tr>
  31
+
  32
+<tr>
  33
+<td valign="top"><strong>userid:6</strong></td>
  34
+<td>Se si conosce l'id di un particolare utente, si pu&ograve; eseguire la ricerca basata sull'id in questo modo.</td>
  35
+</tr>
  36
+
  37
+<tr>
  38
+<td valign="top"><strong>subject:assessment</strong></td>
  39
+<td>Per cercare una parola all'interno dell'oggetto o del titolo, si usa il prefisso "subject:".</td>
  40
+</tr>
  41
+
  42
+</table>
  43
+
  44
+<p>Per la ricerca avanzata, premere il pulsante di ricerca senza inserire niente nella casella di testo. Sar&agrave; visualizzata una maschera completa con campi specifici per la ricerca avanzata.</p>
  45
+
109  lang/it/help/textformat.html
... ...
@@ -1,52 +1,57 @@
1  
-<P ALIGN=CENTER><B>Formattazione del testo</B></P>
2  
-
3  
-<P>Quando si scrive in Moodle esistono diversi formati tra cui &egrave; possibile scegliere per produrre il proprio testo, a seconda della propria esperienza e del tipo di browser che si utilizza.</p>
4  
-
5  
-<P><B>Di solito &egrave; possibile lasciare questa impostazione al valore predefinito e il tutto dovrebbe funzionare come ci si aspetta.</B></P>
6  
-
7  
-<P><B>1. Formato automatico di Moodle</B></P>
8  
-
9  
-<UL>
10  
-<P>&Egrave; un formato ottimo per quando si utilizzano normali moduli di rete per l'immissione (invece dell'editor Richtext HTML). &Egrave; sufficiente digitare il testo normalmente, come se si stesse inviando un'e-mail.</P>
11  
-
12  
-<P>Quando si salva il proprio testo, Moodle eseguir&agrave; un numero di operazioni per formattarlo automaticamente.</P>  
13  
-<P>Ad esempio: URL come  
14  
-   <A HREF="http://yahoo.com/">http://yahoo.com</A> o anche 
15  
-   <A HREF="http://www.yahoo.com/">www.yahoo.com</A> saranno trasformati in collegamenti.</P>
16  
-<P>Le interruzioni delle righe saranno conservate e le righe vuote daranno inizio ad un nuovo paragrafo.</P>
17  
-<P>I caratteri smiley come :-) si trasformeranno automaticamente nei loro equivalenti grafici.
18  
-<P>&Egrave; anche possibile incorporare il codice HTML se lo si desidera ed esso sar&agrave; conservato.</P>
19  
-<p align=right><a href="help.php?file=text.html">Ulteriori informazioni sulla formattazione automatica di Moodle</a></p>
20  
-</UL>
21  
-
22  
-
23  
-<P><B>2. Formato HTML</B></P>
24  
-
25  
-<UL>
26  
-<P>Questo formato prevede che il testo &egrave; HTML puro. Se utilizzi l'editor HTML per modificare il testo quando questo &egrave; il formato standard - tutti i comandi nella barrastrumenti produrranno il codice HTML per te.</P>
27  
-
28  
-<P>Anche se non state usando l'editor grafico di HTML, potrete utilizzare codice HTML nel vostro testo e questo sar&agrave; visualizzato come volevate.</P>
29  
-
30  
-<P>A differenza dall'autoformattazione di Moodle, non sar&agrave; effettuata nessuna formattazione automatica.</p>
31  
-<p align=right><a href="help.php?file=html.html">Ulteriori informazioni sull'utilizzo di HTML in Moodle</a></p>
32  
-<p align=right><a href="help.php?file=richtext.html">Ulteriori informazioni sull'editor grafico di HTML</a></p>
33  
-</UL>
34  
-
35  
-
36  
-<P><B>3. Formato di testo normale</B></P>
37  
-
38  
-<UL>
39  
-<P>Questo formato &egrave; utile quando occorre includere molti codici o HTML che si desidera vengano visualizzati esattamente come li si &egrave; scritti.</P>
40  
-
41  
-<P>Esso traduce comunque gli smilie e le nuove righe, ma altrimenti il testo resta intatto.</P>
42  
-</UL>
43  
-
44  
-
45  
-<P><B>4. Formato di testo Wiki</B></P>
46  
-<UL>
47  
-<P>Questo formato utilizza un modo speciale di scrivere il testo conosciuto come  formato Wiki.</P>
48  
-<P>Questo formato ti permette di scrivere il tessto in un modo che rimane molto leggibile, ma che pu&ograve; essere automaticamente convertito in testo HTML con intestazioni, liste ed altri modi complessi di formattiazione.</P>
49  
-
50  
-<p align=right><a href="help.php?file=wiki.html">Ulteriori informazioni sul formato Wiki</a></p>
51  
-</UL>
52  
-
  1
+<P ALIGN=CENTER><B>Formattazione del testo</B></P>
  2
+<P>Quando si scrive in Moodle esistono diversi formati tra cui &egrave; possibile
  3
+  scegliere per produrre il proprio testo, a seconda della propria esperienza
  4
+  e del tipo di browser che si utilizza.</p>
  5
+<P><B>Di solito &egrave; possibile lasciare questa impostazione al valore predefinito
  6
+    e il tutto dovrebbe funzionare come ci si aspetta.</B></P>
  7
+<P><B>1. Formato automatico di Moodle</B></P>
  8
+<UL>
  9
+  <P>&Egrave; un formato ottimo per quando si utilizzano normali moduli di rete
  10
+    per l'immissione (invece dell'editor Richtext HTML). &Egrave; sufficiente
  11
+    digitare il testo normalmente, come se si stesse inviando un'e-mail.</P>
  12
+  <P>Quando si salva il proprio testo, Moodle eseguir&agrave; un numero di operazioni
  13
+    per formattarlo automaticamente.</P>
  14
+  <P>Ad esempio: URL come <A HREF="http://yahoo.com/">http://yahoo.com</A> o
  15
+    anche <A HREF="http://www.yahoo.com/">www.yahoo.com</A> saranno trasformati
  16
+    in collegamenti.</P>
  17
+  <P>Le interruzioni delle righe saranno conservate e le righe vuote daranno
  18
+    inizio ad un nuovo paragrafo.</P>
  19
+  <P>I caratteri smiley come :-) si trasformeranno automaticamente nei loro equivalenti
  20
+    grafici.
  21
+  <P>&Egrave; anche possibile incorporare il codice HTML se lo si desidera ed
  22
+    esso sar&agrave; conservato.</P>
  23
+  <p align=right><a href="help.php?file=text.html">Ulteriori informazioni sulla
  24
+      formattazione automatica di Moodle</a></p>
  25
+</UL>
  26
+<P><B>2. Formato HTML</B></P>
  27
+<UL>
  28
+  <P>Questo formato prevede che il testo &egrave; HTML puro. Se utilizzi l'editor
  29
+    HTML per modificare il testo quando questo &egrave; il formato standard -
  30
+    tutti i comandi nella barrastrumenti produrranno il codice HTML per te.</P>
  31
+  <P>Anche se non state usando l'editor grafico di HTML, potrete utilizzare codice
  32
+    HTML nel vostro testo e questo sar&agrave; visualizzato come volevate.</P>
  33
+  <P>A differenza dall'autoformattazione di Moodle, non sar&agrave; effettuata
  34
+    nessuna formattazione automatica.</p>
  35
+  <p align=right><a href="help.php?file=html.html">Ulteriori informazioni sull'utilizzo
  36
+      di HTML in Moodle</a></p>
  37
+  <p align=right><a href="help.php?file=richtext.html">Ulteriori informazioni
  38
+      sull'editor grafico di HTML</a></p>
  39
+</UL>
  40
+<P><B>3. Formato di testo normale</B></P>
  41
+<UL>
  42
+  <P>Questo formato &egrave; utile quando occorre includere molti codici o HTML
  43
+    che si desidera vengano visualizzati esattamente come li si &egrave; scritti.</P>
  44
+  <P>Esso traduce comunque gli smilie e le nuove righe, ma altrimenti il testo
  45
+    resta intatto.</P>
  46
+</UL>
  47
+<P><B>4. Formato Markdown </B></P>
  48
+<UL>
  49
+  <p>Il formato Markdown consente di scrivere testo XHTML ben formato senza tuttavia
  50
+    inserire direttamente i tag, ma soltanto scrivendo il normale testo, pi&ugrave; o
  51
+    meno come quando si scrive una email. </p>
  52
+  <P>E' ottimo per scrivere pagine di testo, anche contenenti intestazioni e
  53
+    liste in modo chiaro e pulito, a patto che non contengano molti link e immagini. </P>
  54
+  <p align=right><a href="help.php?file=markdown.html">Ulteriori informazioni
  55
+      sul formato Markdown</a></p>
  56
+</UL>
  57
+

0 notes on commit 7d1dc09

Please sign in to comment.
Something went wrong with that request. Please try again.