Skip to content
Permalink
Browse files

More IT translations of context_help by Flavio Rigolon

git-svn-id: http://svn.osgeo.org/qgis/trunk/qgis@12613 c8812cc2-4d05-0410-92ff-de0c093fc19c
  • Loading branch information
pcav
pcav committed Dec 24, 2009
1 parent 58dc079 commit 7610e16e635a1706a3ca7726d989337b0119977e
@@ -0,0 +1,3 @@
<h3>Tabella attributi</h3>
La tabella attributi visualizza righe e colonne del layer selezionato.
Da qui puoi visualizzare, modificare e effettuare ricerche tra i dati relativi al layer in uso.
@@ -0,0 +1,34 @@
<h3>Segnalibri spaziali</h3>
I segnalibri spaziali consentono di "marcare" una posizione geografica e di ritornarci in un secondo momento.
<p>
<a href="#creating">Creare un segnalibro</a><br/>
<a href="#working">Lavorare con i segnalibri</a><br/>
<a href="#zooming">Zoomare su un segnalibro</a><br/>
<a href="#deleting">Cancellare un segnalibro</a><br/>

<a name="creating">
<h4>Creare un segnalibro</h4>
</a>
Per creare un segnalibro:
<ol>
<li>Zoomare o spostarsi sull'area di interesse.
<li>Clic su <label>Nuovo segnalibro</label> oppure Ctrl-B.
<li>Inserire un nome descrittivo per il segnalibro (fino a 255 caratteri).
<li>Clic su <label>OK</label> per aggiungere il segnalibro oppure <label>Annulla</label> per uscire senza aggiungere il segnalibro.
</ol>
Nota: si possono avere più segnalibri con lo stesso nome.
<a name="working">
<h4>Lavorare con i segnalibri</h4>
</a>
Per utilizzare o gestire i segnalibri, clic sul pulsante <label>Mostra segnalibri</label> oppure scegli <label>Mostra segnalibri</label> dal menu' <label>Visualizza</label>. La finestra di dialogo dei segnalibri consente di zoomare su un segnalibro o di cancellarne uno. Non si possono modificare il nome e le coordinare del segnalibro.
<a name="zooming">
<h5>Zoomare su un segnalibro</h5>
</a>
Dalla finestra di dialogo Segnalibri geospaziali, selezionare il segnalibro desiderato con un clic, poi clic sul pulsante <label>Zoom a</label>.
<p>
E' possibile zoomare su un segnalibro con un doppio clic.
<a name="deleting">
<h5>Cancellare un segnalibro</h5>
</a>
Per cancellare un segnalibro, clic sul nome che lo identifica e poi clic sul pulsante <label>Elimina</label>. Confermare con <label>OK</label> o annullare l'operazione con <label>Annulla</label>.

@@ -0,0 +1,11 @@
<h3>Sistema di stampa</h3>

<p>
Il sistema di stampa consente di impaginare vari oggetti su un foglio che verra' stampato. Tra gli oggetti sono compresi: l'area mappa, la barra di scala, la legenda, e immagini di vario tipo.
</p>

<p>
Clic su una delle icone che si trovano nella parte superiore della finestra del sistema di stampa per selezionare il tipo di oggetto da posizionare sulla pagina, poi fare clic e disegnare sulla pagina per crearlo. Le dimensioni di alcuni oggetti, come l'area mappa e la barra di scala possono essere impostate mediante clic e trascinamento sulla pagina stessa. Altri oggetti hanno una dimensione fissa modificabile successivamente selezionando l'oggetto e aggiustando le dimensioni mediante il pannello di destra.

</p>

@@ -0,0 +1,31 @@
<h3>Plugin etichetta di copyright</h3>
Disegna una etichetta di copyrigth con informazioni associate.<br/>
E' possibile aggiungere qualsiasi testo alla mappa e non solo una etichetta di copyright.
<p>
<a href="#howto">Procedere</a><br/>
<a href="#text">Formattazione del testo</a><br/>

<a name="howto">
<h4>Procedura</h4>
</a>
<ol>
<li>Assicurarsi di avere caricato il plugin.
<li>Clic su <label>Plugin > Decorazioni > Etichetta copyright</label> oppure clic sul pulsante <label>Etichetta copyright</label> dalla barra degli strumenti.
<li>Scrivere il testo da inserire sulla mappa. Si puo' usare anche testo in HTML.
<li>Scegliere una posizione per l'etichetta dal drop-down menu <label>In basso a destra</label>.
<li>Assicurarsi che sia spuntato <label>Abilita etichetta di copyright</label>.
<li>Clic su <label>OK</label>.
</ol>
<a name="text">
<h4> Formattazione del testo </h4>
</a>
Questo plugin supporta tag HTML di base per la formattazione del testo. Per esempio:

<ul>
<li>&lt;B&gt;<b> Grassetto </b>&lt;/B&gt;
</li>
<li>&lt;I&gt;<i> Corsivo </i>&lt;/I&gt;
</li>
<li>&lt;U&gt;<u> Sottolineato </u>&lt;/U&gt;
</li>
</ul>
@@ -0,0 +1,16 @@
<h3>Definizione coordinate di riferimento spaziale</h3>
Se QGIS non fornisce le coordinate di riferimento spaziale necessarie e' possibile definire un CRS personalizzato.
<p>
Per definire un CRS, selezionare <label>CRS personalizzato</label> dal menu' <label>Modifica</label> (Gnome, OSX) oppure <label>Impostazioni</label> (KDE, Windows). I CRS personalizzati vengono memorizzati nel database QGIS dell'utente. In aggiunta ai CRS personalizzati, questo database contiene i segnalibri spaziali e altri dati personalizzati.

<h4>Definizione</h4>
Per creare un nuovo CRS, clic sul pulsante <label>Nuovo</label> e inserire:
<ul>
<li>un nome descrittivo
<li>parametri del CRS
</ul>
Una volta fatto questo salvare il CRS con il pulsante <label>Salva</label>.
<p>
Nota: i parametri devono iniziare con +proj=-blocco, per rappresentare il nuovo CRS.
<p>
La definizione di un CRS personalizzato in QGIS richiede una buona conoscenza delle librerie di proiezione Proj.4. Per inziare fare riferimento a <a href="ftp://ftp.remotesensing.org/proj/OF90-284.pdf">Cartographic Projection Procedures for the UNIX Environment</a> - Una guida utente di Gerald I. Evenden, U.S. Geological Survey Open-File Report 90-284, 1990. Questo manuale descrive l'uso delle <i>proj.4</i> e relative utilita' da riga di comando. I parametri cartografici usati con le librerie <i>proj.4</i> sono descritti nel manuale utente, e sono gli stessi usati da QGIS.
@@ -0,0 +1,35 @@
<h3>Plugin layer di testo delimitato</h3>
Carica e visualizza file di testo delimitato contenenti coordinate x,y.
<p>
<p>
<a href="#re">Requisiti</a><br/>
<a href="#example">Esempio di file di testo valido</a><br/>
<a href="#notes">Note</a><br/>

<a name="re">
<h4>Requisiti</h4>
</a>
Per visualizzare un file di testo come layer, il file deve contenere:
<ol>
<li>Una riga di header (intestazione) delimitata per i nomi dei campi. Questa deve essere la prima riga nel file di testo.</li>
<li>La riga di header deve contenere un campo X e un campo Y. Questi campi possono avere un nome qualsiasi.</li>
<li>Le coordinate <B>x</B> e <B>y</B> devono essere specificate come numero. Il sistema di coordinate non e' importante.</li>
</ol>
<a name="example">
<h4>Esempio di file di testo valido</h4>
</a>
X;Y;ELEV<br/>
-300120;7689960;13<br/>
-654360;7562040;52<br/>
1640;7512840;3<br/>
[...]<br/>
<a name="notes">
<h4>Note</h4>
</a>
<ol>
<li>Il file di testo utilizza <b>;</b> (punto e virgola) come delimitatore. Qualsiasi carattere puo' essere usato per delimitare i campi.</li>
<li>La prima riga e' la riga di intestazione (header). Contiene i campi X, Y e ELEV.</li>
<li>Non si usano le virgolette (quotes=") per delimitare i campi di testo.</li>
<li>Le coordinate x sono contenute nel campo X.</li>
<li>Le coordinate y sono contenute nel campo Y.</li>
</ol>
@@ -0,0 +1,2 @@
<h3>Plugin GPS</h3>

@@ -0,0 +1,8 @@
<h3>Informazioni elementi</h3>
<p>
La finestra di dialogo risultante visualizza tutti gli elementi identificati all'interno della tolleranza di ricerca.
Per visualizzare i risultati, espandere le informazioni con un clic su simbolo <label>+</label> alla sinistra di ogni elemento.
</p>
<p>
Il raggio di ricerca puo' essere impostato nella finestra di dialogo Opzioni <label>Impostazioni > Opzioni</label>.
</p>
@@ -0,0 +1,19 @@
<h3>Crea una nuova connessione PostGIS</h3>
Per creare una nuova connessione PostGIS e' necessario conoscere il nome del server (host), la porta, e nome utente/password per il server del database.
<h4>Parametri richiesti</h4>
<ul>
<li><label>Nome</label> - un nome descrittivo per la connessione
<li><label>Host</label> - nome del server contenente il database (es. madison.qgis.org)
<li><label>Database</label> - nome del database a cui connettersi
<li><label>Porta</label> - porta di connessione per PostgreSQL. Per default si tratta della porta 5432. In caso di dubbio, contattare il proprio amministratore di database.
<li><label>Utente</label> - utente del database
<li><label>Password</label> - password dell'utente per accedere al database
</ul>
<h4>Opzioni</h4>
<ol>
<li><label>Salva password</label> - salva la password in modo da non doverla inserire ogni volta. La password viene memorizzata come testo in chiaro nelle proprie preferenze QGIS.
<li><label>Cerca soltanto nella tabella geometry_columns</label> - normalmente QGIS esamina ogni tabella del database per vedere se contiene colonne geometriche; in tal caso aggiunge la tabella alla lista dei layer. Spuntare questa casella per fare in modo che QGIS elenchi solo i layer che sono stati "registrati" e sono inseriti nella tabella geometry_columns.
<li><label>Cerca soltanto nello schema 'public'</label> - questo limita la ricerca dei layer nello schema public
</ol>
<h4>Test della connessione</h4>
Facendo clic sul pulsante <label>Test Connessione</label> inizia un tentativo di connessione al database usando i parametri specificati. Questo e' un ottimo modo per controllare i parametri di connessione prima di salvare la connessione.
@@ -0,0 +1 @@
<h3>Finestra di dialogo Nuova Connessione Database OGR</h3>
@@ -0,0 +1,11 @@
<h3>Crea nuovo layer vettoriale</h3>
Per creare un nuovo layer, scegliere <label>Nuovo vettoriale</label> dal menu' <label>Layer</label>. <br/>
Con questa finestra di dialogo e' possibile creare uno Shapefile.
<h4>Tipo</h4>
Scegliere il tipo di layer <label>Punto</label>, <label>Linea</label> o <label>Poligono</label>.<br/>
Clic sul pulsante <label>Specifica CRS</label> per cambiare le coordinate di riferimento spaziale del layer se necessario.
<h4>Nuovo attributo</h4>
Aggiungere gli attributi desiderati con un clic sul pulsante <label>Aggiungi alla lista degli attributi</label> dopo aver specificato un nome ed un tipo per l'attributo. Gli attributi possono essere numeri reali, interi o stringhe.<br/>
E'possibile definire l'ampiezza e la precisione della nuova colonna attributo.
<h4>Lista attributi</h4>
In questa sezione e' possibile visualizzare la lista degli attributi. Per cancellarne uno, selezionarlo e poi clic sul pulsante <label>Rimuovi attributo selezionato</label>.
@@ -0,0 +1,4 @@
<h3>Plugin freccia a Nord</h3>
Visualizza sulla mapppa una freccia orientata a Nord.
<p>
Attualmente e' disponibile soltanto uno stile di rappresentazione della freccia. E' possibile modificare l'orientamento della freccia o lasciarlo fare automaticamente a QGIS. Se si sceglie di lasciare a QGIS l'impostazione, verra' proposta una sua ipotesi di orientamento della freccia. Per il posizionamento della freccia ci sono quattro opzioni, corrispondenti ai quattro angoli dell'area mappa.
@@ -0,0 +1,4 @@
<h3>Apre finestra di dialogo vettoriale</h3>

La finestra di dialogo vettoriale viene usata per aggiungere dati vettoriali alla mappa. I dati vettoriali sono dati spaziali descritti usando geometrie di punti, linee e poligoni (aree chiuse).</p>

@@ -0,0 +1,65 @@
<h3>Opzioni</h3>
Questa finestra di dialogo consente di selezionare alcune opzioni di base per QGIS. Ci sono otto tab:
<p>

<a href="#general">Generale</a><br/>
<a href="#ren">Rendering & SVG</a><br/>
<a href="#map">Strumenti mappa</a><br/>
<a href="#over">Sovrapposizione</a><br/>
<a href="#digit">Digitalizzazione</a><br/>
<a href="#crs">CRS</a><br/>
<a href="#loc">Lingua</a><br/>
<a href="#net">Rete & Proxy</a><br/>

<a name="general">
<h4>Generale</h4>
</a>
In questo tab e' possibile impostare le opzioni generali per il progetto nella fase di apertura/chiusura, visualizzazione predefinita della mappa, tema delle icone preferito e molto altro.
<a name="ren">
<h4>Rendering & SVG</h4>
</a>
Con questo tab si impostano le opzioni di rendering per i layer della mappa.<br>
Per default, QGIS effettua un render di tutti i layer visibili ogni volta che l'area mappa deve essere aggiornata. Gli eventi che causano un aggiornamento della mappa sono:
<ul>
<li>Aggiunta di un layer
<li>Pan o zoom
<li>Redimensionamento della finestra di QGIS
<li>Accensione/spegnimento di uno o più layer
</ul>
QGIS consente di controllare il processo di rendering in vari modi:<p>
E' possibile fare in modo che i nuovi layer caricati non vengano disegnati sull'area mappa.<br>
Significa che il layer viene aggiunto alla TOC ma il checkbox che controlla la visibilita' del layer viene disattivato per default. Per imposatre questa opzione togliere la spunta dal checkbox <label>Per impostazione predefinita i nuovi la&yer aggiunti alla mappa vengono visualizzati subito</label>.<p>
si puo' imposatre l'opzione di aggiornare la mappa quando gli oggetti vengono disegnati. <br>
Per default, QGIS non visualizza alcun elemento di un layer fino a quando l'intero layer e' stato renderizzato. Per aggoirnare la visualizzazione quando gli elementi vengono letti dalla sorgente dati, impostare il <label>Numero di geometrie da disegnare prima di aggiornare lo schermo</label> ad una valore appropriato. Un valore pari a 0 disabilita l'aggiornamento durante il disegno (questo per default). Un valore troppo basso diminuisce le prestazioni in quanto l'area mappa viene aggiornata continuamente durante la lettura degli elementi. Si suggerire di iniziare con un valore pari a 500.
<a name="map">
<h4>Strumenti mappa</h4>
</a>
L'impostazione della <label>Modalita'</label> determina quali layer saranno mostratidallo strumento <label>Informazioni</label>. Cambiando a <label>Su giu'</label> anziche'<label>Layer corrente</label> verranno visualizzati gli attributi di tutti i layer identificabili con lo strumento <label>Informazioni</label>.

<a name="over">
<h4>Sovrapposizione</h4>
</a>
Define placement algorithm for labels. Choose between <label>central point (fastest)</label>, <label>chain (fast)</label>, <label>popmusic tabu chain (slow)</label>, <label>popmusic tabu (slow)</label> and <label>popmusic chain (very slow)</label>.

<a name="digit">
<h4>Digitizing</h4>
</a>
In the <label>Digitizing</label> tab you can define a general, project wide snapping tolerance. <p>
You can select between <label>to vertex</label>, <label>to segment</label> or <label>to vertex and segment</label> as default snap mode. You can also define a default snapping tolerance and a search radius for vertex edits. The tolerance can be set either in map units or in pixels. The advantage of choosing pixels, is that the snapping tolerance doesn't have to be changed after zoom operations. <p>
A layer based snapping tolerance can be defined by choosing <label>Settings</label> (or <label>File</label>)
> <label>Project Properties...</label>. In the <label>General</label> tab, section <label>Digitize</label> you can click on <label>Snapping options...</label> to enable and adjust snapping mode and tolerance on a layer basis.
<a name="crs">
<h4>CRS</h4>
</a>
QGIS no longer sets the map CRS to the coordinate reference system of the first layer loaded. When you start a QGIS session with layers that do not have a CRS, you need to check and define the CRS definition for these layers. This can be done globally on this tab.<p>
The global default CRS <i>proj=longlat +ellps=WGS84 +datum=WGS84 +no_defs</i> comes predefined in QGIS but can of course be changed, and the new definition will be saved for subsequent QGIS sessions.
<a name="lov">
<h4>Locale</h4>
</a>
Informs you about active system locale.
To change it tick <label>Override system locale</label> and restart QGIS.
<a name="net">
<h4>Network & Proxy</h4>
</a>
Tick <label>Use proxy for web access</label> to define host, port, user, and password.

0 comments on commit 7610e16

Please sign in to comment.
You can’t perform that action at this time.