Come installare Frescobaldi in Mac OS X

Davide Liessi edited this page Mar 16, 2017 · 10 revisions

[English, français, italiano]


IMPORTANTE!!! Al momento Frescobaldi non può essere installato usando Homebrew, in quanto la sua formula non è disponibile. Finché il problema non sarà risolto puoi usare MacPorts o le applicazioni precompilate.


Queste istruzioni spiegano come installare Frescobaldi su Mac OS X usando i gestori di pacchetti Homebrew e MacPorts. A partire dalla versione 2.17.1 sono disponibili nella pagina Releases anche le applicazioni precompilate.

Table of contents

Prerequisiti

Frescobaldi può essere installato in Mac OS X usando i gestori di pacchetti Homebrew e MacPorts. Se non hai già installato uno di essi, dovresti sceglierne uno e installarlo.

Dovresti anche installare LilyPond, il programma di tipografia musicale usato da Frescobaldi per compilare la musica che inserisci.

Installare Frescobaldi

Per installare Frescobaldi, apri il Terminale e inserisci il comando per il gestore di pacchetti che hai installato:

  • Homebrew: brew install frescobaldi --without-lilypond (se ometti --without-lilypond, Homebrew installerà anche una copia di LilyPond, ma questo è sconsigliato)
  • MacPorts: sudo port install frescobaldi

Dopo l’installazione, lo script per avviare Frescobaldi sarà nella tua $PATH, quindi potrai avviare Frescobaldi inserendo frescobaldi nel Terminale.

Applicazione

Il processo di installazione crea anche l’applicazione Frescobaldi.app, che può essere usata per avviare Frescobaldi.

  • Homebrew: alla fine del processo di installazione ti verranno mostrati alcuni comandi che puoi copiare e incollare per collegare l’applicazione nella cartella ~/Applications o /Applications.
  • MacPorts: puoi trovare l’applicazione dentro la cartella /Applications/MacPorts.

Se non vuoi che l’applicazione venga creata, ti basta aggiungere --without-launcher (Homebrew) o -app (MacPorts) al comando per l’installazione, ovvero dovresti installare con il comando:

  • Homebrew: brew install frescobaldi --without-lilypond --without-launcher
  • MacPorts: sudo port install frescobaldi -app

LilyPond e Frescobaldi

Se hai installato LilyPond nel solito posto, ovvero hai copiato l’applicazione LilyPond.app nella cartella /Applications, Frescobaldi dovrebbe riconoscerlo automaticamente e dovresti subito poter compilare i tuoi file sorgenti di LilyPond. Se per qualche ragione ciò non accadesse, devi dire a Frescobaldi dove trovare l’applicazione: vai nelle “Impostazioni di LilyPond” nelle preferenze di Frescobaldi e clicca su “Aggiungi…”; ora puoi cliccare sull’icona della cartella e cercare e selezionare l’applicazione di LilyPond oppure puoi inserire direttamente il percorso dell’applicazione (il valore tipico è /Applications/LilyPond.app).

Riproduzione MIDI

Frescobaldi può riprodurre i file MIDI, ma solo inviando l’output a un sintetizzatore. Se non hai un sintetizzatore hardware, ti servirà un sintetizzatore software. Vedi Riproduzione MIDI in Mac OS X.

Aggiornare o disinstallare Frescobaldi

Per aggiornare o disinstallare Frescobaldi, segui le opportune istruzioni per il tuo gestore di pacchetti:

Risoluzione dei problemi

Se hai qualche problema nell’installazione di Frescobaldi in Mac OS X, puoi aprire una issue qui su GitHub oppure puoi scrivere alla mailing list di Frescobaldi.

Dovresti anche leggere la documentazione per il tuo gestore di pacchetti, in particolare la pagina di risoluzione dei problemi di Homebrew o le FAQ di MacPorts.

Problemi noti

MacPorts: is not in the sudoers file

Se cerchi di usare il comando sudo utilizzando un utente non amministratore, riceverai il messaggio

<nomeutente> is not in the sudoers file.  This incident will be reported.

Per risolvere il problema puoi accedere a Mac OS X usando un utente amministratore, oppure puoi accedere a un account di amministratore direttamente nel Terminale, inserendo:

su <nomeutente-amministratore>

e inserendo la password dell’utente amministratore. Ora quando usi il comando sudo devi inserire di nuovo la password dell’utente amministratore.

Argomenti avanzati

Ultima versione con Homebrew

Gli aggiornamenti alla formula di Homebrew potrebbero non essere incorporati immediatamente nel repository principale. Se vuoi essere assolutamente certo di installare l’ultima versione di Frescobaldi, puoi usare il tap di Marnen Laibow-Koser. (Per maggiori informazioni sui tap, vedi la documentazione di Homebrew.)

Se vuoi procedere in questo modo, allora inserisci brew tap marnen/extras nel Terminale prima di installare Frescobaldi. Questo farà in modo che Homebrew possa vedere il tap di Marnen (dovrai inserire questo comando solo una volta).

Quando inserisci il comando, potresti ricevere un messaggio simile al seguente:

Warning: Could not tap marnen/extras/frescobaldi over Homebrew/homebrew/frescobaldi

Se lo vedi, significa che il repository ufficiale ha una versione della formula incompatibile (probabilmente più vecchia), quindi per ottenere la nuova versione devi inserire brew install marnen/extras/frescobaldi nel Terminale. Se non vedi il messaggio, allora inserendo brew install frescobaldi nel Terminale otterrai la versione del tap di Marnen.

Versioni di sviluppo

A volte potrebbe essere rilasciata una versione di sviluppo di Frescobladi per permettere a utenti “avventurosi” di provare nuove funzionalità.

In tal caso, puoi ottenere la versione di sviluppo in MacPorts con il port frescobaldi-devel. Può essere installato esattamente come descritto sopra, sostituento frescobaldi con frescobaldi-devel nei comandi.

frescobaldi e frescobaldi-devel possono essere installati nello stesso sistema, ma non possono essere attivi nello stesso momento. Se vuoi installarli entrambi, inizia con uno dei due, poi disattivalo con sudo port deactivate frescobaldi(-devel) e quindi installa l’altro. Quando vuoi passare da uno all’altro, ti basta disattivare la versione attualmente attiva (puoi sapere qual è con port installed name:frescobaldi) e attivare l’altra (sudo port activate frescobaldi(-devel)).

In ogni caso puoi provare le ultime modifiche a Frescobaldi clonando il repository Git di Frescobaldi e avviando Frescobaldi dal repository.

Migrazione da metodi di installazione precedenti

Se hai installato Frescobaldi seguendo la guida Frescobaldi Mac OS X install guide di Philippe Massart o usando il repository di Portfile di Davide Liessi, dovresti migrare a uno dei metodi di installazione descritti sopra.

Le preferenze di Frescobaldi saranno preservate nel processo di migrazione. Potrebbero comunque diventare inaccessibili alla vecchia installazione, se non avevi aggiornato Frescobaldi recentemente, a causa di un cambiamento nella gestione delle preferenze.

Si suppone che tu voglia migrare al nuovo metodo di installazione basato su MacPorts, dato che hai già installato MacPorts (Homebrew e MacPorts non dovrebbero coesistere nello stesso sistema). Se non è questo il caso, dovresti rimuovere MacPorts e le cartelle e i file citati nei paragrafi seguenti, quindi puoi seguire le istruzioni per Homebrew in Installare Frescobaldi.

Migrazione da un’installazione basata sulla guida “Frescobaldi Mac OS X install guide” di Philippe Massart

Segui le istruzioni per MacPorts in Installare Frescobaldi con un’unica differenza: devi inserire -f tra sudo port e install, ovvero sudo port install frescobaldi diventa sudo port -f install frescobaldi.

La cartella /Applications/frescobaldi e l’applicazione generata con Platypus non dovrebbero interferire con la nuova installazione, ma puoi cancellarle per evitare di confonderti.

Migrazione da un’installazione basata sul repository di Portfile di Davide Liessi

A causa di un paio di cambiamenti nei Portfile inviati a MacPorts, è necessario disinstallare e reinstallare py-python-poppler-qt4 e frescobaldi(-devel).

  1. Inserisci sudo port uninstall installed and \( name:frescobaldi name:python-poppler-qt4 \) nel Terminale.

  2. Apri il file sources.conf nel tuo editor di testo preferito; userò nano come esempio.

    1. Inserisci sudo nano /opt/local/etc/macports/sources.conf nel Terminale.
    2. Cerca la riga che inizia con file:// che avevi inserito in precedenza (in un’installazione tipica di MacPorts sarà l’unica riga iniziante pre file:// in quel file). Prendi nota del contenuto della riga per il punto 3 e cancellala.
    3. Salva il file e esci dall’editor (se usi nano: ctrl-O per salvare, invio per confermare il nome del file, ctrl-X per uscire).
  3. Anche se non interferisce con l’installazione, puoi cancellare la cartella che contiene il repository di Portfile di Davide Liessi (ovvero quella citata dalla riga che hai cancellato da sources.conf al punto 2).

  4. Segui le istruzioni per MacPorts in Installare Frescobaldi.