Home

Matteo Brunati edited this page May 29, 2016 · 17 revisions

Code4Health Amianto parte da un assunto: non esiste un quadro nazionale aggiornato sulla mappatura dei siti contenenti amianto in Italia. Esiste un grave ritardo delle istituzioni nell'aggiornare e nel comunicare lo stato dei siti da bonificare, e dei siti bonificati.

Vogliamo aiutare i giornalisti che tengono alta l'attenzione sul tema: servono maggiori conoscenze condivise per esercitare una pressione civica collettiva nella richiesta di accesso ai dati che mancano ancora all'appello.

I passaggi che ci siamo immaginati sono stati:

  1. mappare lo stato attuale dei siti contaminati con l'amianto;
  2. aggregare quei comuni e quelle regioni che ancora non hanno presentato i dati;
  3. stimolare richieste di accesso civico in maniera massiccia, per far emergere l'estremo interesse che c'è su questi temi, visto che riguardano la salute di tutti noi;
  4. sperimentare nuove forme crowd di raccolta dei dati, usando ad esempio un BOT su Telegram ( è attivo ma in fase di test: segnalazionibot ), oppure una Google Form che popola una mappa su OpenStreetMap, via umap.

Siamo partiti da una mappatura iniziale delle fonti che ci sono a disposizione: la mappatura presente nel sito del Ministero dell'Ambiente non viene aggiornata con i singoli aggiornamenti delle Regioni, pur presenti e pubblicati anche durante il 2015.

Il primo passo, che è quello più tecnico, è stato quello di creare e documentare una visione organica dei dati a disposizione.

Indice

  1. Il brainstorming a SOD16
  2. Quali dati e quali fonti
  3. Analisi dei dati con R
  4. Il bot di Telegram segnalazionibot